WTCC Río Hondo: Citroën incontrastabili, vincono López e Loeb

di 09 marzo 2015, 01:47
WTCC Río Hondo: Citroën incontrastabili, vincono López e Loeb

Inafferrabili. Le Citroën hanno dominato in lungo e in largo il primo appuntamento del WTCC 2015, disputatosi in Argentina sul tracciato di Termas de Río Hondo. Partito dalla pole, il campione in carica José María López ha conquistato gara-1, mentre Sébastien Loeb ha ottenuto il suo terzo centro in carriera nella seconda manche. Esattamente lo stesso verdetto dell'apertura stagionale di Marrakech di un anno fa.

Dopo la roboante pole di ieri, López non parte bene allo spegnersi del semaforo rosso e Yvan Muller cerca subito di approfittarne. I due arrivano appaiati alla prima curva con il francese che sportella il padrone di casa. Il quattro volte iridato arriva tuttavia lungo e López risponde per le rime toccando il compagno di squadra e aprendosi da solo il varco per riguadagnare subito il comando.

Parte molto peggio la quarta Elysée ufficiale, quella di Ma Qinghua, che viene risucchiato da quasi tutto il gruppo. Nelle retrovie, Thompson e Filippi si toccano e sono entrambi costretti alla resa. Bene invece Tarquini che risale subito al quinto posto alle spalle di Monteiro.

Si accende la bagarre tra gli indipendenti, con Michelisz che scavalca d'Aste per la nona piazza, mentre Ma risale la corrente superando Coronel. Sempre al secondo giro, Bennani commette un errore nel tentativo di infilare Chilton, permettendo a Huff di guadagnare una posizione sulla debuttante Lada Vesta. La reazione del marocchino è piuttosto dura, allorché al terzo giro sperona il britannico rompendogli una sospensione. Le vetture russe sono entrambe fuori gioco.

Durante il quinto passaggio termina contro le protezioni anche la gara di Hugo Valente, mentre Coronel rientra ai box con un problema alla turbina della sua Chevrolet del team ROAL.

Chilton cerca in tutti i modi di difendere la sua prima piazza tra i privati, ma al settimo giro deve cedere sia a Bennani che a Michelisz. Sul rettilineo più lungo del tracciato ne approfitta anche Ma, dunque Chilton perde tre posizioni nel giro di pochi secondi.

La leadership di Bennani dura tuttavia pochissimo in quanto viene penalizzato con un drive through per la manovra scorretta su Huff, la Honda del team Zengő eredita dunque la prima posizione, sesta assoluta.

Per verificare che le riparazioni siano state efficaci, sia Coronel che Thompson riprendono, notevolmente attardati, la via della pista, mentre tra le prime posizioni la situazione si stabilizza.

López conquista così il suo quarto successo sulla pista casalinga, davanti a Muller, Loeb, Monteiro e Tarquini. Michelisz vince la sfida degli indipendenti precedendo la Citroën ufficiale di Ma; Chilton, d'Aste e Rydell completano la zona punti.

Decisamente più infuocata è la seconda manche. Le prime avvisaglie si vedono già sul rettilineo di partenza con Tarquini che scatta fortissimo ma non trova spazio ed è costretto ad una lunga digressione sull'erba. Il poleman Thompson si pianta e lascia a Coronel la prima posizione, mentre alle sue spalle risalgono subito Ma e Loeb.

Termina subito la gara di d'Aste, che sperona proprio Tarquini alla prima curva e finisce fuori pista. Escono di scena anche le Lada, con Thompson subito fermo e Huff che dopo essere partito dai box vi rientra già al termine del primo giro. A questi ritiri si aggiunge la defezione di Valente, nemmeno partito con la macchina fuori uso e un forte dolore ad una mano.

Un'intraversata paurosa costa la leadership a Coronel, superato dalle Elysée di Ma e Loeb. Intanto Michelisz, partito dal fondo per avere perso una ruota in qualifica, è già sesto davanti addirittura a López. Già al secondo giro l'argentino si sbarazza dell'ungherese, mentre Ma sbaglia alla terza curva finendo sullo sporco e regalando a Loeb il comando.

Entra la Safety Car per rimuovere l'auto incidentata di d'Aste. Alle spalle delle auto del Double Chevron si è insediato Tarquini davanti alle Citroën di López e Bennani. Solo settimo Muller, mentre Coronel precipita a fondo classifica dopo un'uscita di pista.

In regime di neutralizzazione, Ma si ferma ai box per evitare un surriscaldamento del motore dovuto alla grande quantità di polvere raccolta dalla sua macchina. Si ritira invece Coronel.

La gara riparte al settimo giro con l'immediato sorpasso di López su Tarquini per la seconda posizione, mentre Loeb tenta la fuga. Fuori gara anche Borković, che fatica tantissimo a conciliare la sua notevole stazza fisica con il ristretto abitacolo della sua Honda Civic del Proteam. Muller nel frattempo ha ragione di Monteiro e risale quinto.

Bennani si fa minaccioso alle spalle di Tarquini, ma il marocchino del team Loeb sottovaluta la presenza, alle sue spalle, di un nervoso Muller, che al decimo giro lo tampona senza troppi complimenti. Ma l'alsaziano è decisamente deconcentrato e nel tentativo di recuperare su Tarquini è vittima anch'egli di un fuoripista che consente a Monteiro di ripassare davanti. Il pilota della Citroën numero 68 è costretto a rientrare ai box per la stessa ragione che aveva rallentato Ma, ossia un surriscaldamento del motore.

Dà ancora spettacolo Bennani, che supera Michelisz per la leadership degli indipendenti. L'ungherese della Honda deve poi fare i conti anche con il rimontante Ma, che riesce comunque a contenere alle sue spalle. Assolutamente ignorato dalle telecamere, Monteiro vince nuovamente il confronto in casa Honda superando Tarquini ad un paio di tornate dal termine.

Loeb si invola verso il successo di gara-2, davanti a López e Monteiro. Tarquini è quarto davanti al miglior indipendente, Bennani, poi Michelisz, Ma, Chilton, Rydell ed il rookie Demoustier. Non riceve penalità ma è solo dodicesimo Muller, che incassa subito uno zero pesante in ottica campionato. La classifica generale infatti vede López al comando con 48 punti, cinque più di Loeb, mentre Muller è quarto con 22 punti, a pari merito con Tarquini e dietro a Monteiro.

Il prossimo appuntamento con il WTCC è previsto per il weekend del 19 aprile, con il Gran Premio del Marocco sul velocissimo cittadino di Marrakech.

Classifica di gara-1:

gara1

Classifica di gara-2:

gara2

Classifica generale:

genarg


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.