WRC Polonia: Neuville e Tänak col brivido, Latvala out

La PS16 scuote il rally e manda kappaò la Toyota, Paddon sul podio di 01 luglio 2017, 20:49 200 visualizzazioni
WRC | Polonia: Neuville e Tänak col brivido, Latvala out

Quando una sola prova speciale può cambiare le sorti di un intero rally. Mentre il duello tra Thierry Neuville e Ott Tänak procedeva a suon di scambi di leadership e ottimi tempi su tutte le prove speciali, si è arrivati alla PS16, il secondo passaggio a Pozezdrze, laddove Sébastien Ogier ha rischiato di concludere anticipatamente il proprio Rally di Polonia stamani. La corsa ha rischiato di subìre uno scossone senza precedenti: dopo appena due chilometri (su 21), Neuville ha forato la posteriore sinistra mandando in frantumi la carrozzeria circostante della sua Hyundai; sulle stesse strade, Tänak ha perso improvvisamente l'alettone posteriore (e non è la prima volta che succede sulle Ford Fiesta, citofonare Østberg) e anche Jari-Matti Latvala è stato costretto ad uno stop per un problema meccanico.

La leadership, dopo questa incredibile frazione di gara, se l'è presa Tänak, ma è ben comprensibile come una ruota possa essere sostituita mentre l'alettone posteriore necessiti del service park per essere cambiato, a meno che il pilota non riesca a ritrovare quello perso. Da qui la rimonta di Neuville, che nelle ultime tre speciali di giornata ha rifilato oltre 17 secondi all'estone riprendendosi la prima posizione assoluta a quattro prove speciali dalla fine. A dividere i due pretendenti al Rally di Polonia ci sono appena 3"1, con la Power Stage ad assegnare ulteriori punti iridati.

Sfortuna nera per Jari-Matti Latvala. Alla guida della Toyota il finlandese è riuscito a mettere finalmente la testa a posto, dopo gli innumerevoli incidenti degli anni in Ford e Volkswagen, ma quest'anno la cattiva sorte si sta ricordando di lui troppo spesso, senza dimenticare la ancora troppo altalenante competitività della Yaris. Un podio nonché una possibile vittoria, visti i problemi dei due avversari, sfumati in una frazione di secondo. C'è da pensare che il leggendario 1000 Laghi, che Latvala ha già vinto tre volte, possa essere la gara della vita per lui.

Terzo gradino del podio ereditato per ora da un velocissimo Hayden Paddon, che oggi si è portato a casa la bellezza di tre prove speciali sfiorando la quarta nella PS18, dove è stato battuto solo da un Neuville sublime. Il neozelandese ricorderà a lungo la terribile mattinata di ieri, nella quale ha perso 39"1 dal compagno di squadra contro i 25"5 che rappresentano il suo attuale ritardo.

Sistemata la vettura dopo la botta di stamani, Sébastien Ogier ha ripreso la sua marcia ma non senza ulteriori difficoltà. Nel corso del pomeriggio infatti si è palesato qualche problema al motore della Ford Fiesta, che il quattro volte iridato si è portato dietro fino al termine della giornata. Ritardo superiore al minuto ora, ma almeno la soddisfazione di essersi rimesso alle spalle Daniel Sordo, che ha accusato anche una foratura nella PS18.

Sta procedendo per il meglio il debutto in WRC Plus per Teemu Suninen, che occupa il sesto posto assoluto davanti a LéfèbvreØstberg. Ha perso ulteriore terreno, piazzamento in top ten compreso, Juho Hänninen, che ha risolto i problemi al motore ma ha accusato a sua volta una foratura lenta. In zona punti sono così entrati Elfyn Evans, che ha completato l'en-plein di tre vittorie in tre speciali nell'arena di Mikołajki, e Andreas Mikkelsen, ancora al lavoro sulla versione "laboratorio" della Citroën C3.

Situazione ancora invariata nel WRC Trophy, con Valeriy Gorban leader e 17esimo assoluto. L'ucraino ha undici minuti di vantaggio su Raoux e 21 su Serderidis.

Sta lentamente prendendo la via della Norvegia la categoria WRC-2, con Ole Christian Veiby che nel pomeriggio ha allungato su Pontus Tidemand. Entrambi gli alfieri Škoda hanno accusato una foratura nella PS17, ma Tidemand ha avuto decisamente la peggio poiché la sua gomma è letteralmente esplosa in corsa. I due sono ora separati da un minuto. Podio più al sicuro per Quéntin Gilbert, mentre alle sue spalle Benito Guerra e Yoann Bonato si sono scambiati un paio di volte la quarta posizione, con il messicano ancora in vantaggio di due secondi esatti.

Nella WRC-3 il caos ha regnato sovrano per quasi un'intera giornata, con una classifica "falsata" per diverse speciali a causa dei problemi accusati da Fabio Andolfi, che stamattina ha rallentato i migliori piloti della categoria inferiore dopo un incidente nella PS12. Una volta "abbuonato" il tempo perduto, Nil Solans ha riconquistato la leadership (analoga situazione per il mondiale junior) davanti a Dennis Rådström, ora distante 40"1, Terry Folb e Jakub Brzeziński dopo il ritiro di Emil Lindholm.

Alle 8:10 di domani prenderà il via l'ultima tappa del Rally di Polonia, con quattro prove speciali nel corso della mattinata.

Classifica:


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.