Vettel frustrato dal degrado delle gomme

di 22 marzo 2013, 11:15
Vettel frustrato dal degrado delle gomme

Dopo aver espresso la sua frustrazione a proposito delle Pirelli 2013 durante i test di Jerez e Barcellona, Sebastian Vettel ha manifestato ancora una volta il suo disappunto dopo aver visto naufragare le sue possibilità di vincere la prima gara stagionale a causa degli alti livelli di degrado delle gomme.

Il pilota della Red Bull si era qualificato in pole per il Gran Premio d'Australia, ma dopo essere scappato via dal resto del gruppo nei primi 2 giri non è riuscito a concretizzare questo vantaggio e a scavare un solco col resto del gruppo, perdendo così due posizioni durante i tre pit stop effettuati per il cambio gomme. Anche Alonso è stato costretto a fare 3 soste, come del resto la maggior parte dei piloti, ma nonostante ciò è riuscito a chiudere la gara davanti a Vettel; entrambi tuttavia sono stati beffati da Kimi Raikkonen, che è riuscito a percorrere i 58 giri di gara cambiando le gomme solamente per due volte.

"Penso che in ogni caso siamo riusciti ad ottenere un risultato positivo, ma il nostro ritmo di gara non è stato sufficiente per battere i due piloti arrivati davanti a noi; questo fatto è collegato direttamente al degrado delle gomme. In questo weekend proveremo a trattare un pò meglio le gomme per farle durare di più rispetto all'Australia" ha detto Vettel ai giornalisti alla vigilia della seconda gara stagionale.

Il tre volte campione del mondo aveva già fatto notare durante i test che l'alto livello di degrado non aveva permesso di capire quali erano le effettive prestazioni delle varie vetture; secondo Vettel questa tematica è ancora di massima importanza, visto che le gomme al giorno d'oggi sono un fattore fondamentale nel rendimento delle vetture. "Durante gli ultimi due anni abbiamo avuto molto più degrado rispetto a quello cui eravamo abituati in passato, e dal punto di vista del pilota non è bello quando le gomme cominciano a sfuggire al tuo controllo, perchè non riesci più a controllare la macchina come vorresti", ha spiegato il tedesco, "In qualifica possiamo tirare al massimo più o meno per un giro, dopodichè dobbiamo rallentare perchè le gomme non ci permettono di continuare a spingere. Se potessi scegliere, vorrei poter spingere al massimo durante ogni giro, per tirare sempre fuori il massimo dal mio potenziale e da quello della macchina."

Vettel e la Red Bull si stanno concentrando sui problemi che potrebbero dover affrontare durante questo fine settimana: le mescole che la Pirelli porterà in Malesia saranno più dure di quelle portate alla prima gara e le temperature saranno molto più alte, mentre la superficie del tracciato di Sepang è molto più liscia di quella del cittadino di Melbourne; malgrado tutte queste differenze rispetto alla gara inaugurale della stagione, il tedesco non crede che le cose miglioreranno molto. "Durante i test la temperatura era molto bassa, e anche in Australia faceva più fresco del previsto, quindi per prima cosa abbiamo bisogno di vedere se qui ci saranno dei cambiamenti per via della temperatura" ha ammesso Vettel. "Abbiamo un determinato set-up che usiamo la maggior parte delle volte che scendiamo in pista; dopodichè facciamo delle piccole correzioni mirate per adattare al meglio la vettura a seconda del tracciato. La pista di Melbourne è molto diversa da quella di Sepang, quindi qui sarà necessario fare alcuni cambiamenti importanti all'assetto; il tracciato tuttavia non è cambiato rispetto agli anni scorsi: questo circuito è sempre stato molto esigente dal punto di vista del consumo delle gomme, quindi è bene non aspettarsi miracoli; anche questa volta il degrado sarà molto elevato."


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.