WRC Galles: Evans imprendibile, Neuville supera le M-Sport

Le gomme DMACK fanno volare il gallese, il belga completa la rimonta di 28 ottobre 2017, 15:10
WRC | Galles: Evans imprendibile, Neuville supera le M-Sport

Con cinque vittorie su sei prove speciali di questo sabato mattina, Elfyn Evans ha ulteriormente incrementato la sua leadership nel Rally del Galles. Il pilota di casa sta sfruttando al meglio le gomme DMACK calzate dalla sua Ford Fiesta, che sulla terra scivolosa rendono la vettura costruita dalla M-Sport un autentico rullo compressore. Il suo vantaggio è di 47"9, un abisso se consideriamo i distacchi risicatissimi a cui il WRC "moderno" ci ha abituati.

Alle spalle del gallese si è portato Thierry Neuville, che grazie ad un ottimo giro mattutino ha ripreso e scavalcato le Ford gestite direttamente dalla struttura di Malcolm Wilson. Il caposquadra Hyundai è stato l'unico a precedere Evans in una prova speciale, la #13 per la precisione, mettendo pure un buon divario di 14" tra sé e la Fiesta di Ott Tänak.

La situazione attuale di classifica consegnerebbe ad Ogier il titolo anticipato grazie al quarto posto, ma i punti della Power Stage rappresentano un'incognita grazie alla quale il belga e l'estone potrebbero ancora tenere i giochi aperti. Il francese continua a guardarsi bene dal prendere rischi penalizzato anche da una vettura che, pur non dando particolari problemi, non riesce nemmeno a tenere il passo della Hyundai a parità di coperture. Le ultime due prove speciali della mattinata hanno comunque visto Ogier riavvicinarsi pericolosamente a Tänak, ora distante solo 3"3.

Nonostante i reiterati problemi di grip e di sottosterzo, Jari-Matti Latvala continua ad eseguire il suo sporco lavoro mantenendo la prima delle Toyota Yaris in una dignitosissima quinta posizione. Il finnico non sembra tuttavia in grado di fronteggiare l'offensiva di Andreas Mikkelsen, che avrebbe già scavalcato Latvala se non fosse stato per una partenza anticipata nella PS9 costata 10" al norvegese. Considerando solo le prime sei speciali odierne, Mikkelsen è stato secondo solo agli inarrivabili Evans e Neuville, segno che il suo affiatamento con la Hyundai i20 sta crescendo di prova in prova.

Un taglio di chicane nella PS11 è costato due posizioni a Kris Meeke, che nella prova successiva ha danneggiato l'ala posteriore della sua Citroën perdendo parte dell'efficienza aerodinamica della vettura. Il nordirlandese rimane comunque nella scia di Mikkelsen, distante 7"4, nonché di Latvala, lontano 9".

Hayden Paddon ha avuto ragione di Daniel Sordo, prendendosi l'ottava posizione nonostante una foratura nella PS9 e problemi idraulici nella PS13. Un assetto totalmente sbagliato sta invece rendendo quasi impossibile la gara di Juho Hänninen ed Esapekka Lappi, in crisi sia con il settaggio del differenziale che con quello degli ammortizzatori. Rally concluso anticipatamente per Mads Østberg, a causa di un problema elettrico.

Si è notevolmente dilatato anche il vantaggio di Pontus Tidemand in WRC-2, sempre molto veloce al volante della Škoda Fabia R5. Il riferimento dello svedese è ora Tom Cave, distante 51"7, poiché Éric Camilli ha subito una foratura scivolando alle spalle del pilota britannico. Il pilota del team M-Sport si ritrova dunque a lottare per il podio di categoria con Brynildsen e Bogie, che continuano a correre in tandem, mentre il recupero di Teemu Suninen lo vede attualmente al decimo posto con problemi allo sterzo.

Prima del service park odierno si terrà la superspeciale di Cholmondeley Castle, alle 16:45 italiane, mentre dalle nostre 19:52 si apriranno le danze per le due prove speciali notturne che concluderanno in bellezza la seconda tappa.

Classifica:


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.