Quante monoposto sarebbero dentro il limite del 107%?

di 27 febbraio 2014, 13:09 11 visualizzazioni
Quante monoposto sarebbero dentro il limite del 107%?

Qualche giorno fa, Kamui Kobayashi aveva fatto notare che, dati i tempi segnati dalla Caterham in pista (motorizzata Renault), forse poteva essere meglio portare una GP2 in pista a Melbourne. Queste parole, per quanto aspre, assieme ai ben noti problemi che stanno riscontrando i team motorizzati Renault, sollevano una domanda importante: che cosa succederà nelle prime qualifiche della stagione 2014? Potrebbe anche essere possibile che parecchi team non rientrino nei limiti della regola del 107%, ritornata in vigore dal 2011.

I nuovi motori V6 turbo, assieme alle sessioni di test ristrettissime, hanno causato qualche problema, non solo alle scuderie minori, ma anche a team come Red Bull e Toro Rosso, e anche Lotus. Questi team potrebbero avere qualche serio problema a qualificarsi in Australia. Facendo una semplice ipotesi, basandosi sui tempi di Rosberg in Bahrain, ora come ora si qualificherebbero solo 14 monoposto su 22.

Gian Carlo Minardi è di quest'opinione: "È vero anche che ci sono state eccezioni in passato, ma almeno, bisognerebbe rientrare nel 107% nelle prove libere - il fatto è che a oggi, ci sono delle monoposto che fanno fatica a fare una manciata di giri di seguito".

La Red Bull, tramite Helmut Marko fa sapere, intanto, che "stiamo lavorando giorno e notte. Siamo con la Renault, per risolvere tutti i problemi".

Il problema in Red Bull, però non sarebbe solo la Renault: nell'occhio del ciclone ci sarebbe anche Adrian Newey, sotto accusa per l'aerodinamica estrema della RB10. Date le risorse economiche del team, non vi sono molti dubbi circa la risoluzione dei problemi, ma come potrà fare un team come la Caterham, che di risorse non ne ha così tante?

Intanto, anche la Toro Rosso fa sentire la sua voce, tramite Franz Tost: "È difficile capire quale sarà l'affidabilità e la performance della monoposto. Sappiamo a malapena come gestirla, avendo fatto così pochi giri. Ma sia l'affidabilità che la performance sono due grandi incognite".

 


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

1 commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.