WTCC, Macao: Muller vince facile in gara-1

di 17 novembre 2013, 05:55 94 visualizzazioni
WTCC, Macao: Muller vince facile in gara-1

Si è conclusa con la vittoria di Yvan Muller la prima delle due gare del weekend di Macao del Mondiale Turismo, ultimo appuntamento stagionale. L'alsaziano ha mantenuto la leadership della gara dopo la partenza lanciata e non l'ha più lasciata fino alla bandiera a scacchi che ha sancito la sua settima vittoria stagionale, la prima da oltre tre mesi.

Il pilota della Chevrolet RML ha preceduto sul traguardo Tiago Monteiro e Rob Huff; l'inglese, campione del mondo 2012, ha provato ad infastidire per tutta la gara il portoghese della Honda, ma non è mai riuscito a rendersi davvero minaccioso e a tentare un serio tentativo di sorpasso. Ai margini del podio si è piazzata la Honda del team Zengo di Norbert Michelisz, seguito dalle due Bamboo-Chevrolet di MacDowall e Nash che, grazie al suo sesto posto, si è aggiudicato il Trofeo Yokohama per gli indipendenti; Basseng, Oriola, D'Aste e Boardman chiudono la zona punti, con il tedesco della Seat che ha compiuto, ai danni di Oriola, l'unico sorpasso nelle prime posizioni.

Com'era prevedibile, la gara è stata condizionata da alcuni incidenti, ma fortunatamente non è stato necessario ricorrere all'intervento della Safety Car. Il primo ad andare a sbattere è stato Tom Chilton che, a seguito di una toccata con Oriola nel corso del secondo giro, ha perso il controllo della sua Chevrolet nel tratto misto, mentre il giro successivo è stata la volta dello stesso Oriola, intraversatosi nella zona delle Solitude Esses senza urtare alcun guard rail. Al quinto giro Hugo Valente è andato dritto all'Hotel Lisboa, la curva a destra che immette nel tratto misto del circuito da Guia, mentre due giri dopo è stato Konstantins Calko ad urtare i guardrail a seguito di un traverso all'uscita della Mandarin; tutti questi piloti sono riusciti a ritornare ai box, ad eccezione di Oriola che ha proseguito normalmente la sua gara.

Sfortunatissimo Gabriele Tarquini, il cui motore Honda ha ceduto nel corso del warm up, impedendogli di prendere il via alla gara; assente anche Fredy Barth, la cui BMW è risultata troppo danneggiata a causa dell'incidente che l'ha visto protagonista nel corso delle qualifiche.

La classifica di Gara-1

1 Y.Muller Chevrolet Cruze 9 giri in 22:54.522
2 T.Monteiro Honda Civic a 1.265
3 R.Huff Seat Leon a 1.592
4 N.Michelisz Honda Civic a 5.147
5 A.MacDowall Chevrolet Cruze a 7.096
6 J.Nash Chevrolet Cruze a 7.632
7 M.Basseng Seat Leon a 18.148
8 P.Oriola Chevrolet Cruze a 20.345
9 S.D'Aste BMW 320 a 20.644
10 T.Boardman Seat Leon a 21.213
11 T.Coronel BMW 320 a 21.806
12 M.Bennani BMW 320 a 22.806
13 D.O'Young BMW 320 a 30.471
14 F.Engstler BMW 320 a 32.905
15 M.Kozlovskiy Lada Granta a 40.394
16 R.Munnich Seat Leon a 58.083
17 Y.Taniguchi Chevrolet Cruze a 1:12.888
18 M.Soong Seat Leon a 1:13.961
19 H.Ho BMW 320 a 1:16.085
20 F.De Souza Chevrolet Cruze a 1:18.107
21 J.Merszei BMW 320 a 1:36.668
22 K.V.Ng Chevrolet Cruze a 1:44.616
23 C.Alves Dias Chevrolet Lacetti a 1:45.773
24 E.De Jesus Honda Accord a 1:46.315
25 J.Badaraco Chevrolet Cruze a 1:55.988
26 K.S.Lam Chevrolet Lacetti a 2:23.146
27 K.L.Mak BMW 320 a 2:25.450
28 C.Ng BMW 320 a 1 giro
29 K.Calko Seat Leon a 2 giri
Rit. H.Valente Seat Leon a 4 giri
Rit. T.Chilton Chevrolet Cruze a 7 giri
Rit. J.Thompson Lada Granta a 7 giri
DNS G.Tarquini Honda Civic
DNS F.Barth BMW 320

COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.