WTCC GP Marocco - Anteprima

di 05 maggio 2016, 14:00
WTCC | GP Marocco - Anteprima

Il WTCC sbarca in Marocco per il quarto round della stagione 2016, sul nuovo circuito di Marrakech. Un campionato che nelle prime tre gare ha riservato uno spettacolo in pista a cui il grande pubblico non era più abituato da qualche anno, con la Citroën ancora padrona della serie ma molto meno avvantaggiata rispetto alle avversarie grazie ai correttivi introdotti dalla FIA.

Nel piovoso fine settimana ungherese, José María López ha riconquistato la vetta della classifica piloti vincendo la seconda manche dalla pole position, mentre Tiago Monteiro non ha retto il passo dell'avversario con l'aumento della zavorra sulla sua Honda Civic ufficiale. Il portoghese deve ora recuperare dodici punti sul due volte iridato, ma in Marocco le Honda possono contare su uno sconto di 30 chilogrammi nel compensation weight, pesando dunque 40 chilogrammi in più rispetto al peso originale.

In terza posizione assoluta c'è colui che affronta a Marrakech la gara di casa. Mehdi Bennani è infatti l'autentica rivelazione di questo inizio di campionato, poiché nonostante gli 80 chilogrammi di zavorra sulla sua Citroën "satellite" è sempre riuscito a salire sul podio al termine delle opening races. All'Hungaroring, Bennani ha conquistato la sua seconda vittoria in carriera, sfruttando anche l'errore strategico dei team ufficiali di Citroën e Honda, i quali hanno eccessivamente insistito sulle gomme slick quando la pista era invece completamente allagata. Dominatore assoluto del trofeo indipendenti, Bennani come detto è anche terzo nella classifica mondiale, davanti a Huff e, soprattutto, a Yvan Muller con la C-Elysée ufficiale.

Proprio Muller continua ad attraversare un periodo di crisi di risultati, avendo conquistato il suo primo podio dell'anno solo all'Hungaroring, in gara-2. I 23 punti di passivo rispetto a Bennani sono forse ciò che meglio definisce l'inizio di 2016 del quattro volte campione del mondo, apparso decisamente distratto e non competitivo come al solito. La seconda corsa ungherese ha inoltre avuto uno strascico polemico tra il francese e Robert Huff: il britannico della Honda ha tamponato Muller nel tentativo di prendersi la seconda posizione, ma lo stesso iridato 2012 si è dichiarato totalmente incolpevole, spiegando che il tamponamento è stato causato da una frenata anticipata del pilota Citroën e definendo inoltre Muller irriconoscibile e troppo focalizzato su un avversario fuori dalla sua portata (López, ndr).

Huff, poi penalizzato con un drive through e sesto al traguardo, cerca quindi il riscatto su un circuito (o meglio, in un luogo) dove per primo è risultato vincitore, nel 2009. Parlando di Honda, dente decisamente avvelenato anche per Norbert Michelisz, tanto atteso quanto sfortunato nella gara di casa in cui ha conquistato la miseria di un punto, a causa della rottura del motore nel giro di ricognizione di gara-1 che gli è costata pure la partenza dal fondo in gara-2, avendo violato il regime di parco chiuso tra le due manches.

Forte di un paio di podi e di diverse gare sfortunate, anche il team Lada riceve un alleggerimento di zavorra pari a 20 chilogrammi, pertanto le Vesta ne peseranno 30 in più rispetto alla fiche di omologazione. Nick Catsburg si è guadagnato a sorpresa i galloni di primo pilota, essendo proprio colui che ha centrato i due terzi posti per il team russo in questo inizio di stagione. Gabriele Tarquini, due volte in pole e già vincitore in Marocco, ha concluso appena la metà delle gare corse seppur con buoni spunti sia in Slovacchia che in Ungheria, dunque è auspicabile che possa disputare un weekend da protagonista, sperando che la fortuna non gli volti nuovamente le spalle.

In casa Volvo invece si sta vivendo un periodo piuttosto burrascoso. I risultati nel WTCC, a fortune alterne, stanno arrivando sia con Björk che con Ekblom, ma la Casa svedese ha appena annunciato il suo ritiro sia dal campionato australiano che da quello scandinavo, entrambi prossimi ad un deciso cambio di regolamento tecnico. L'impegno nel WTCC si preannuncia dunque massimo per Göteborg, peraltro al debutto assoluto in Marocco.

Come detto, Bennani arriva alla gara di casa da assoluto padrone del WTCC Trophy, con il compagno di squadra Tom Chilton che è riuscito quantomeno a strappare finalmente una vittoria a Budapest. Il divario tra i due alfieri del team Loeb è di 12 punti mentre il primo inseguitore è Tom Coronel, in evidenza soprattutto in Francia e Ungheria ma anche decisamente sfortunato. Sempre per quanto riguarda il trofeo indipendenti, si annovera qui il ritorno di James Thompson sulla Chevrolet Cruze del team Münnich.

Dopo sei edizioni corse su un tracciato cittadino, da questo fine settimana a Marrakech si passa ad un circuito semipermanente, lungo appena tre chilometri. Le prime prove al simulatore Citroën hanno reso parecchio scettici López e Muller a riguardo: si tratterebbe infatti di una pista parecchio lenta, con pochissimi spunti di sorpasso e nella quale, stando alle parole di Muller, si arriverebbe a malapena ad inserire la quinta marcia. Ma il verdetto decisivo arriverà dal campo.

2016 FIA WTCC Afriquia Race of Hungary - Circuit International Automobile Moulay el Hassan
Round 4/12
6-7-8 maggio 2016

marrakech

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 3,000 km
Giri da percorrere: 21 (gara-1), 22 (gara-2)
Distanza totale: 63,000 km (gara-1), 66,000 (gara-2)
Numero di curve: 14
Senso di marcia: antiorario

RECORD

Giro gara: nuovo circuito
Giro prova: nuovo circuito
Vittorie pilota: 2 - José María López, Yvan Muller
Vittorie costruttore: 5 - Chevrolet
Pole pilota: 2 - Gabriele Tarquini, José María López
Pole costruttore: 2 - Chevrolet, Citroën
Podi pilota: 7 - Yvan Muller
Podi costruttore: 16 - Chevrolet

ALBO D'ORO

maralbo

PROGRAMMA

Venerdì 6 maggio
12:30-13:00 (13:30-14:00) Test

Sabato 7 maggio
9:00-9:30 (10:00-10:30) Prove Libere 1
11:30-12:00 (12:30-13:00) Prove Libere 2
15:00-16:15 (16:00-17:15) Qualifiche - Eurosport 2 (17:00)
16:30-17:00 (17:30-18:00) MAC3 - Eurosport 2

Domenica 8 maggio
12:15 (13:15) Gara-1 - Eurosport 1
17:15 (18:15) Gara-2 - Eurosport 1

NB: tra parentesi gli orari italiani.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.