Alessandro Secchi

SEVEN Niki Lauda: prendere o lasciare!

di 08 luglio 2015, 20:15
Niki Lauda: prendere o lasciare!

Se non ci fosse, Niki Lauda, bisognerebbe inventarlo. Uno dei miei rimpianti (ma non è colpa mia evidentemente) è quello di non essere nato 25 anni prima e aver avuto l'opportunità di vederlo dal vivo in pista, il buon austriaco. Purtroppo, chi ha la mia età ed è della mia generazione, ha la possibilità unicamente di apprezzarne le gesta verbali e comunicative.

D'altronde, in F1, almeno una persona che dica quello che il cervello pensa senza essere filtrato dagli addetti stampa ci vuole, e l'arzillo Niki è esattamente quello che fa al nostro caso. Spesso si lascia andare a dichiarazioni che fanno scalpore. Puntualmente, poi, arrivano le scuse, personali o per voce di qualcun'altro, e la polemica rientra. Quando poi le interviste sono in italiano, il buon Niki quando deve dire qualcosa non cerca termini complicati ma, utilizzando il suo italiano ancora zoppicante, usa il primo termine che gli passa per la testa.

L'ultima dichiarazione in ordine di tempo è quella di qualche giorno fa, rilasciata alla Bild, dedicata alla Ferrari, capace solo "di fare spaghetti" invece che vetture vincenti. "Se la Ferrari fa solo spaghetti che colpa ne ha la Mercedes?" la dichiarazione intera. Se Per carità, rispetto all'anno scorso, quando disse che la F14T era una "merda", il giudizio è cambiato in positivo. D'altronde, si sa che in Italia si mangia bene. Come si sa che la F14T era buona solo, probabilmente, in retromarcia.

Questa volta è intervenuto Toto Wolff, il boss Mercedes, a scusarsi personalmente per le dichiarazioni di Lauda, ma sappiamo che Toto è un gentleman e deve mantenere un po' di ordine. Ma il buon Lauda è così. Vi ricordate quando disse, nel 2001, che le F1 ormai potevano guidarle anche le scimmie? Ecco quando testò una Jaguar a Valencia, un anno dopo quella dichiarazione, come andò a finire:

Insomma, Niki è così: prendere o lasciare! Io me lo tengo, non so voi.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

1 commento

Prendi parte alla discussione
  1. Griforosso
    #1 Griforosso 10 luglio, 2015, 00:41

    Io invece dico BASTA di Lauda e delle sue uscite alla membro di segugi o. E' una persona adulto (spero) che si ritiene uno che sà e che ha delle opinioni che ritiene siano La Verità o che gli si avvicinano così tanto da non essere criticabili. NO assolutamente, BASTA. Questo Campione di sproloqui deve anche ricordarsi che esiste una qualcosa chiamato "Educazione", sopratutto se quando si esprime si riferisce ad una moltitudine di persone o, addirittura, ad un Popolo intero. Parole come "Merda" forse le usa perché la sua bocca ne mastica di tali sostanze ? E forse le proprie idee e parole le coltiva e, quindi, concima con questa parolina che in Francese, più elegantemente, recita "Merde" (sembra il plurale della parola italiana). Non basta essere stato campione del Mondo per essere credibile e, quindi, NON SI DEVE dare troppo spazio e credito alla sue uscite che di VERO hanno ben poco. Mi ricordo, e ricordo dovesse esserselo scordato, che fu un Tedesco, se non erro, a farlo mandar via dalla Ferrari. E, guarda caso, da li a poco in Ferrari iniziò quella splendida stagione che portò 11 Mondiali in 5 anni. Ma perché dobbiamo costruirci la convinzione del fatto che se uno si chiama Lauda, Stewart, Agnelli, Berlusconi, D’Alema, Montanelli, Biagi (e fate Voi, cercate personaggi, Piloti e non Piloti, che sono famosi, intellettuali compresi) si deve star lì a dare importanza anche quando dicono delle bestialità. C’è un Premio al Mondo che rappresenta il Massimo dell’eccellenza, è il Premio Nobel. Bene tale premio è stato riconosciuto anche a persone come Kissinger o quel Capo di Stato Israeliano di cui al momento mi sfugge il nome. Persone che con le loro politiche di aggressione hanno provocato migliaia di morti. E con questo credo di aver spiegato la mia idea sulle uscite verbali dei personaggi famosi .

Solo gli utenti registrati possono commentare.