MXGP 2017: si riparte!

Un mondiale che si preannuncia fantastico. di 24 febbraio 2017, 09:08
MXGP 2017: si riparte!

Quello che tra poche ore partirà sul circuito di Losail (accanto a quello delle MotoGP) in Qatar potrebbe rivelarsi un campionato della MXGP senza precedenti. Un attesa "simile" si era vissuta nel 2015 quando Ryan Villopoto arrivò in Europa dopo aver dominato nel supercross americano per sfidare Tony Cairoli.

Un'attesa che purtroppo durò solamente poche gare a causa dell'infortunio dell'americano durante il GP del Trentino con conseguente ritiro dalle competizioni.

Quest'anno ci sono tutti i presupposti per divertirsi, con piloti di qualità e soprattutto dal palmares importante. Il nostro Cairoli dopo 2 stagioni travagliate arriva all'appuntamento del Qatar con in tasca i titoli ottenuti negli Internazionali d'Italia ma soprattutto con una condizione psico-fisica molto elevata, cosa che gli era mancata negli ultimi anni e che ne aveva condizionato il rendimento. La sua KTM 450 ha raggiunto un elevato livello di competitività. Per il nostro Tony la sfida per conquistare il nono titolo iridato è ufficialmente partita.

Chi vuole confermarsi è il campione del mondo in carica Tim Gajser. Il  quasi 20enne pilota Honda ufficiale dopo aver vinto il titolo della MXGP da "rookie" ha tutte le carte in regola per restare il numero 1 della categoria. Honda gli ha messo a disposizione ogni mezzo a propria disposizione per confermare la vittoria della scorsa stagione. Per lui sarà davvero importante dimostrare da subito di essere il più veloce tenendo conto degli avversari che quest'anno dovrà affrontare.

Il campione del mondo 2015 Romain Febvre con la Yamaha ufficiale del team Rinaldi proverà a tornare ai fasti di 2 stagioni fa dopo un 2016 che lo ha "limitato"a causa di un infortunio. Tra i fantastici 4 che potrebbero giocarsi il titolo il francese sembra essere quello meno competitivo ma guai a sottovalutarlo soprattutto in determinate fasi di gara dopo riesce a tirare fuori spesso qualcosa in più.

Il vero "crack" della stagione però potrebbe essere Jeffrey Herlings. Il 3 volte iridato della MX2 ( potevano essere 5 se non avesse buttato al vento a causa infortuni 2 campionati) è salito finalmente di categoria, dando già la dimostrazione agli Internazionali d'Italia di essere velocissimo. Peccato però che una caduta gli abbia procurato una frattura alla mano che però sembra non potergli condizionare il week-end del Qatar.  L'olandese se riesce a "limitare" la sua aggressività in pista che spesso gli ha causato degli infortuni anche piuttosto seri è sicuramente il candidato principale alla vittoria del titolo.

La KTM per non lasciarselo sfuggire ( era in trattativa con Honda) gli ha rinnovato il contratto con una cifra da record per un pilota di motocross.

Un altra schiera di piloti ufficiali è pronta per inserirsi nella lotta al vertice; i 2 della Kawasaki Desalle e Tixier, Nagl Paulin e Anstie (Husqvarna) , Bobryshev (Honda), Van Horebeek (Yamaha) e le Suzuki di Strijbos e Jasikonis.

Purtroppo la stagione 2017 ha anche una novità non positiva per noi appassionati. Mediaset non ha rinnovato il contratto per vedere in "chiaro" le gare, mentre Eurosport trasmetterà solamente gara-2. Per chi invece volesse seguire tutta la stagione c'è la possibilità di abbonarsi a 129euro sul sito mxgp-tv.com oppure di comprare l'evento singolo a 7.99euro.

Immagine copertina: motocross.it


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE