WEC Le Mans: pole provvisoria per Porsche, Ford esce allo scoperto

di 16 giugno 2016, 00:48
WEC | Le Mans: pole provvisoria per Porsche, Ford esce allo scoperto

La prima sessione di qualifiche della 24h di Le Mans ha in buona parte confermato i risultati delle prove libere di questo pomeriggio. Al termine delle due ore cronometrate, Porsche ha conquistato un'altra doppietta rifilando distacchi importanti a tutte le avversarie sul giro secco, mentre tra le GT è finalmente emerso il vero valore delle nuove Ford ufficiali attraverso un perentorio 1-2.

Neel Jani è risultato di nuovo essere il pilota più veloce in pista, unico a scendere sotto il muro del 3:20 che, a detta di tanti, pareva essere insormontabile con il nuovo regolamento tecnico. I tempi migliori, principalmente per quanto riguarda Porsche e Toyota, sono stati ottenuti nei primi minuti della sessione, in assenza di traffico.

La 919 campionessa del mondo in carica ha accusato un distacco di 470 millesimi. Ad un secondo netto troviamo la prima Toyota, la #6 che negli ultimi minuti delle libere era finita contro le barriere, a sua volta più rapida di un altro secondo rispetto alla #5.

Sessione parecchio travagliata in casa Audi: entrambe le R18 non sono riuscite ad ottenere tempi competitivi, rimanendo lontane sia dalle Porsche che dalle Toyota. Per la vettura #8 le qualifiche sono iniziate in ritardo per i problemi accusati nelle libere, terminate in anticipo a causa di un passaggio troppo aggressivo su un cordolo da parte di Lucas di Grassi. Si può pensare che quella di Ingolstadt sia pretattica, ma i musi lunghi visti all'interno del box al termine delle due ore di qualifica lasciano presagire ben altri pensieri.

Tra le non ibride, la Rebellion #13 ha scavalcato al vertice la #12 grazie all'ottimo tempo di Dominik Kraihamer. Nessun tempo per la CLM ByKolles, andata a fuoco oggi pomeriggio e in riparazione in vista della giornata di domani.

Nella classe LMP2 è di nuovo il team Jota G-Drive a dettare legge grazie a Will Stevens e René Rast. Quello segnato da Rast, in 3:36.605, è il nuovo record assoluto per la categoria, un secondo più veloce del precedente primato appartenente a Tristan Gommendy e datato 2014. Quasi sei decimi di vantaggio sulla Alpine del team di David Cheng, mentre al terzo posto si è piazzata la seconda A460, la #36 del team Signatech. A completare la top five momentanea vi sono l'Oreca del team Manor e l'unica vettura motorizzata Honda, ossia la Ligier del team Shank.

Superlativa doppietta per la Ford tra le GTE-Pro, con Dirk Müller che ha migliorato sul filo di lana il tempo segnato da Ryan Briscoe qualche minuto prima. Solo la Ferrari #51 è riuscita a fermare il dominio statunitense, con il terzo posto davanti alle altre due Ford, la #67 e la #66 che partecipano al campionato mondiale. Alle spalle della 458 #71, sesta, si è piazzata la terza Ferrari ufficiale, la cui qualifica è durata però pochissimi minuti a causa di un fuoripista di Fisichella a Mulsanne, che ha causato l'unica bandiera rossa della serata. Rimangono molto staccate le altre tre Case ufficiali: Porsche a 3"7, Aston Martin a 4"1, Corvette a 4"7.

Conferma anche in GTE-Am, con Robert Bell ancora autore del primo tempo. A quattro decimi dall'esperto britannico alla guida della Ferrari del team Clearwater, ecco l'Aston Martin #98 con l'intramontabile Pedro Lamy al volante. Terzo e quarto posto per le Ferrari della AF Corse, con la #53 davanti alla #83.

Infine, riscontri più che positivi per la Morgan della Oak Racing che occupa il Garage 56. Christophe Tinseau si è permesso di precedere in classifica due vetture di categoria LMP2, risultato davvero ottimo se si pensa che la vettura, oltre ad essere datata, pesa all'incirca un centinaio di chili in più rispetto alle avversarie di pari categoria.

Doppia e decisiva sessione di qualifica prevista per domani: la prima alle 19:00, la seconda alle 22:00. Il meteo promette pioggia, situazione che ovviamente annullerebbe ogni possibilità di migliorare i tempi di oggi.

Classifica per vettura
Classifica per pilota


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.