WTCC Tarquini e Valente verso la Lada

di 12 gennaio 2016, 19:00 140 visualizzazioni
WTCC | Tarquini e Valente verso la Lada

Recentemente, Honda ha dichiarato che Gabriele Tarquini non avrebbe corso il WTCC 2016 con la Civic ufficiale. La notizia ha colto l'ambiente un po' impreparato, perché l'abruzzese rappresenta ormai da un ventennio un punto di riferimento all'interno delle categorie turismo.

Ad ogni modo, il marchio giapponese non aveva nascosto la volontà di proseguire il rapporto con Gabriele, risultato il suo migliore pilota nella classifica finale del campionato 2015: l'emergente TCR Series, per la quale Jas Motorsport cura la costruzione delle Civic, un clamoroso ritorno nel BTCC (che Tarquini ha conquistato nel lontano 1994 con l'Alfa Romeo 155 TS) o, molto più difficilmente, un trasferimento nel campionato cinese dove Honda è impegnata ufficialmente.

Le voci si sono rincorse anche riguardo un possibile passaggio di Robert Huff proprio alla Honda, con la quale ha vinto l'ultimo Gran Premio di Macao, a novembre. Il britannico è stato, nelle ultime stagioni, pilota di punta del team Lada, e da questo consegue che il marchio russo è in cerca di un pilota per rimpiazzare il campione del mondo 2012.

Da qui l'incontro tra Tarquini e Lada. Il nostro portacolori vede ancora nel WTCC il suo obiettivo primario: non vuole uscire dal giro del campionato mondiale, e guidare la Vesta rappresenterebbe un'altra sfida avvincente a quasi 54 anni. Dal canto suo Lada, perso con tutta probabilità Huff, vede come improbabile la riconferma di Nicolas Lapierre al fianco di Nick Catsburg, che sarà invece verosimilmente confermato. La risoluzione della trama è quasi logica, ma ancora non c'è nessuna ufficialità.

Mancherebbe tuttavia il nome del terzo pilota, e qui la situazione diventa davvero interessante. Anche qui nulla di ufficiale, ma tutte le strade sembrerebbero portare a Hugo Valente, pilota parigino che ha conquistato una sorprendente prima fila sulla Nordschleife alla guida della Chevrolet Cruze del team Campos. Valente e Tarquini non sono proprio amici per la pelle, dopo la rissa sfiorata al termine dell'ultimo Gran Premio della Cina come conseguenza del contatto avvenuto nelle prime battute di gara-2. Il francese si è in buona parte scusato, negli ultimi giorni, sui social networks, ma si può dire che l'ipotesi di Tarquini e Valente sotto lo stesso tetto rimanga davvero suggestiva.

Immagine copertina: touringcartimes.com




Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.