WTCC, Monza: Muller conquista la pole

di 23 marzo 2013, 21:00
WTCC, Monza: Muller conquista la pole

Yvan Muller conquista la pole position nella prima prova stagionale del Mondiale Turismo, che si disputerà domani sul circuito di Monza. Il francese della RML-Chevrolet ha ottenuto la prima posizione sia al termine della Q1 che al termine della Q2 e conquistando i 5 punti che spettano all'autore della pole position, dopo aver chiuso al comando entrambe le sessioni di prove libere della mattinata; dietro a lui si sono qualificati il suo compagno di squadra Tom Chilton e Alex MacDowall (Bamboo-Chevrolet); anche con l'uscita di scena del team ufficiale, quindi, la storia non è cambiata: le Chevrolet sono sempre le macchine da battere.

L'inizio della Q1 è stato piuttosto movimentato: quasi tutti i piloti sono scesi immediatamente in pista, con Muller e Chilton davanti a tutti gli altri, ma dopo una manciata di secondi ecco il primo colpo di scena: il campione del mondo in carica Rob Huff tampona Fredy Barth alla staccata della Roggia, rompendo la sospensione anteriore destra; la BMW dello svizzero, invece, non subisce alcun danno e può proseguire normalmente. Dopo aver percorso alcune centinaia di metri nel tentativo di riportare la sua Seat ai box, Huff si arrende e parcheggia la vettura al Serraglio: il direttore di gara non può far altro che interrompere la sessione e richiamare tutte le vetture ai box, dopo meno di 3 minuti dall'inizio della sessione.

Dopo 10 minuti di interruzione la sessione riprende, ed ancora una volta sono le due Chevrolet del team RML ad entrare per prime in pista: alla fine del primo giro lanciato è Muller che si porta in vetta alla classifica, dopo essere stato "tirato" da Chilton sui lunghi rettilinei di Monza, col tempo di 1:57.665, seguito a 2 decimi da Nykjaer; dietro a lui si piazzano MacDowall, Tarquini, Thompson e Dudukalo.

A 12 minuti dal termine della Q1 ecco il secondo botto, ben più spettacolare del primo: Dudukalo manca completamente il punto di frenata alla prima variante e va a colpire a gran velocità proprio il suo compagno di squadra Thompson. Il russo è costretto a fermarsi, mentre Thompson riesce a portare ai box la vettura danneggiata per effettuare le riparazioni necessarie. Chilton intanto si porta in terza posizione, a mezzo secondo da Muller, dopo aver usufruito della sua scia, mentre poco dopo Nash, tirato da MacDowall, si piazza quinto.

A 6 minuti dalla fine delle prove tutti rientrano nuovamente in pista e Muller fa segnare il tempo di 1:56.622, abbassando di oltre un secondo il tempo fatto segnare in precedenza; Chilton poi scavalca Nykjaer e si porta in seconda posizione. Il finale della Q1 riserva un ulteriore brivido: all'uscita della Parabolica, Tarquini tampona Munnich che si intraversa verso l'interno della curva per poi ritornare verso l'esterno; per evitare il contatto, Monje è costretto a mettere due ruote sulla ghiaia all'esterno della Parabolica, ma riesce a controllare la vettura e a chiudere il giro senza problemi. Si qualificano così per la Q2 Muller, Chilton, Nykjaer, MacDowall, Oriola, Nash, Tarquini, O'Young, Basseng, Thompson, rimasto tra i primi 12 anche se non è potuto tornare in pista per l'ultimo tentativo, Monje e D'Aste.

La Q2 è decisamente più tranquilla della Q1: Muller si porta subito al comando facendo segnare il tempo di 1:56.486, mentre alle sue spalle dopo il loro primo tentativo si piazzano Oriola, Chilton, Tarquini, Nash, Nykjaer, O'Young, MacDowall, Monje e D'Aste. Negli ultimissimi minuti della sessione riesce a tornare in pista Thompson, con la vettura ancora danneggiata nella parte destra, che si piazza all'ottavo posto; successivamente è Basseng a conquistare l'ottava posizione, spedendo l'inglese della Lada in nona. Negli ultimi secondi della sessione Chilton e MacDowall riescono a scavalcare Oriola, portandosi in seconda e terza posizione. Finisce così con Muller in pole con 8 decimi di vantaggio sul compagno di squadra Chilton; terzo si piazza MacDowall sulla Chevrolet del team Bamboo, quarto Oriola con la Seat del team Tuenti e quinto Gabriele Tarquini con la Honda Civic ufficiale.

Per quanto riguarda Gara-2, sarà Darryl O'Young a partire in pole, affiancato da James Thompson.

Dopo la fine delle qualifiche, i commissari hanno deciso di penalizzare di 5 posizioni sulla griglia Tarquini e Dudukalo per gli incidenti di cui sono stati protagonisti nel corso della Q1.

Pos  Driver                 Car               Time       Gap
 1.  Yvan Muller            Chevrolet Cruze   1m56.486s
 2.  Tom Chilton            Chevrolet Cruze   1m57.345s  + 0.859s
 3.  Alex MacDowall         Chevrolet Cruze   1m57.685s  + 1.199s
 4.  Pepe Oriola            Seat Leon         1m57.833s  + 1.347s
 5.  James Nash             Chevrolet Cruze   1m58.005s  + 1.519s
 6.  Michel Nykjaer         Chevrolet Cruze   1m58.172s  + 1.686s
 7.  Marc Basseng           Seat Leon         1m58.518s  + 2.032s
 8.  James Thompson         Lada Granta       1m58.669s  + 2.183s
 9.  Darryl O'Young         BMW 320           1m58.781s  + 2.295s
10.  Gabriele Tarquini      Honda Civic       1m57.946s  + 1.460s*
11.  Fernando Monje         Seat Leon         1m58.814s  + 2.328s
12.  Stefano D'Aste         BMW 320           2m00.475s  + 3.989s
13.  Franz Engstler         BMW 320           1m59.046s  + 2.560s
14.  Tom Boardman           Seat Leon         1m59.116s  + 2.630s
15.  Tiago Monteiro         Honda Civic       1m59.155s  + 2.669s
16.  Tom Coronel            BMW 320           1m59.386s  + 2.900s
17.  Mehdi Bennani          BMW 320           1m59.685s  + 3.199s
18.  Rene Munnich           Seat Leon         1m59.978s  + 3.492s
19.  Fredy Barth            BMW 320           2m00.090s  + 3.604s
20.  Norbert Michelisz      Honda Civic       2m00.799s  + 4.313s
21.  Aleksei Dudukalo       Lada Granta       1m59.303s  + 2.817s*
22.  Charles Ng             BMW 320           2m00.901s  + 4.415s
23.  Jean-Philippe Dayraut  BMW 320           2m00.957s  + 4.471s
24.  Rob Huff               Seat Leon

* Penalità di 5 posizioni sulla griglia

COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.