Seven

IL BLOG DI ALESSANDRO SECCHI

Alessandro Secchi

Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per lavoro, blogger per passione. Curioso di talmente tante cose fin da piccolo da non sapere ancora cosa fare da grande. Intanto il tempo passa...
Autore de "Il mio Michael", il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie" per 20 anni di emozioni su pista. #KeepFightingMichael, sempre!

twitter http://twitter.com/alex_secchi
facebook https://www.facebook.com/alessandro.secchi.p300

Valencia, sei anni dopo: Robert is back... Bentornato! 115 giri al ritorno al volante di una Renault F1. Il cerchio si è chiuso

Si può proprio dire che questa è la storia del cerchio che si chiude. Valencia, come allora. Una Lotus, Renault o quel che è, come allora.  Oltre sei anni dopo il suo ultimo test da pilota titolare Robert Kubica è tornato al

1147 visualizzazioni Continua

Migno, Pasini, Dovizioso: the italian job Al Mugello, davanti ai propri tifosi, una straordinaria tripletta italiana

C'è qualcosa di meraviglioso in questo selfie, per quanto io non sia amante del genere: il fatto che le coincidenze abbiano fatto sì che le tre vittorie italiane di oggi siano giunte proprio nel nostro paese, davanti ai nostri tifosi,

1300 visualizzazioni Continua

Lo schiaffo del Dovi: dall'angolino al gradino più alto Doveva essere il secondo di Lorenzo, ora è la prima guida Ducati. Ed ora?

Circa un mesetto fa il podio di Jorge Lorenzo a Jerez mi aveva fatto sperare (per lui, più che altro) che il bandolo della matassa fosse stato trovato, nonostante una gara anomala nei risultati. Effettivamente quella rondine non ha fatto

837 visualizzazioni Continua

Fernando e la maledizione della prima Woking Dal 2007, anno del primo passaggio in Mclaren, scelte sbagliate ed occasioni sfumate a fronte di un talento incontestabile

Guardando interdetto il fumo uscire dalla sua DW12 numero 29 a venti giri dal termine della tanto sognata 500 miglia di Indianapolis, ho pensato che evidentemente sulla strada di Fernando Alonso deve esserci un ostacolo difficile da superare. Un'avventura così,

799 visualizzazioni Continua

La volta buona Dopo dieci anni è arrivato il treno giusto per tornare sul tetto del mondo

Fa sorridere come le aspettative di inizio anno, viste qualche mese dopo, siano spesso ribaltate. Sono di appena una stagione fa i titoloni in pompa magna su una Ferrari pronta a fare scacco matto alla Mercedes, e di sole poche

875 visualizzazioni Continua

Che meraviglia, quando i vecchi ti regalano il colpo da maestro La pole di Kimi è sublime emozione dopo anni di critiche e sberleffi. Bravo!

Giusto ieri, anzi stanotte, ero qui a ricordare quella pole di cinque anni fa che consegnava Schumi alla storia per l'ennesima volta. Oggi sono qui ad esaltare un altro vecchietto: non proprio la stessa età (38 da compiere ad ottobre),

1297 visualizzazioni Continua

26 maggio 2012: Monaco, un dito alzato, una pole negata ma incancellabile L'ultima pole di Michael, non conteggiata ma per sempre sua

Un dito alzato al cielo, un guanto rosso che indica l'azzurro. 1:14.301, il tempo della pole non pole, quella non conteggiata ma che tutti ricordano. Tifosi, appassionati, avversari, detrattori. Il 26 maggio 2012 è il giorno in cui la Formula

2716 visualizzazioni Continua

Un addio troppo amaro. Ciao, Nicky Tristezza, sgomento, impotenza: così è difficile da accettare

Il distacco da qualcuno che amiamo o apprezziamo è tragedia in sé, racchiusa in quella parola che tanto fa male solo al pensiero. Per chi è appassionato di motori, semplice spettatore o addetto ai lavori che sia, il distacco fa

1081 visualizzazioni Continua

Da Dixon a Fernando, passando per Bourdais. Alla Indy l'attenzione che merita Grazie (soprattutto) alla presenza di Alonso, la 500 miglia godrà di un audience da record

Nella due giorni di qualifiche della 500 miglia di Indianapolis si è visto tutto: un poleman straordinario come Dixon, il primo vero confronto di Alonso con i suoi avversari d'oltreoceano, il botto clamoroso di Bourdais. Il punto cardine per capire

387 visualizzazioni Continua

La pollata (Osvaldo) di Rossi. Gli errori sono errori, punto Dopo una gara perfetta arriva il doppio errore che non ti aspetti: giusto riconoscerlo, sbagliato difenderlo a priori

C'era una volta in cui Valentino Rossi festeggiava con un amico vestito da pollo... appollaiato sulla sella della sua Aprilia. Fine anni '90, secoli fa. Da lì nacque la sponsorizzazione goliardica della Polleria Osvaldo, con tanto di cappellino da sfoggiare

1364 visualizzazioni Continua

Quelle parole troppo simili Nicky Hayden lotta per la vita e la mente torna ad un altro giorno tragico

C'è una sconsolante somiglianza che si fa spazio tra i primi bollettini medici sulle condizioni di Nicky Hayden. Così come c'è un qualcosa di tragicamente crudele in quegli incidenti che coinvolgono professionisti dello sport motoristico che hanno vissuto anni sul

3299 visualizzazioni Continua

Liberty risveglia i Media: e se il futuro fosse Internet? I nuovi padroni lanciano video sui social come non si è mai visto. Anteprima dello streaming?

Immaginate una F1 via streaming. Certo, magari a pagamento, ma con quote popolari ed accessibili che non richiedano abbonamenti e diano libertà di scelta sul singolo evento o sull'intero campionato. L'arrivo di Liberty Media ha risvegliato... anzi, svegliato, la parte

826 visualizzazioni Continua

Più lotte, meno sanzioni, fan più coinvolti. Siamo (quasi) fuori dal tunnel I piloti sono più liberi di osare e Liberty Media sta procedendo nella direzione giusta

La nuova era della Formula 1, dopo cinque gare, piace e soddisfa. Merito anche di una Ferrari in piena lotta per il titolo, ma non si tratta dell'unica giustificazione ad un'inversione di tendenza che si attendeva da anni. Abbiamo digerito

2711 visualizzazioni Continua

Quella bandiera spagnola... Alonso sventola la bandiera del suo paese al termine del GP. Semplice saluto o qualcosa di più?

A quest'ora Fernando Alonso sarà sicuramente in viaggio verso gli Stati Uniti direzione Indianapolis, dove domani si calerà nell'abitacolo della sua Indycar del team Andretti per le prove che precedono le qualifiche della 500 miglia che si correrà tra due

1382 visualizzazioni Continua

Se il rosa è shocking per i punti... La Force India stupisce tutti, il colore è la minore motivazione

Quando l'hanno presentata con la sua livrea definitiva rosa shocking, in onore dello sponsor austriaco BWT, non nego di aver storto un po' il naso così come successo un po' in tutto il mondo mediatico del motorsport.  Ovvio che si

1567 visualizzazioni Continua