WTCC Río Hondo: López senza rivali in qualifica

di 07 marzo 2015, 21:19
WTCC Río Hondo: López senza rivali in qualifica

Un giro sensazionale ha consegnato a José María López la prima pole position del WTCC 2015. Sul tracciato casalingo di Termas de Río Hondo, il pilota della Citroën si è aggiudicato il miglior tempo in 1:45.461, nulla di eccezionale come crono (un secondo e sette decimi più lento dello scorso agosto)  non fosse che il campione in carica ha rifilato 1.240 al suo più temibile avversario, il quattro volte iridato Yvan Muller. Una dimostrazione di forza davvero sconcertante per l'intera concorrenza, a partire dai suoi stessi compagni di team.

Un Yvan Muller non impeccabile quello visto nella Q3: poco meno di quattro decimi più veloce di Sébastien Loeb, autore tuttavia di una lunga digressione all'uscita dalla curva 10. Lo stesso punto ha rovinato anche il giro di Ma Qinghua, sceso in pista per ultimo in virtù della migliore prestazione ottenuta in Q2.

L'unica non-Citroën a rientrare nella top five è la Honda Civic di Tiago Monteiro, staccato di ben due secondi dalla pole position, davvero un passivo pesante per essere un giro secco. Tutto un programma le facce al team Jas alla conclusione del giro del portoghese (che girava per secondo, dopo Loeb), in ritardo di mezzo secondo nonostante l'uscita di pista del nove volte iridato del WRC.

Quarta fila tutta italiana, allorché alle spalle di Tom Chilton, migliore tra i piloti Chevrolet, scatteranno in gara-1 Gabriele Tarquini e Stefano d'Aste. L'abruzzese continua a non digerire la pista sudamericana, mentre il ligure si sta ben riadattando ai ritmi del Mondiale.

Miglior tempo in Q1 per la nuova Lada, con Robert Huff. Il britannico tuttavia scatterà solo undicesimo per un errore commesso nell'unico giro buono rimasto in Q2 dopo la bandiera rossa dovuta al fuoripista di Bennani. Davanti a Huff partirà il suo compagno di squadra, James Thompson, che si è così garantito la pole position per gara-2.

Bocciati già in Q1, tra i nomi più blasonati, Rydell e Michelisz, sulle Honda. Lo svedese, campione britannico del 1998 al rientro dopo due anni di stop, sta incontrando molte difficoltà nel ritrovare il giusto ritmo a bordo della Civic del team Nika; l'ungherese invece ha perso una ruota all'inizio del turno di qualifica e non è più riuscito a girare.

È invece fallito il tentativo del team Campos di rimettere in pista Valente dopo l'incidente della seconda sessione di libere. Il francese conta di essere al via domani, dall'ultimo posto in griglia. La squadra spagnola ha visto John Filippi chiudere quattordicesimo, davanti al debuttante Grégoire Demoustier.

Le due gare di domani partiranno alle 19:15 e alle 20:30, con diretta su Eurosport a partire dalle 19.00.

Ecco i risultati delle qualifiche:

argqual


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.