WTCC Shanghai: vincono López e Muller, trionfo Citroën nel costruttori

di 27 settembre 2015, 11:35
WTCC Shanghai: vincono López e Muller, trionfo Citroën nel costruttori

Il Gran Premio della Cina del WTCC a Shanghai ha chiuso definitivamente i giochi per quanto riguarda la classifica costruttori: la Citroën si è aggiudicata il secondo iride consecutivo grazie alla doppietta firmata da José María López e Yvan Muller, che si sono imposti nelle due manches. L'argentino ha trionfato in gara-1 dalla pole position, l'alsaziano si è imposto in gara-2 dopo avere scavalcato Gabriele Tarquini. López nel computo totale dei punti ha recuperato una lunghezza sul compagno di squadra e la vittoria del titolo piloti in Thailandia è ora una formalità.

Le qualifiche, posticipate dopo un incidente nella GT Asia che ha divelto un guard rail sabato, hanno visto López primeggiare nel giro secco davanti a Ma e al sorprendente Catsburg sulla Lada Vesta ufficiale. Quarto e quinto posto per Loeb e Muller.

Al semaforo verde della prima manche, tuttavia, Ma rimane fermo sulla seconda piazzola mentre Muller dopo un autentico slalom si porta alle spalle dell'iridato in carica, davanti a Loeb.

La prima curva si rivela un'autentica tagliola: Chilton si tocca con Lapierre, Filippi finisce in testacoda dopo un contatto con Coronel e Monteiro non può evitarlo dopo una tamponata ad opera di Michelisz; lo stesso Coronel si ritrova poi col mozzo della ruota posteriore destra completamente divelto. Termina anche la gara di Huff, con la sospensione posteriore sinistra tranciata da una sportellata di Tarquini.

Con cinque ritirati e la pista coperta dai detriti, entra in pista la Safety Car che neutralizza la gara fino all'inizio del sesto giro.

Alla ripartenza si scatena la rimonta di Ma, che supera d'Aste e Demoustier ma è costretto al ritiro al termine della dodicesima tornata a causa di un fuoripista che danneggia la coppa dell'olio. Anche Monteiro dopo il caos della prima curva (e bisogna aggiungere che partiva penultimo) risale posizioni fino all'ottava.

Mentre le Elysée procedono in fila, con López davanti a Muller e Loeb, Catsburg porta la Lada ad un ottimo quarto posto davanti a Bennani. Tarquini, Huff e Filippi tornano in pista dopo qualche riparazione, pratica consueta per verificare che tutto sia a posto per la seconda manche.

L'ottava vittoria di López in questo 2015 arriva davanti ai due compagni di squadra, poi Catsburg, il miglior indipendente Bennani, Michelisz che supera Lapierre proprio all'ultimo giro, Monteiro, Valente e Stefano d'Aste che in un weekend molto difficile porta comunque a casa un punto.

Giornata conclusa in anticipo per la ROAL Motorsport, che non riesce a riparare le Cruze di Chilton e Coronel in tempo per gara-2. Tarquini eredita così la prima fila al fianco di Hugo Valente.

Lo start del francese del team Campos è però decisamente infelice e Tarquini ne approfitta. La gara di Valente termina dopo poche curve per una serie di contatti con lo stesso Tarquini e con Muller: la Cruze vola fuori pista e il parigino incassa un altro zero.

Tre delle quattro Citroën ufficiali si compattano alle spalle di Tarquini mentre Ma rimane invischiato nella bagarre. Catsburg invece conclude la sua gara già al termine del primo giro.

I fari sono puntati sulla lotta per il sesto posto, alle spalle di Huff: Filippi viene superato da Monteiro e Ma al quarto giro, alle loro spalle anche d'Aste combatte contro Lapierre e Bennani. Il marocchino del team Loeb non demorde e alla fine ha ragione sia della Lada che della Chevrolet gestita dal team Münnich.

Gara incolore per Ma, che sul suolo casalingo era atteso ad una prova ben più incisiva e invece viene superato anche da Bennani che gli soffia la settima piazza.

Al nono giro, Muller completa il recupero su Tarquini grazie ad un incrocio di traiettoria all'uscita dal tornantino che gli vale la prima posizione. L'abruzzese deve ora guardarsi dagli attacchi di López. A tre giri dalla bandiera a scacchi finisce la gara di d'Aste, con una gomma dechappata.

Gli attacchi di López sono ripetuti e determinati, ma un solido Tarquini porta a casa un secondo posto che rappresenta il miglior risultato stagionale. Muller conquista la quinta vittoria stagionale, López chiude il podio e Loeb è quarto. Huff mantiene il quinto posto, poi Monteiro, Bennani, Ma, Lapierre e Filippi.

Come detto, Citroën vince il titolo marche mentre López mantiene 75 lunghezze di vantaggio su Muller: questo implica che l'argentino potrà perdere fino a 20 punti in Thailandia per confermare l'alloro piloti. Il weekend incolore di Michelisz riporta solo parzialmente in gioco Bennani per il trofeo indipendenti, ora a 26 punti di distacco. Il disastro della ROAL Motorsport invece permette a Campos e Zengő di riavvicinarsi pericolosamente nella classifica squadre, con la compagine spagnola ora a 15 punti da quella italiana.

Dopo un altro mese di pausa, il WTCC tornerà in pista nel weekend del 1° novembre, con il Gran Premio di Thailandia a Buriram.

Così in gara-1:

wtccg1

Così in gara-2:

wtccg2

Classifica generale:

wtccclasschn

Immagine copertina: fiawtcc.com


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.