Alessandro Secchi

SEVEN Quale giustizia per Jules?

di 26 maggio 2016, 22:50
Quale giustizia per Jules?

Tra le libere di Montecarlo, gli strascichi delle polemiche di Barcellona e il mercato in fermento, è passata quasi in secondo piano la notizia che la famiglia Bianchi ha deciso di adire le vie legali nei confronti di FIA, FOM e Marussia per l'incidente che, purtroppo, ha posto fine al sogno di Jules.

E' una notizia che mi aspettavo da un momento all'altro. Papà Philippe aveva già fatto intendere di voler vedere chiaro in una situazione con diversi lati oscuri, che però conosciamo bene. Ho sempre sostenuto che quel giorno, a Suzuka, il tutto poteva essere gestito in modo diverso, ma che gli interessi erano (e sono) talmente alti da sottomettere ogni altro aspetto.

Non posso nemmeno ritenermi fiducioso sul fatto che un giorno una verità e qualche colpevole possano venire a galla. Nel momento in cui l'ente preposto alle indagini è guidato dal direttore di gara, è evidente che non ci sia spazio per le colpe, a meno che queste non vengano addossate (com'è successo) sulle spalle di chi non si può difendere.

Si tratta di una vicenda triste: questa notizia forse stona con l'anniversario dei due anni da quella fantastica gara nella quale proprio Jules, a Monaco, aveva regalato due punti alla Marussia. Impresa che viene ricordata ancora oggi dai suoi colleghi. Forse, però, Philippe ha tentato di approfittare di questo momento del ricordo del figlio per aumentare l'attenzione sulla questione. Mi pare di capire che, però, sia stata un po' snobbata. Non potrebbe essere altrimenti...

Non so in quanti lo appoggeranno pubblicamente in questa vicenda. Ci sono dei leggeri conflitti di interessi nel mettersi contro chi gestisce tutto il baraccone, ed è difficile ottenere il sostegno di chi ne fa parte.

Sinceramente non so nemmeno se ne sia valsa la pena. Perché per quante risposte la famiglia potrà ottenere, non saranno mai sufficienti a cancellare il dolore. 

La realtà, alla fine, la conosciamo tutti.

 


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.