WRX Solberg torna a vincere in Gran Bretagna, VW inarrestabile

Bakkerud torna sul podio dopo l’ultima gara del 2016. 4° Loeb e 5° Ekstrom di 29 maggio 2017, 09:36 138 visualizzazioni
WRX | Solberg torna a vincere in Gran Bretagna, VW inarrestabile

In un fine settimana colmo come non mai di competizioni, la gara a Lydden Hill del campionato FIA Rallycross Championship è passata sicuramente in sordina, ma di certo non per i cultori della disciplina.
Nel “tempio sacro del rallycross”, dove si festeggiavano inoltre i quarant’anni per questo sport, è arrivata la seconda vittoria consecutiva della Polo WRX, ma stavolta è stato il turno di Petter Solberg. Il norvegese ha finalmente messo fine al suo digiuno dallo scorso anno e ha saputo dare il massimo nella velocissima pista inglese. Doppietta per la Volkswagen inoltre, dato che il nuovo capoclassifica Kristoffersson ha terminato secondo.

Prima del weekend da segnalare qualche notizia: Timo Scheider, per coincidenza con la 24h del Nurburgring, ha lasciato il posto all’inglese Andrew Jordan sulla Ford Fiesta RS del team MJP Austria; oltre ciò, René Muennich e il suo team hanno accantonato per stavolta la Seat Ibiza versione WRX, passando alla vecchia ma ancora ottima Citroen DS3 che guidava Petter Solberg l’anno scorso.

Nelle Qualyfing Heats il norvegese due volte campione WRX aveva la “qualifica perfetta” a portata di mano, dopo avere vinto le prime tre Sessioni di Qualificazione sul suo compagno di squadra Kristoffersson. Il vincitore a Mettet in Belgio però non ha mollato l’osso e ha battuto sul filo di lana il compagno di squadra nell’ultima Batteria. Come al solito si conferma il dominio Volkswagen nelle Qualifiche, forse per un’accoppiata di preparazione pre-weekend più efficiente e di abilità dei piloti. Dietro al duo della casa tedesca, si sono piazzati gli svedesi Timmy Hansen ed Ekstrom, insediati a loro volta dalle Focus RS di Bakkerud e Block. L’unica eliminazione degna di nota è stata quella di Kevin Hansen e della sua Peugeot 208 WRX, per il secondo weekend consecutivo.

Dopo una piccola e doverosa cerimonia a memoria delle vittime di Manchester, si è andato avanti verso le Semifinali. La prima con Solberg in “pole” ha visto il successo, come da pronostico, del norvegese, che sulla velocissima pista britannica sembra volare; dietro di lui si sono piazzati Bakkerud (grazie a una buona scelta di tempo sul Joker Lap) e l’Hansen rimasto, cioè Timmy. La seconda Semi è sembrata una fotocopia della prima: Ekstrom dalla prima fila ha provato con una strategia differente ad avere ragione dei suoi principali avversari, Kristoffersson e Loeb. La sua mossa l’ha favorito solo rispetto al cannibale francese, il quale però ha mostrato i muscoli (e non solo quelli) ripassandolo e terminando secondo. Davanti Kristoffersson, primo dalla pole, avrebbe affiancato Solberg.

Prima della Finale, anche in questo importantissimo weekend era prevista la Finale delle RX2 (le vecchie RXLites): Cyril Raymond si conferma il mattatore delle leggerissime macchinine RX2, vincendo per la seconda volta di fila. Secondo si è piazzato Rooke dopo un weekend difficile in Belgio, mentre terzo è arrivato Olofsson. Si vocifera di due partecipazioni del francese Raymond nel WRX in Norvegia e Canada, di certo ampiamente meritate negli ultimi due anni.

La Finale come settimana scorsa ha avuto come protagonisti i piloti della casa di Wolfsburg: Kristoffersson ha provato a giocare di contropiede, ma il campione WRC del 2003 ha evitato qualsiasi rischio anticipando a sua volta il Joker Lap e vincendo con un tempo spaventoso. Hanno completato il podio il suo compagno e un ritrovato Bakkerud, il quale però ora può fare poco contro l’ascesa del team PSRX; Ekstrom ha terminato solo quinto per una foratura, davanti solo ad Hansen vittima di un testacoda.

Nella classifica piloti la situazione davanti si evolve notevolmente: Solberg con questo weekend da maestro si porta a 117 punti, a solo 7 lunghezze dal nuovo leader di campionato Kristoffersson e a 3 dal suo rivale Mattias Ekstrom. Il mondiale sembra essere una faccenda a tre con gli altri piloti a fare da comprimari: il quarto, Hansen, è a 91 punti e il quinto, Loeb, a 81. Nella sfida a squadre la prima posizione sembra consolidata dalla Volkswagen e dal team PSRX Sweden (241 punti), anche a causa delle prestazioni degli altri membri del team EKS, Heikkinen e Nitiss. Le due seconde guide di Ekstrom stanno deludendo, tanto che l’Audi è passata terza dietro anche alla Peugeot (172 contro 166).

Tra appena undici giorni si andrà in un’altra location iconica del mondo del rallycross, il circuito Hell in Norvegia, “l’inferno” delle auto di rallycross. E’ un circuito che di solito riequilibra le differenze tra le vetture, ma riuscirà questa proprietà della pista a equilibrare il gap tra la VW e tutte le altre case? Vedere per credere.

Fonte immagine: fiaworldrallycross.com


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE