Alessandro Secchi

SEVEN Pillole da test

Qualche considerazione fast sui primi quattro giorni della nuova era della F1 di 04 marzo 2017, 17:45
Pillole da test

Per rientrare un po' in allenamento, qualche considerazione al volo sulla prima tornata di test di Barcellona.

Ferrari | Mica male l'inizio. Occhio a non esagerare con l'entusiasmo, che sappiamo bene che chi si loda s'imbroda, ma lo start non è per niente male. SF70-H parsa affidabile e quel tempo di Seb 2 decimi peggio rispetto a Bottas, con due mescole di svantaggio, è un segnale discreto (attendiamo ancora per definirlo buono). 

Bottas | Il ghiaccio è rotto. Un solo errore nei test, miglior tempo totale, stakanovista in fatto di chilometri percorsi. Si è calato nella parte di colui che, col contratto a termine, deve dimostrare da subito di essere preparato e in linea con le aspettative.

Mercedes | L'anno scorso hanno sbertucciato tutti girando per tutte le sessioni solo con le gomme medie. Si sapeva già come sarebbe andato l'anno. Questa volta hanno optato per una strada diversa, nascondendosi molto di più. Si tratta anche di nuove vetture e nuovi riferimenti da prendere. Occhio a darli per vincenti per partito preso. Sappiamo bene che ad ogni cambio di regolamento corrispondono degli scossoni.

Giovinazzi | Contento per lui. Un po' sfortunato al primo giorno per la PU da cambiare, ma poi s'è rifatto con gli interessi. 700 km, zero errori a parte un innocuo testacoda, lavoro svolto bene, benissimo. Speriamo che possa avere altre occasioni.

Raikkonen | Due volte migliore di giornata, 900 km percorsi, tempi buoni. Soprattutto, contento della macchina. Potrebbe essere l'ultimo anno, e dato che è il decimo anniversario dell'ultimo titolo Ferrari, a nome suo, sarebbe bello per lui, nel caso, chiudere bene. 

Force India | Quasi più brutta in movimento che dal vivo, ma il parere estetico conta quello che conta, cioè poco. In sordina, come succede spesso durante i test invernali: quindi non mi stupirei, per dire, in Bahrain, di vedere Perez bazzicare nelle zone alte della classifica come gli piace fare. Sono curioso di vedere Ocon all'opera con una vettura adatta a combattere.

Renault | A parte che la R.S.17 a me piace molto, nei tempi e nei chilometraggi la nuova vettura è in linea con quanto fatto da Red Bull. Ok che sono test, ma come linea indicativa direi che non sono messi male soprattutto rispetto allo sfacelo dell'anno scorso, quando boccheggiavano con i resti della Lotus. 

Toro Rosso | Fosse veloce quanto bella, per quanto mi riguarda Sainz e Kvyat potrebbero giocarsi il mondiale. Un impatto visivo totale, soprattutto con queste linee. E, aggiungo, senza pisellino sul muso, unica insieme alla Mercedes. Detto questo, mi aspettavo meglio sotto il profilo dell'affidabilità: ultima per chilometri percorsi, troppi problemi con la PU Renault. Spero vivamente si tratti di intoppi temporanei.

Mclaren | Stendere un velo pietoso, please. Totalmente inaccettabile quanto visto nella prima sessione. Dopo quattro anni di lavoro (incluso quello precedente al debutto, direi) non è concepibile che si sia ancora a questo (non) livello. Mi auguro che Fernando, nel caso di prestazioni disastrose ad inizio anno, abbia la possibilità contrattuale per slegarsi seduta stante da un eventuale ennesimo flop. Attendiamo settimana prossima, ma qualcuno deve avere già i brividi a Woking.

Stroll | Non il debutto che ci si aspettava. E qui torno ad un discorso fatto tempo fa: dopo quello che papà ha speso per permettergli di testare ovunque per un anno intero, non ti aspetti tanti errori nei primi giorni. Che la Williams, poi, non si tuteli portando abbastanza parti di ricambio e sia costretta a rinunciare per questo motivo ad un'intera giornata di test, mi sembra quasi da dilettanti.

Red Bull | Spoglia, senza ali, quasi banale. Poi pensi che l'ha disegnata di Newey e ci ripensi: e se lui non avesse bisogno di alette o deviatori vari? Poi vai a leggere la lista delle velocità massime e te la trovi ai primi posti. Occhio che se la PU Renault (TAG, ok) funziona...

Nico Rosberg | Si presenta a Barcellona andando a vedere anche i risultati del suo scossone, oltre che quelli degli ingegneri: c'è da abituarsi alle immagini di lui in borghese nel box Mercedes con Bottas al volante della sua monoposto. Sui social, invece, c'è ancora chi non ha digerito la fine del mondiale 2016 e gli dà del senza palle. Al di là di tutto, lui ha rinunciato a qualche milione di € per portare a spasso una F1, tanti altri credo si venderebbero i parenti per molto meno.

Nuove F1 | Sarà che non ne potevo più degli stendipanni al posteriore, ma a me queste 2017 anche dopo averle viste in movimento sembrano meravigliose, filanti, equilibrate. Guardandole da dietro, come la RB13 in copertina, addirittura quasi esagerate. Di sicuro, due step sopra rispetto ad un 2016 che sembra quasi lontano.

Camera car | Ho visto sui social un giro di Barcellona ripreso dal camera car di Lewis. Mi sono chiesto più volte se stesse frenando o facendo finta. Queste auto sono semplicemente mostruose. Là dove prima parzializzavano, ora vanno full. Un'altra categoria.

Sì ai video | Liberty Media ha dato l'ok alla pubblicazione di immagini e piccoli video quasi live sui social. Un miracolo rispetto al rischio di manette con la precedente gestione. Mi auguro che l'apertura dei nuovi padroni verso Internet sia totale e permetta di fruire a tutti dei contenuti della F1, possibilmente creando una vera alternativa alle televisioni.

Buon weekend.

PS: abbiamo aggiornato il tabellone completo dei test, dategli un occhio...


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE