NASCAR Martin Truex Jr. rimonta e vince a Chicago!

Nonostante una penalità a inizio gara, il pilota del Furniture Row ripete il successo del 2016 di 18 settembre 2017, 03:05
NASCAR | Martin Truex Jr. rimonta e vince a Chicago!

La storia si ripete a Chicago per il terzo anno consecutivo: un pilota in difficoltà nei primi giri finisce in victory lane! Era successo a Denny Hamlin nel 2015 (testacoda) e a Martin Truex Jr. nel 2016 (foratura) e quest'anno Truex ha ripetuto la vittoria dell'anno scorso nonostante una penalità per velocità eccessiva ai box - per sole 0.06 miglia all'ora - al giro 39. Con questo trionfo il pilota della #78 accede automaticamente al secondo round dei playoff, fatto che comunque non era in discussione dato il vantaggio accumulato durante la "regular season".

La gara

Dalla pole, ottenuta con netto vantaggio su tutti gli altri, parte Kyle Busch a confermare il dominio Toyota tanto criticato da Brad Keselowski in settimana. E il pilota della #18 del Joe Gibbs Racing guida senza difficoltà tutta la prima stage, ma dietro molti dei piloti in corsa per il titolo incappano in vari problemi.

La prima vittima è Ricky Stenhouse Jr., che dopo 30 giri si appoggia al muro in curva 3 e per rientrare ai box commette una infrazione; una ulteriore penalità nel finale di gara lo costringerà al 25° posto. Nel giro di soste di metà stage a finire nella tagliola dei commissari sono addirittura in cinque, ma i nomi di peso sono quelli di Truex, Austin Dillon ed Erik Jones. A fare la differenza è il fatto che, nonostante la penalità, il pilota della #78 rimane a pieni giri, seppur 16°, mentre gli altri finiscono doppiati.

A resistere nella prima stage a Kyle Busch ci sono Kevin Harvick e Chase Elliott, mentre Truex alla partenza della seconda stage è già ai margini della top10. Dopo la bandiera verde, un altro colpo di scena: Kyle Busch deve tornare ai box per una ruota malfissata. Per lui dopo il danno anche la beffa: i meccanici commettono una infrazione e Busch deve scontare un drive through, perdendo così due giri. Non riuscirà a recuperarli e concluderà 15°. Con il senno di poi la decisione del Joe Gibbs Racing di promuovere la crew della vettura di Suarez per questi playoff e assegnarla a Kyle Busch non è stata una buona scelta.

A dividersi il comando della seconda stage sono Kevin Harvick e Chase Elliott il quale, dopo molte gare in ombra, torna in testa ad una gara grazie ad una sosta molto veloce. Il pilota della #24 vince la seconda stage davanti ad Harvick e a Truex che, un passo alla volta, ha recuperato la sua posizione iniziale.

L'inizio della stage finale vede un altro dei piloti dei playoff in difficoltà: Jamie McMurray finisce in testacoda dopo una leggera toccatina ricevuta da Newman; per lui nessun danno. Alla ripartenza Harvick è in testa così come era successo all'inizio della seconda stage, ma Truex in pochi giri è dietro di lui. A 78 giri dalla fine arriva il sorpasso decisivo per la gara.

L'ultimo giro di soste cambia poco (solo Kurt Busch prende una penalità) e neanche una caution per un testacoda di Erik Jones impensierisce Truex che va a prendersi la vittoria con ben 7" su Elliott. Completano la top5 Harvick, Hamlin - nella top5 per tutta la gara - e Larson. Seguono Keselowski e Logano, alla prima prestazione convincente di squadra dopo qualche mese, Johnson, Kenseth e McMurray, in grado di recuperare dopo il testacoda. Le lunghe fasi di green (solo quattro le caution, di cui due per la fine delle stage) hanno selezionato il gruppo, lasciando alla bandiera a scacchi solo 12 vetture a pieni giri, con Blaney e Suarez ultimi a resistere al dominio iniziale di Kyle Busch e finale di Truex.

Con la vittoria il pilota del Furniture Row è automaticamente qualificato al secondo round, mentre Larson e Harvick hanno messo una seria ipoteca sul passaggio del turno. In coda ancora tutto da decidere.

Le altre categorie

Venerdì notte, a Chicago, gran finale della regular season per la Truck Series con Ryan Truex (partito dalla pole) e Ben Rhodes a contendersi l'ultimo posto per i playoff. A causa di una penalità e di una sosta supplementare, Rhodes è sempre stato costretto ad inseguire il rivale e, dei sette punti che aveva all'inizio della gara, prima della stage finale a Ben ne erano rimasti solo due. Truex ha prevalso sul rivale per lunghi tratti, ma alla fine è arretrato in quarta posizione mentre Rhodes ha rimontato dalla 15esima alla sesta posizione finale. Il risultato dopo 16 gare ha visto così chiudere Rhodes e Truex a 544 punti; a decidere è stato il risultato di Pocono dove Rhodes ha chiuso secondo proprio davanti a Truex, beffando così il fratello minore di Martin. Johnny Sauter ha vinto la gara ma Christopher Bell ha conquistato la regular season. I playoff partiranno con questa classifica.

Gara con poche emozioni, almeno all'inizio, in Xfinity Series dove - a meno di grosse sorprese - i 12 piloti qualificati per i playoff erano già noti. A dominare le prime due stage è stato Erik Jones, prima di una penalità all'inizio della stage finale. A prendere il comando è stato dunque il rookie Cole Custer, bravissimo nel resistere al ritorno di Kyle Larson per lunghi tratti della gara. A decidere la corsa è stato un incidente a 15 giri dalla fine, quando - dopo una ripartenza - Erik Jones ha mandato a muro Ryan Blaney, coinvolgendo anche l'incolpevole Custer. Ad uscire incolumi dal polverone sono stati Justin Allgaier e Elliott Sadler, con il primo che ha conquistato la gara, mentre il secondo la regular season. Con l'inizio dei playoff, la classifica si ricompatta con Byron, Allgaier e Sadler in vantaggio sugli altri.

I risultati odierni

La classifica della "Tales of the Turtles 400"

La classifica generale

Questa la classifica generale dopo la prima gara del primo round.

I prossimi appuntamenti

Domenica prossima la Cup Series andrà in scena in New Hampshire, preceduta il giorno prima dalla gara Truck per l'inizio dei playoff. Sempre sabato, ma in Kentucky, inizia la post-season anche per la Xfinity Series.

Immagine: Nascar.com/GettyImages


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

2 commenti

Prendi parte alla discussione
  1. Boscagoo
    #1 Boscagoo 13 novembre, 2017, 10:57

    Domanda da ignorante: "Jamie McMurray finisce in testacoda" e ha preso la via dei box. Non poteva continuare direttamente? Oppure voleva controllare che tutto fosse apposto?

    • Gabriele Dri
      Gabriele Dri Author 13 novembre, 2017, 13:45

      Ho rivisto il video e ho notato che la anteriore destra era forata. Comunque quando in Nascar i piloti vanno in testacoda, vanno sempre ai box perché le gomme sono spiattellate e praticamente da buttare. Inoltre non hanno niente da perdere: col testacoda sono finiti in fondo al gruppo e con una sosta non perdono ulteriori posizioni.

Solo gli utenti registrati possono commentare.