Alessandro Secchi

SEVEN Tutto pronto ad ABBUDABBI

Pronti i fuochi d'artificio per illuminare il Re 2016 di 26 novembre 2016, 20:00
Tutto pronto ad ABBUDABBI

Dai, ci siamo.

Tra circa 20 ore conosceremo il nome del Campione del Mondo 2016. In queste due settimane si sono consumate forse le gufate più fragorose dell'era moderna della F1. Tifosi di Hamilton che tifano Rosberg nei sondaggi, tifosi di Rosberg che fanno lo stesso, corni rossi, gatti neri lanciati in pista e quant'altro.

Speravo in qualche segnale distensivo ma mi pare di capire che la situazione è quanto più delicata possibile intorno al box della Mercedes. Luigino minaccia libri scottanti quanto il motore di Sepang, Lauda promette di replicare con un libro "ancora più grosso". Wolff non esclude problemi di affidabilità ma al tempo stesso utilizza le mani per gli scongiuri più aggressivi. Qualsiasi evento anomalo dovesse verificarsi domani, se ne parlerebbe da qui a marzo come minimo.

Forse è proprio il buon Bernie che si aspetta il colpo di scena alla luce dei riflettori nel deserto. Beh, già essersi scandalosamente schierato dalla parte di Lewis "perché è più mediatico" è sintomatico di come ormai il vecchio veda questo carrozzone. Avesse detto "perché ha più talento", cosa comunque vera, avrei condiviso di più la motivazione pur non accettando in ogni caso una dichiarazione simile con questa tempistica. Sarà stato contento Nico.

Eh, Nico: il suo problema non è tanto quello di arrivare terzo. Perché se vince il titolo arrivando sul gradino più basso del podio sarà ricordato per sempre come un tremendo sculato, alla faccia delle nove vittorie. Per legittimare il titolo deve vincere anche la gara e mettersi dietro Hamilton, che oggi la sua pole sobria l'ha fatta un'altra volta. Si fa una gran fatica a ricordare l'andamento del mondiale, e il fatto che l'ultima striscia positiva di vittorie sia quella di Lewis mette il biondo n una posizione scomoda, quella di chi sta facendo il compitino come la formica, cosa tra l'altro molto saggia. A vittorie invertite e stesso punteggio, la prospettiva di entrambi e di chi vede il tutto da fuori sarebbe sensibilmente diversa.

Detto questo, ribadisco quanto scritto una settimana fa. Spero che alla fine Nico ce la faccia, ma sono sempre più convinto che la spunterà Lewis.

Di sicuro, chi ha vinto il suo mondiale, è chi è riuscito a portare un cartone da grandi spedizioni ad Abu Dhabi da usare come telo per salutare Felipe e Jenson, ignorantemente attaccato con lo scotch ai vetri di non so quale posto. Io non so chi tu sia, ma se spesso si dice "uno schiaffo alla miseria", questo è "un affronto allo sfarzo". Sei il mio idolo.

A domani.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.