WTCC GP Ungheria - Anteprima

di 21 aprile 2016, 14:00
WTCC | GP Ungheria - Anteprima

Ad una sola settimana di distanza dall'appuntamento dello Slovakia Ring, il WTCC si trasferisce in Ungheria per il terzo round della stagione 2016. Per la sesta volta il mondiale turismo è di scena all'Hungaroring, pista di casa del pilota ufficiale Honda Norbert Michelisz, sempre osannato dal foltissimo pubblico presente sulle tribune.

Considerate le prime due uscite della stagione, tutto lascerebbe presagire un weekend trionfale, ma per la prima volta quest'anno entrano in azione i correttivi anche per le altre Case oltre alla campionessa Citroën: Honda deve ora caricare ben 70 chilogrammi di zavorra in seguito ai risultati di Francia e Slovacchia (due vittorie e ben nove podi in quattro manches), mentre sulle vetture francesi sono stati confermati gli 80 chilogrammi massimi. Penalizzate anche le Lada Vesta, con 50 chilogrammi aggiuntivi.

La bilancia, dunque, torna verosimilmente a pendere verso José María López, che proprio domenica ha perso il comando della classifica generale per un solo punto su Tiago Monteiro. L'argentino si è comunque reso protagonista di una gara-2 eccezionale, vinta nonostante il distaccamento della barra antirollio posteriore che hs provocato fortissime vibrazioni all'interno dell'abitacolo della C-Elysée #37. Per sua stessa ammissione, tuttavia, quello ungherese non è un circuito a lui particolarmente gradito, avendo conquistato il successo solo l'anno scorso in gara-1 in virtù di una grande partenza.

Monteiro, leader della classifica per la prima volta dal suo esordio nel WTCC datato Olanda 2007, rischia così di vedere tragicamente concluso il suo periodo di grazia, esattamente come i suoi compagni di squadra Michelisz e Huff, rispettivamente terzo e quarto della generale. Il portoghese ha centrato un primo, due secondi ed un quarto posto, risultando inaspettatamente più veloce dei due compagni di squadra e meritando a pieno titolo la sua attuale posizione. Il palmarés di Monteiro in Ungheria comprende il doppio podio del 2014 (terzo e secondo), mentre Michelisz e Huff sono riusciti anche a cogliere dei successi.

Chi invece è nuovamente chiamato al riscatto è Yvan Muller, reduce da due weekend al limite del tragico. L'alsaziano ha racimolato appena 36 punti, ne deve recuperare 41 a Monteiro e si trova alle spalle anche di Mehdi Bennani che guida una Citroën non ufficiale. Non è certo il periodo migliore della carriera del 46enne quattro volte campione del mondo, che tuttavia in terra magiara ha conquistato già quattro vittorie e altrettante pole position e da cui, pertanto, è lecito aspettarsi finalmente un fine settimana degno dei numeri mostrati in passato.

Con 50 chilogrammi di zavorra imposti dal bureau tecnico, Lada si presenta ugualmente in Ungheria con buone ambizioni. Nick Catsburg ha sfoderato un'ottima prestazione sui saliscendi slovacchi con il terzo posto in gara-2, comandando la corsa per gran parte della sua durata fino al duplice attacco sferrato da López e Monteiro, mentre Hugo Valente e Gabriele Tarquini sono stati nuovamente protagonisti di prove altalenanti, venendo peraltro nuovamente a contatto ravvicinato all'inizio di gara-1. Sia il pilota parigino che quello abruzzese, ad ogni modo, hanno un buon feeling con il toboga di Budapest avendo conquistato un paio di terzi posti a testa.

Dall'ultimo fine settimana è uscito a testa alta anche il team Volvo, nonostante la doppia squalifica inflitta a Thed Björk per una misura non conforme dell'air restrictor (peraltro, il suddetto particolare si era addirittura ristretto a causa del calore, svantaggiando ulteriormente il pilota svedese...): il quarto posto conquistato all'ultima curva di gara-2 ha convinto i tecnici di Göteborg della bontà del progetto, in attesa che anche la fortuna assista il team scandinavo. Per Fredrik Ekblom si tratta di un debutto all'Hungaroring, mentre Björk vi corse nel 2002 in Formula 3000.

Il WTCC Trophy ha invece visto quattro successi in altrettante gare per Mehdi Bennani, che ha mancato solo la pole di Le Castellet per arrivare al punteggio pieno. I piloti gestiti dal team di Sébastien Loeb sembrano avere difatti pochi avversari, tanto che l'avversario di riferimento per il marocchino è proprio il compagno di squadra Tom Chilton. La conformazione della pista dovrebbe nuovamente andare a svantaggio di Tom Coronel e della sua Chevrolet Cruze, giunta ormai davvero al limite dello sviluppo. Incerta la presenza del team casalingo Zengő, con la nuova Honda Civic di Ferenc Ficza che è andata a fuoco domenica scorsa e il secondo esemplare che dovrebbe arrivare in tempo per questo weekend nelle mani di Dániel Nagy.

Attesa anche la terza prova del MAC3, che allo Slovakia Ring ha visto la parità assoluta tra Citroën e Honda e lo sfortunato ritiro del team Lada a causa di una foratura occorsa a Catsburg.

2016 FIA WTCC Race of Hungary - Hungaroring
Round 3/12
22-23-24 aprile 2016

Hungaroring

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 4,381 km
Giri da percorrere: 14 (gara-1), 15 (gara-2)
Distanza totale: 61,334 km (gara-1), 65,715 (gara-2)
Numero di curve: 14
Senso di marcia: orario

RECORD

Giro gara: 1:50.119 - Yvan Muller - Citroën - 2014
Giro prova: 1:48.727 - Yvan Muller - Citroën - 2014
Vittorie pilota: 4 - Yvan Muller
Vittorie costruttore: 5 - Chevrolet
Pole pilota: 4 - Yvan Muller
Pole costruttore: 3 - Chevrolet
Podi pilota: 5 - Yvan Muller
Podi costruttore: 14 - Chevrolet

ALBO D'ORO

hunalbodoro

PROGRAMMA

Venerdì 22 aprile
12:30-13:00 Test

Sabato 23 aprile
9:45-10:15 Prove Libere 1
12:15-12:45 Prove Libere 2
16:00-16:50 Qualifiche - Eurosport 2
17:00-17:30 MAC3 - Eurosport 2

Domenica 3 aprile
14:15 Gara-1 - Eurosport 2
17:15 Gara-2 - Eurosport 1


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.