WRC Montecarlo: Neuville è il primo leader, Ogier si difende

Si attendono notizie di uno spettatore investito da Paddon nella PS1, poi cancellata di 20 gennaio 2017, 01:10
WRC | Montecarlo: Neuville è il primo leader, Ogier si difende

Il Rally di Montecarlo e la stagione 2017 del WRC sono iniziati nel modo peggiore. Nel corso della PS1 la Hyundai di Hayden Paddon, uscita di strada a causa di una lastra di ghiaccio, ha investito uno spettatore che stava scattando delle fotografie proprio in quel punto del percorso. Mentre il pilota e il copilota John Kennard sono rimasti illesi, appaiono molto gravi le condizioni del suddetto spettatore: secondo alcuni testimoni appostati a loro volta sul luogo dell'incidente sarebbe deceduto, altri parlano di un trasporto in ospedale e di condizioni molto critiche. Si attendono comunicati ufficiali, dei quali poi renderemo ovviamente conto.

L'incidente ha causato lo stop e la successiva cancellazione della prima prova speciale, visto che la i20 #4 stava bloccando il passaggio delle altre vetture, rinviando l'effettivo semaforo verde del campionato alla PS2.

Sui quasi 25,5 chilometri che collegano Bayons e Bréziers ha prevalso un'altra Hyundai, quella del belga Thierry Neuville, che già aveva ottenuto il miglior crono nella PS1 prima dell'annullamento. Le condizioni dell'asfalto si sono rivelate molto difficili, le temperature al disotto dello zero hanno comportato la formazione di lastre di ghiaccio simili a quella che hanno tradito precedentemente Paddon. Neuville, abilissimo sull'asfalto come sempre, ha ufficialmente aperto l'era delle WRC Plus, candidandosi immediatamente come possibile vincitore del Rally del Principato.

Inizio positivo anche per il campione del mondo Sébastien Ogier, velocissimo ieri nello shakedown ma più prudente nel corso della difficile serata monegasca. Il francese ha pagato 7"8 a Neuville, senza prendere particolari rischi e badando a portare al termine della speciale la sua nuova Fiesta del team M-Sport.

Molto serrata la lotta per il terzo posto. A sorpresa, ma non troppo, l'ha spuntata Juho Hänninen al volante della Toyota Yaris del team Gazoo, staccato di 15" da Neuville. Il finnico ha preceduto Kris Meeke, su Citroën, di otto decimi, Ott Tänak di 4"4 ed Elfyn Evans di 6". Positivo, dunque, anche il rendimento delle gomme DMACK utilizzate dal gallese della Ford, al ritorno nella classe regina dopo un anno in WRC-2.

Delude Jari-Matti Latvala, solo nono al debutto sulla Toyota a 28"4 dal capoclassifica. Senz'altro brucia anche l'essere stato battuto da Craig Breen, alla guida di una Citroën DS3 in vecchia specifica: l'ottimo irlandese si è lasciato alle spalle anche Daniel Sordo, anch'egli non troppo invogliato a spingere su un asfalto insidioso.

Oltre a Paddon, stop anche per la seconda Citroën ufficiale, quella di Stéphane Léfèbvre. Entrambi potranno ripartire domani con la formula Rally2.

In classe WRC-2, subito in evidenza Andreas Mikkelsen sulla Škoda Fabia R5. Il norvegese ha staccato di 4"8 il compagno di squadra Ján Kopecký e di 6" la Hyundai ufficiale di Kevin Abbring, che tuttavia non prende punti per il campionato in occasione del Rally di Montecarlo. Bene anche il campione italiano Giandomenico Basso, quinto alle spalle di Camilli e Bouffier, ma non troppo distante.

In WRC-3 il primo leader è Raphaël Astier sulla Peugeot 208, con un vantaggio di 26"7 sulla Renault ufficiale dello svizzero Cédric Althaus. Terzo l'italiano Luca Panzani, anch'egli sulla Clio R3T gestita dalla Casa francese.

Ottimo il debutto della Fiat 124 Abarth RGT, con l'esperto François Delecour più lesto di 16"1 rispetto a Fabio Andolfi. Già fuori, invece, la Porsche di Romain Dumas.

Per domani sono previste sei prove speciali, partenza alle ore 10:11.

Classifica:


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.