WRC Sardegna: prima vittoria nel mondiale per Ott Tänak!

L'estone trionfa nel Rally d'Italia su Latvala e Neuville, Ogier quinto di 11 giugno 2017, 15:30 132 visualizzazioni
WRC | Sardegna: prima vittoria nel mondiale per Ott Tänak!

Prima vittoria per Ott Tänak, che ha trionfato in un Rally di Sardegna davvero snervante per piloti e mezzi meccanici. L'estone ha assistito all'ecatombe del team Hyundai, portando a casa il bottino pieno senza commettere il minimo errore lungo i tre giorni di gara. Sul podio con il pilota della Ford M-Sport sono saliti un altrettanto impeccabile, ma più prudente, Jari-Matti Latvala e Thierry Neuville, terzo nonostante il grave problema ai freni accusato nella PS12 che gli ha impedito, a conti fatti, di raggiungere il terzo successo del 2017.

Tänak ha gestito nelle ultime quattro prove speciali l'importante vantaggio che aveva su Latvala dopo la giornata di ieri, evitando di forzare persino nella Power Stage che offriva ulteriori punti iridati. Troppo importante questo successo finale per potersi permettere un errore in vista del traguardo. 

Toyota invece ha dato ottimi segnali di ripresa. Oltre al secondo posto di Latvala si segnalano le sei frazioni, Power Stage inclusa, vinte da Esapekka Lappi, quarto nella classifica finale. Il terzo pilota del team nippo-tedesco può recriminare sui problemi ai freni patiti venerdì, senza i quali sarebbe stato in corsa per il podio fino alla conclusione: senz'altro un acquisto azzeccatissimo da parte di Tommi Mäkinen. Segnali incoraggianti anche da Juho Hänninen, che nonostante l'ennesimo errore ha mostrato anche miglioramenti dal punto di vista della prestazione pura.

Hänninen ha perso la quinta posizione proprio sul traguardo finale a vantaggio del rimontante Sébastien Ogier, che ha concluso allo sprint uno dei peggiori rally della sua carriera. Il leader del mondiale ha concluso appena due prove speciali (le ultime due) nelle prime tre posizioni, arrancando contro il terreno scivoloso del primo giorno e contro il sottosterzo del secondo. Tredici punti per lui, appena uno limato su Neuville nella Power Stage finale.

Settima e ottava piazza targate Norvegia con Mads Østberg e Andreas Mikkelsen. Il pilota del team Adapta ha perso posizioni dopo un ottimo venerdì, mentre la new entry di casa Citroën ha corso un rally prudente per prendere confidenza con la difficoltosa C3 in attesa di possibili sviluppi futuri. Protagonista della domenica anche Daniel Sordo, rientrato in gara con la formula Rally2 e arrivato a quattro decimi dal successo nella Power Stage.

Si è concluso con un altro incidente, invece, il rally di Hayden Paddon. Il neozelandese ha dominato fino alla prima speciale di sabato pomeriggio con la sua Hyundai, incappando poi in un botto che lo ha costretto allo stop immediato. Tornato in gara stamattina, Paddon ha vinto la PS16 prima di schiantarsi nuovamente nella frazione successiva ritirandosi definitivamente. Nonostante gli errori, si può dire che sia indiscutibilmente tornato sui livelli prestazionali dell'ottimo 2016.

Zona punti completata da Éric Camilli e Ján Kopecký, con il pilota M-Sport che è riuscito ad avere la meglio sulla Škoda proprio in una gara nella quale non era iscritto per la classifica WRC-2. Il francese era stato classificato inizialmente al decimo posto, alle spalle del ceco, salvo poi essere riportato davanti come conseguenza della neutralizzazione della PS17 dopo l'incidente di Paddon.

Kopecký ha quindi incassato il massimo punteggio per la categoria cadetta, staccando di due minuti e un quarto il norvegese Veiby. Primo podio per il giapponese Takamoto, davanti a Rossel e Loubet. In classifica generale poco cambia, con Tidemand sempre leader a quota 100 punti contro i 54 di Suuninen e i 52 di Camilli.

Vittoria per Yazeed Al-Rajhi nel WRC Trophy, al ritorno nel mondiale. Successo facilitato dai molteplici problemi accusati da Martin Prokop, finito fuori strada già nello shakedown e poi ulteriormente rallentato da un paio di forature e da una ruota danneggiata.

Doppietta WRC-3/JWRC per Nil Solans, che ha gestito il vantaggio sul francese Ciamin e si è preso la leadership della classifica approfittando dell'assenza di Raphaël Astier. Terzo Julius Tannert davanti a FolbRådström.

In classifica generale, Ogier mantiene il comando con 141 punti contro i 123 di NeuvilleTänak scavalca Latvala di una lunghezza e si porta a -33 dal compagno di squadra. Tra i costruttori, Ford sempre leader con 234 punti, Hyundai all'inseguimento con 197 e Toyota terza forza con 143.

Prossimo appuntamento con il Rally di Polonia, dal 29 giugno al 2 luglio.

Power Stage:

Classifica finale:

Classifica di campionato:


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.