Rosberg nega che gli errori in gara a Monza siano stati fatti di proposito

di 08 settembre 2014, 16:02 4 visualizzazioni
Rosberg nega che gli errori in gara a Monza siano stati fatti di proposito

I due errori di Nico Rosberg, nel corso del Gran Premio d'Italia di ieri, non sono passati inosservati - e hanno scatenato qualche teoria "complottista": che il pilota tedesco abbia fatto quei due errori deliberatamente, a vantaggio di Lewis Hamilton?

Rosberg ha risposto a questi dubbi: "Sì, ho sentito queste cose, ma quale sarebbe il motivo per cui lo avrei fatto apposta? Non c'è motivo per cui il team mi avrebbe potuto chiedere di cambiare la mia posizione. L'unica cosa che può centrarci è Spa, ma quello era un errore per cui mi sono già scusato". Il team, però, nei giorni scorsi, ha preso provvedimenti per quanto successo a Spa e si parlava anche di un provvedimento - non meglio specificato - verso Rosberg. Alcuni opinionisti di alcune emittenti televisive, tra cui Eddie Jordan, avevano supposto che il provvedimento prevedesse una restituzione di punti a Hamilton, ma il pilota ha respinto le supposizioni: "Non c'è niente da restituire. Gli errori possono succedere, mi ero già scusato e ora andiamo avanti. Non c'è motivo per cui io debba fare una cosa del genere di proposito".

Toto Wolff ha risposto a Eddie Jordan e ai suoi dubbi: "Dico a Eddie che solo un paranoico può venire fuori con una teoria simile. C'era molta pressione su Nico, perché Lewis era stato molto veloce il sabato, e così anche la domenica. Chiunque cerchi di interpretare qualsiasi cosa in quest'ottica, è fuori di testa".




Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.