WRC Svezia: Neuville sbatte nella superspeciale, Latvala nuovo leader

Il belga domina ma la sua corsa si interrompe nella prova più facile, ora tre piloti in 16" di 11 febbraio 2017, 19:01 233 visualizzazioni
WRC | Svezia: Neuville sbatte nella superspeciale, Latvala nuovo leader

Una prova speciale apparentemente innocua, di soli 1900 metri all'interno dello stadio di Karlstad, è costata carissima a Thierry Neuville. Il belga della Hyundai, dopo un'altra ottima giornata nella quale aveva guadagnato una quindicina di secondi su Latvala, suo primo inseguitore in questo Rally di Svezia, vedeva sempre più vicino il meritato successo finale ma la beffa era dietro l'angolo: l'incidente della PS15 (l'ultima del sabato, esattamente come a Montecarlo) gli è costato la perdita della ruota anteriore sinistra e la rottura dello sterzo, dunque impossibile proseguire anche per le poche centinaia di metri che lo separavano dal traguardo. Qualora non potesse ripartire con la formula Rally2, per Neuville si tratterebbe di un altro pesantissimo zero in classifica.

Rally di Svezia che si riapre completamente. In testa c'è ora Jari-Matti Latvala, oggi più prudente rispetto a ieri nonostante la vittoria della PS13. Toyota vede quindi avvicinarsi un successo che nel WRC manca dal Rally di Cina del 1999, grazie a Didier Auriol, ma l'offensiva verrà ferocemente portata domani dal duo Ford.

Seconda posizione generale per Ott Tänak, che ha vinto le tre speciali mattutine avvicinandosi decisamente a Latvala, ora distante appena 3"8. L'estone è riuscito ad essere costantemente più veloce di Sébastien Ogier nonostante questo non si trovasse più a dover "pulire la strada" agli avversari. Si riaccende tuttavia la speranza anche per il quattro volte iridato, che ha un ritardo di 16"6 dall'ex compagno di squadra in Volkswagen.

Da quella che, col senno di poi, è diventata la lotta per la vittoria, è malamente uscito Kris Meeke. Il nordirlandese ha sbattuto nella PS14 perdendo otto minuti e scivolando al 12esimo posto in classifica. Domani la Citroën #7 potrà puntare alla zona punti, ma non è certo il tipo di risultati che la Casa francese si attende dal suo pilota di punta.

Risalgono di una posizione tutti i piloti nelle retrovie: quarto Daniel Sordo, che ha ottenuto il miglior crono proprio nella superspeciale, quinto Craig Breen e sesto Elfyn Evans. Alle spalle di questo terzetto, Hayden Paddon: ancora molta sfortuna per il neozelandese, rimasto senza servosterzo nel corso della prima speciale mattutina e dunque costretto a perdere diversi minuti anche nei due percorsi successivi; dopo il service park, Paddon è tornato a gareggiare nelle condizioni migliori ma la fiducia nella sua Hyundai i20 sembra davvero mancare in questo inizio di stagione.

Rientrato in gara e nuovamente fermato da problemi al motore durante la PS14 Lorenzo Bertelli, che ha dato oggi l'addio definitivo alla corsa scandinava. Molto meglio è andata a Mads Østberg, che è tornato a staccare buoni riferimenti cronologici (quarto assoluto di giornata) dopo la disavventura di ieri, sfiorando anche il nuovo record del Colin's Crest: il norvegese ha saltato per 44 metri, appena uno in meno del primato detenuto dal connazionale Eyvind Brynildsen.

Prosegue la cavalcata di Pontus Tidemand e della Škoda Fabia ufficiale in WRC-2. Il vantaggio del pilota di casa è aumentato fino ad oltre un minuto sulla Ford di Teemu Suninen, a sua volta seguito da vicino (appena 5"3) da Ole Christian Veiby al volante di un'altra Škoda. Settima posizione di categoria per il primo degli young driver Toyota, Hiroki Arai. Ritiro anche per il secondo italiano in gara, Simone Tempestini, vittima di un capottamento nella PS14.

Tra i molteplici episodi di questa lunga giornata si annovera anche la cancellazione della PS12 a causa delle elevatissime velocità riscontrate durante il passaggio mattutino della stessa prova. Tänak aveva infatti vinto PS9 a quasi 138 km/h di media, ritenuti eccessivi per la sicurezza di un rally su neve.

Tre le prove speciali, previste per domani, prima della conclusione del Rally di Svezia. Si comincia alle 7:55, mentre la power stage verrà trasmessa in diretta da SkySport Plus a partire dalle 12:00.

Classifica: