SBK GP Qatar: Rea imperiale, finale di stagione sempre nel suo segno

Il nordirlandese sembra imbattibile anche in vista del 2018. Davies secondo, Lowes terzo di 04 novembre 2017, 20:48
SBK | GP Qatar: Rea imperiale, finale di stagione sempre nel suo segno

E sono sedici i successi di Rea nel mondiale Superbike 2017. Jonathan, con la vittoria ottenuta in gara-2 oggi, porta a sei il numero di doppiette di quest’anno su tredici round disponibili, ed è una differenza quasi imbarazzante sia rispetto ai suoi principali avversari che all’intero schieramento. Il pacchetto Kawasaki-Rea anche in vista del 2018 parrebbe inarrivabile persino per il secondo classificato, sia in gara sia in campionato, Chaz Davies: il gallese ha approfittato della caduta di Sykes di questa sera e ha ottenuto così il suo miglior risultato in classifica mondiale; una magra consolazione comunque questa, vista la distanza abissale dal leader del campionato (153 punti di distacco da Rea, arrivato a quota 556). Terzo Alex Lowes oggi, che batte in uno scontro diretto il più blasonato van der Mark e fa lo stesso nella generale, piazzandosi davanti a lui in quinta posizione con un vantaggio di 21 punti.

Serata ben più grigia rispetto a ieri per Marco Melandri, sesto e mai sembrato a suo agio sulla Panigale #33, ma il terzo posto di ieri e il buon anno di ritorno devono essere un incentivo per un ulteriore miglioramento l’anno prossimo. Male Sykes, che oltre a cadere a inizio gara fa capire come l’enorme differenza tra Rea e tutti gli altri sia dovuta alle straordinarie abilità del campione del mondo, più che al semplice mezzo che guida.

Al via di questa seconda manche da diciassette giri, Laverty sfrutta bene la pole ottenuta grazie all’inversione della griglia e nelle prime due curve si porta al comando. Non è altrettanto fortunato Savadori, che parte malissimo e decade già in sesta posizione, dietro a van der Mark e alle due Kawasaki ufficiali, oltre a Davies. Proprio il gallese sembra seguire una “tattica alla Rea” e alla curva 4 supera Laverty portandosi subito al comando. L’Aprilia dell’irlandese è facile preda delle "verdone", che la superano tra le ultime due curve portandosi in seconda e terza posizione, con Rea a condurre. Male Melandri allo scatto.

Mentre è pauroso l’high-side di Torres alla curva 5 (per fortuna senza conseguenze fisiche), Rea mangia nove decimi alla Ducati davanti in un solo passaggio. Sempre al terzo giro finisce fuori Sykes, con la moto che perde il posteriore nella parte più veloce del tracciato. Gara a eliminazione come ieri, con anche l’addio di Savadori poco dopo, con la moto ammutolita sul rettilineo principale.

Rea passa al comando al quarto giro, approfittando di un’imbarcata da paura di Davies all’uscita della 5, dalla quale si salva per miracolo. È il sorpasso decisivo, poiché da questo punto della gara in poi la Kawasaki prende il largo, nonostante un’iniziale calma di Rea nel gestire il proprio vantaggio. Nel frattempo, Melandri passa il suo ex-compagno Laverty per la quinta posizione e il pilota dell’Aprilia non può difendersi nemmeno dall’affondo di Forés. Le due Yamaha intanto si avvicinano a Davies.

I giri seguenti sono pressoché di calma piatta, fino a quando Lowes raggiunge e supera, incredibilmente, il compagno olandese. Il #60 molla totalmente il colpo pochi giri dopo, mentre per la quinta posizione Forés supera Melandri per la gioia del team Barni.

Gli unici a dare brio in questa fase sono gli ex-compagni in Aprilia Guintoli e Laverty in lotta per il settimo posto, dalla quale emerge vincitore l’irlandese. Rea davanti sembra andare letteralmente a spasso all’ultimo giro e domina così anche gara-2 su Davies e su un Lowes che si rifà dalla brutta figura di ieri sera. Van der Mark quarto e Forés quinto a concludere la top five, seguiti dal nostro Marco Melandri.

La SBK si appresta ora ad affrontare un lungo e paziente inverno prima di tornare in azione, come da prassi, per i test di Jerez e poi di Phillip Island. È stata una stagione colma di dubbi su questo campionato sempre più in difficoltà nel creare interesse per fan e Case motociclistiche, ma che spera di risollevarsi grazie al cambio di regolamento della prossima stagione.

Qui i risultati di gara-2 e la classifica.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.