WTCC Mosca: vincono López e Ma Qinghua

di 08 giugno 2014, 19:05
WTCC Mosca: vincono López e Ma Qinghua

Il sesto round del WTCC 2014 lascia la classifica generale pressoché invariata, allorché José María López e Yvan Muller lasciano il Moscow Raceway con 30 punti in più di quanti ne avevano dopo il round precedente del Salzburgring. L'argentino ha conquistato il suo quarto successo in gara-1, ma la sua gara-2 si è conclusa al semaforo verde a causa della trasmissione; il francese dopo una qualifica spenta ha corso due gare nella bagarre portando comunque a casa un podio.

La sorpresa di giornata arriva dal vincitore di gara-2, il debuttante Ma Qinghua: bisogna sottolineare che si tratta della prima vittoria cinese in una gara Mondiale, ma va aggiunto che in competizioni internazionali Ho-Pin Tung vinse la seconda gara della Superleague Formula a Jarama nel 2009, dunque quello di Ma non è il primo successo assoluto per il grande Stato asiatico nel motorsport.

Alla partenza di gara-1, Tarquini ha uno spunto migliore di quello del poleman López, ma l'argentino è bravo a difendersi all'esterno, complice anche un tamponamento di Monteiro ai danni dello stesso Tarquini. Il portoghese paga caro l'errore della prima curva, in quanto le Citroën di Loeb e Muller lo scavalcano prontamente. Monteiro riesce tuttavia a riscavalcare Muller alla fine della prima tornata.

Continua il periodo nero in casa Campos Racing, con lo strike di Borković su Valente al secondo giro. Sia il serbo che il francese sono costretti al ritiro mentre i meccanici dovranno riparare le due Cruze in breve tempo per gara-2.

Prosegue la battaglia per la quarta posizione: al quarto giro, Monteiro e Muller allargano all'ultima curva, e a beneficiarne è Chilton che infila entrambi mentre Monteiro perde altre due piazze a vantaggio di Muller e Ma.

Alle loro spalle, anche Tom Coronel inizia ad attaccare l'ottavo posto di Michelisz, conquistandolo al termine del settimo passaggio con uno spettacolare incrocio di linee.

Gara che procede senza lampi fino all'ultimo giro, quando Muller soffia a Chilton la quarta posizione alla prima staccata complice una frenata al limite del britannico della ROAL Motorsport.

Quarta vittoria per López, che sul traguardo precede Tarquini e Loeb, con l'abruzzese che per tutti i sedici giri ha difeso la piazza d'onore dagli attacchi dell'alsaziano. Quarto è dunque Muller, davanti a Chilton, Ma, Monteiro, Coronel, Michelisz e Huff che porta un punto alla Lada sul circuito casalingo.

I colpi di scena di gara-2 iniziano ancora prima del semaforo verde: il team Campos lavora fino all'ultimo secondo per permettere a Valente di partire dalla pole position. Il francese esce dalla pit lane a soli tre secondi dalla chiusura della stessa, mentre Borković è costretto a partire dalla corsia box.

Alla partenza sventolano le bandiere gialle: López si pianta nella sua piazzola di partenza (la decima) per il cedimento della trasmissione, primo ritiro stagionale per il capoclassifica. Davanti è Valente che prende il comando, mentre Morbidelli si lancia in rimonta dopo un sabato deludente prendendo a sportellate le Lada. Chi ne esce con le ossa rotte è Kozlovskiy, che viene eliminato dal compagno di squadra Huff.

Michelisz scavalca Ma per la terza posizione, mentre i giudici di gara rendono vano il lavoro dei meccanici della Campos, penalizzando Valente con un drive through poiché le ruote non sono state montate sulla Cruze #7 entro i cinque minuti dalla chiusura della pit lane.

Anche Loeb sembra accusare difficoltà: al quarto giro sbaglia la staccata della prima curva e Coronel ne approfitta, stessa cosa accade poi con Morbidelli durante la tornata successiva.

Sempre al quinto giro, Tarquini e Chilton superano Monteiro, ma l'inglese della Chevrolet esce di pista alla curva 3 subendo una violenta sportellata da Morbidelli (vendetta da Le Castellet?)  al suo rientro in pista. La gioia in casa Honda-Jas dura poco, Tarquini rallenta vistosamente appena dopo avere superato Bennani per la quarta piazza.

Al settimo giro, Valente sconta la penalità e nello stesso istante Ma supera Michelisz balzando in testa alla gara. Quello del cinese diventa un assolo, perché l'ungherese della Honda dimostra di non tenere il suo passo. Morbidelli intanto è superato sia da Loeb che da Chilton, mentre Valente inizia subito la sua rimonta superando Münnich.

Tarquini si ritira definitivamente nel corso dell'ottavo giro, mentre Michelisz viene superato anche da Muller. Il campione in carica si mette all'inseguimento di Ma, per recuperare più punti possibili a López.

La seconda metà di gara procede più linearmente, con Monteiro che ha la meglio su Bennani durante il decimo passaggio ma è costretto al ritiro due giri più tardi. La bagarre torna ad infiammarsi negli ultimi due giri, con un Michelisz in calo che dapprima deve cedere il passo a Bennani e Coronel e poi, all'ultima curva dell'ultimo giro, a Loeb e Chilton.

Ma Qinghua conquista gara-2 contenendo il ritorno di Muller, Bennani completa il podio davanti a Coronel, Loeb, Chilton, Michelisz, Morbidelli, Valente e Münnich.

Doppio successo per Franz Engstler nella classe TC2. Il tedesco ha preceduto in entrambe le gare di Sabatino e Filippi, mentre il russo Nikita Misiulia dopo un incidente in gara-1 ha concluso quarto la seconda manche.

Dopo le investigazioni, Monteiro è stato giudicato colpevole del fuoripista di Chilton in gara-2. Pertanto, il portoghese sarà retrocesso di cinque posizioni sulla griglia di gara-1 a Spa-Francorchamps.

Sono sempre 41 le lunghezze che dividono López e Muller in classifica, mentre Loeb perde qualcosina e ora è a -48. Alle spalle dei tre piloti Citroën c'è sempre Monteiro con un ritardo che ammonta già a 104 punti e Tarquini che si è avvicinato a nove lunghezze. Citroën guida ovviamente tra le marche con 502 punti contro i 333 della Honda, Engstler prosegue il dominio nel trofeo TC2 (121 punti, 85 per di Sabatino) e ROAL Motorsport guadagna terreno su Campos tra le squadre.

L'appuntamento con il WTCC è fissato con l'ultimo Gran Premio europeo del 2014, il 22 giugno. Il campionato tornerà, dopo nove anni, a Spa-Francorchamps. Novità dell'ultima ora è la cancellazione (per motivi logistici) del Gran Premio degli USA, che verrà sostituito da un'altra gara in Cina (a Guangdong) in data da destinarsi.

Gara-1:

1 37 José María López Citroën Total Team Citroën C-Elysée TC1 16 giri in 27:05.120
2 2 Gabriele Tarquini Honda Castrol Team Honda Civic TC1 3.170
3 9 Sébastien Loeb Citroën Total Team Citroën C-Elysée TC1 3.425
4 1 Yvan Muller Citroën Total Team Citroën C-Elysée TC1 5.902
5 3 Tom Chilton ROAL Motorsport Chevrolet Cruze TC1 6.816
6 33 Ma Qinghua Citroën Total Team Citroën C-Elysée TC1 7.505
7 18 Tiago Monteiro Honda Castrol Team Honda Civic TC1 13.099
8 4 Tom Coronel ROAL Motorsport Chevrolet Cruze TC1 15.061
9 5 Norbert Michelisz Zengõ Motorsport Honda Civic TC1 24.766
10 12 Robert Huff Lada Sport Lukoil Lada Granta TC1 27.754
11 25 Mehdi Bennani Proteam Motorsport Honda Civic TC1 28.067
12 10 Gianni Morbidelli Münnich Motorsport Chevrolet Cruze TC1 28.579
13 77 René Münnich Münnich Motorsport Chevrolet Cruze TC1 29.323
14 11 James Thompson Lada Sport Lukoil Lada Granta TC1 35.188
15 14 Mikhail Kozlovskiy Lada Sport Lukoil Lada Granta TC1 38.472
16 6 Franz Engstler Engstler Motorsport BMW 320 TC2 1:12.432
17 8 Pasquale di Sabatino Engstler Motorsport BMW 320 TC2 1:24.023
18 27 John Filippi Campos Racing Seat León TC2 1:37.942
Ret 50 Nikita Misiulia Campos Racing Seat León TC2 9 giri
Ret 7 Hugo Valente Campos Racing Chevrolet Cruze TC1 15 giri
Ret 98 Dušan Borković Campos Racing Chevrolet Cruze TC1 15 giri

 

Gara-2:

1 33 Ma Qinghua Citroën Total Team Citroën C-Elysée TC1 16 giri in 27:11.310
2 1 Yvan Muller Citroën Total Team Citroën C-Elysée TC1 1.261
3 25 Mehdi Bennani Proteam Motorsport Honda Civic TC1 12.252
4 4 Tom Coronel ROAL Motorsport Chevrolet Cruze TC1 12.424
5 9 Sébastien Loeb Citroën Total Team Citroën C-Elysée TC1 14.725
6 3 Tom Chilton ROAL Motorsport Chevrolet Cruze TC1 14.890
7 5 Norbert Michelisz Zengõ Motorsport Honda Civic TC1 15.118
8 10 Gianni Morbidelli Münnich Motorsport Chevrolet Cruze TC1 19.894
9 7 Hugo Valente Campos Racing Chevrolet Cruze TC1 20.157
10 77 René Münnich Münnich Motorsport Chevrolet Cruze TC1 20.984
11 98 Dušan Borković Campos Racing Chevrolet Cruze TC1 26.813
12 11 James Thompson Lada Sport Lukoil Lada Granta TC1 31.686
13 6 Franz Engstler Engstler Motorsport BMW 320 TC2 1:03.478
14 8 Pasquale di Sabatino Engstler Motorsport BMW 320 TC2 1:15.843
15 27 John Filippi Campos Racing Seat León TC2 1:27.553
16 50 Nikita Misiulia Campos Racing Seat León TC2 1:35.889
Ret 18 Tiago Monteiro Honda Castrol Team Honda Civic TC1 5 giri
Ret 12 Robert Huff Lada Sport Lukoil Lada Granta TC1 6 giri
Ret 2 Gabriele Tarquini Honda Castrol Team Honda Civic TC1 9 giri
Ret 37 José María López Citroën Total Team Citroën C-Elysée TC1 16 giri
Ret 14 Mikhail Kozlovskiy Lada Sport Lukoil Lada Granta TC1 16 giri

COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.