WTCC, Macao: Un altra pole per Müller, molto bene le Honda

di 15 novembre 2013, 10:50 237 visualizzazioni
WTCC, Macao: Un altra pole per Müller, molto bene le Honda

Yvan Müller ha conquistato a Macao la sua ottava pole position stagionale con un secondo netto di vantaggio sulle due Honda di Tiago Monteiro e Gabriele Tarquini, i suoi più diretti inseguitori. L'alsaziano non sembra affatto appagato dal titolo conquistato ormai quasi due mesi fa sul circuito di Suzuka e domenica partirà con l'obiettivo di ritrovare una vittoria, la settima stagionale, che gli manca da gara-1 di Termas de Rio Hondo.

Tolto Müller, la lotta nelle prime posizioni è stata molto serrata: dietro alle due Honda, separate da soli 58 millesimi di secondo, racchiusi in 8 decimi ci sono Huff, Michelisz, MacDowall, Chilton e Nash; dietro a loro Thompson, Coronel e le due Seat di Basseng e Boardman chiudono la classifica della Q2. Tra gli eliminati in Q1, a sorpresa, spicca il nome di Pepe Oriola: il giovanissimo spagnolo era stato il più veloce nella seconda sessione di prove libere, ma ha mancato l'accesso in Q2 per soli 45 millesimi a vantaggio di Boardman; nella "gara nella gara" tra le wild card orientali l'ha spuntata Henry Ho, pilota di Macao, davanti al suo connazionale Filipe de Souza; entrambi tuttavia hanno accusato un ritardo superiore al secondo rispetto a Rene Munnich, ultimo qualificato tra i piloti regolarmente presenti al via dell'intero campionato.

Come al solito sul Circuito da Guia non sono mancati gli incidenti: nella sola Q1 ce ne sono stati tre, causati da Hugo Valente (Campos Seat), uscito alla Faraway Hill, Michael Soong (Campos Seat), andato a sbattere alla Fisherman's, e Fredy Barth (BMW-Wiechers) che ha urtato il guard rail nel breve allungo che porta a Faraway Hill; complessivamente in Q1 la bandiera rossa è stata esposta per una quarantina di minuti. In Q2, invece, non ci sono state interruzioni: l'unico incidente, sia pur di poco conto, è stato causato da Tarquini all'inizio della seconda manche, ma l'italiano è riuscito a riportare autonomamente la vettura ai box per le riparazioni e a tornare in pista negli ultimi minuti, scongiurando così l'esposizione della quarta bandiera rossa

L'appuntamento con le due gare di Macao è previsto per la notte di domenica alle 4 e alle 5:15. Questa la griglia di partenza provvisoria per Gara-1; la griglia di Gara-2, come sempre, vedrà i primi 10 partire in ordine inverso rispetto ai risultati ottenuti nelle qualifiche (in questo caso, quindi, sarà Coronel a partire in pole davanti a Thompson), mentre dall'undicesimo posto in poi la griglia di Gara-2 sarà identica a quella di Gara-1.

Y.Müller Chevrolet Cruze 2:28.933 T.Monteiro Honda Civic 2:29.933
G.Tarquini Honda Civic 2:29.991 R.Huff Seat Leon 2:30.107
N.Michelisz Honda Civic 2:30.224 A.MacDowall Chevrolet Cruze 2:30.248
T.Chilton Chevrolet Cruze 2:30.583 J.Nash Chevrolet Cruze 2:30.723
J.Thompson Lada Granta 2:31.189 T.Coronel BMW 320 2:31.287
M.Basseng Seat Leon 2:31.482 T.Boardman Seat Leon 2:34.989
P.Oriola Chevrolet Cruze 2:31.800 M.Bennani BMW 320 2:32.178
S.D'Aste BMW 320 2:32.666 F.Barth BMW 320 2:32.961
D.O'Young BMW 320 2:33.104 H.Valente Seat Leon 2:33.265
K.Calko Seat Leon 2:33.847 M.Kozlovskiy Lada Granta 2:34.224
F.Engstler BMW 320 2:34.667 C.Ng BMW 320 2:34.775
R.Munnich Seat Leon 2:35.999 H.Ho BMW 320 2:37.142
F.De Souza Chevrolet Cruze 2:37.920 Y.Taniguchi Chevrolet Cruze 2:38.468
J.Badaraco Chevrolet Cruze 2:38.866 M.Soong Seat Leon 2:39.897
J.Merszei BMW 320 2:40.551 E.De Jesus Honda Accord 2:41.016
K.V.Ng Chevrolet Cruze 2:41.494 C.Alves Dias Chevrolet Lacetti 2:42.521
K.L.Mak BMW 320 2:42.959 K.S.Lam Chevrolet Lacetti 2:46.831


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.