MOTOMONDIALE GP Italia - Anteprima

di 19 maggio 2016, 14:00
Motomondiale | GP Italia - Anteprima

Finalmente ci siamo. A partire da domani mattina si accendono i motori sul tracciato del Mugello, dove il Motomondiale disputa il suo sesto round della stagione 2016. Il Gran Premio d'Italia, anche quest'anno, può regalare davvero tantissime emozioni ai nostri colori, poiché in tutte e tre le classi vi sono chance di portare a casa la vittoria finale.

La gara di Le Mans di due settimane fa ha rovesciato le sorti della classe MotoGP, con Jorge Lorenzo nuovo leader in seguito alla scivolata di Marc Márquez, che a sua volta si stava giocando un importante piazzamento sul podio. Le tante cadute registrate in Francia (ma, in generale, durante tutto il corso della stagione finora) hanno nuovamente sollevato le polemiche riguardanti le nuove gomme Michelin: alcuni le definiscono pericolose a causa dello scarso grip, ma l'impressione è che in realtà queste siano semplicemente molto differenti rispetto alle Bridgestone del periodo 2009-2015 e che il fornitore francese abbia svolto un ottimo lavoro dopo gli spiacevoli episodi di Sepang e Termas de Río Hondo; oltre alla stessa Michelin, che ha comunque il compito di lavorare sui propri prodotti per trovare quel pizzico di aderenza in più invocato dai piloti, un grosso lavoro di sviluppo è richiesto anche alle stesse Case costruttrici, che devono adattarsi alle caratteristiche del nuovo pneumatico.

I piloti più attesi sono ovviamente i tre italiani "ufficiali": su tutti Valentino Rossi, che come sempre vedrà completamente tinta di giallo la tribuna della Casanova-Savelli, ma anche i ducatisti Andrea Dovizioso e Andrea Iannone, per i quali la marea rossa invaderà il Correntaio. Rossi, dopo la vittoria di Jerez, ha subìto una pesante batosta dal compagno di squadra in Francia, ma la sua classifica è tuttora molto positiva, avendo 12 punti da recuperare sul leader; in casa Ducati, invece, si è finalmente conclusa la telenovela sul pilota che affiancherà Lorenzo nel 2017: Dovizioso rimarrà sulla Desmosedici anche l'anno prossimo, mentre Iannone sarà il nuovo rider di punta della Suzuki.

Sì, perché la Casa di Hamamatsu ha perso proprio in queste ultime ore il pilota su cui puntava maggiormente per tornare a rivivere i fasti dei primi anni '90: non sarà Maverick Viñales a ricoprire il difficile ruolo di erede di Kevin Schwantz, poiché il catalano ha deciso di accettare la sfida Yamaha, divenendo il compagno di squadra di Rossi, 16 anni più anziano di lui. Viñales ha ottenuto in Francia il primo podio in classe regina e anche sulle colline toscane potrebbe svolgere un ruolo di outsider di lusso.

Da tenere d'occhio anche Daniel Pedrosa, tanto concreto in termini di punti in questo inizio stagione quanto poco incisivo sul campo di gara: i tanti infortuni, ormai, non gli permettono più di essere incisivo durante tutto l'arco della stagione, ma a dimostrazione dell'infinita fiducia riposta in lui da Honda c'è l'avvenuto rinnovo del contratto fino al termine della stagione 2018, per un totale di 13 stagioni di Repsol vestito.

Per quanto riguarda ciò che rimane dei nostri colori, buon ritorno per Danilo Petrucci in Francia, settimo al termine di un lungo duello con Héctor Barberá, mentre Michele Pirro dovrebbe essere di ritorno in qualità di wildcard in sella alla terza Ducati ufficiale. Pur non mostrando tanta competitività, le Aprilia hanno sfruttato i guai altrui per ottenere buoni risultati in questi primi cinque round della stagione, con cinque top ten tra Bradl e Bautista.

Tre italiani hanno affrontato da protagonisti l'apertura di campionato in Moto2. Simone Corsi è salito per due volte sul podio, l'ultima in Francia dove è stato l'unico a resistere (in parte) allo strapotere di Álex Rins, Franco Morbidelli ha conquistato due quarti posti consecutivi e Lorenzo Baldassarri ha letteralmente gettato alle ortiche due possibili piazzamenti in top 5 in Spagna e Francia a causa di altrettante cadute. Tuttavia, non sembra così utopistico pensare ad un possibile successo di tappa per i nostri alfieri, che sul suolo di casa godranno sicuramente di una spinta in più. L'appuntamento di Le Mans, come detto, ha consegnato per cinque punti la leadership generale ad Álex Rins, netto vincitore davanti a Corsi e Lüthi. In ombra, invece, sia Sam Lowes che Johann Zarco, con l'ex leader che non è andato oltre un sesto posto e il campione in carica che è rimasto a secco di punti.

La Moto3 sembra avere trovato un padrone in Brad Binder, vincitore di due gare consecutive e ora saldamente primo in classifica con 24 punti di vantaggio su Jorge Navarro. Il sudafricano della KTM non è ancora sceso dal podio in questo 2016 e in Francia ha battuto Romano Fenati al fotofinish dopo una bella lotta a quattro che ha coinvolto anche lo stesso Navarro e Arón Canet. Come sappiamo, l'Italia ha ben più di qualche piccola ambizione di vittoria nella categoria minore, poiché nella top ten generale oltre al sopracitato Fenati vi sono anche Nicolò Bulega, Niccolò Antonelli (in pole a Le Mans ma poi solo ottavo al traguardo), Francesco Bagnaia, Andrea Locatelli ed Enea Bastianini (al rientro dopo l'infortunio alla mano destra). Nel 2015 fu Miguel Oliveira a precedere Kent e ben quattro italiani, si spera che quest'anno la beffa non si ripeta.

Ovviamente, in occasione del Gran Premio d'Italia è prevista la copertura live anche in chiaro di prove ufficiali e gare.

Gran Premio d'Italia TIM 2016 - Autodromo Internazionale del Mugello
Round 6/18
20-21-22 maggio 2016

4oFBRLF

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 5,245 km
Giri da percorrere: 23 (MotoGP), 21 (Moto2), 20 (Moto3)
Distanza totale: 120,6 km (MotoGP), 110,1 km (Moto2), 104,9 km (Moto3)
Numero di curve: 15
Senso di marcia: orario

RECORD

Giro gara MotoGP: 1:47.639 - Marc Márquez - Honda - 2013
Giro prova MotoGP: 1:46.489 - Andrea Iannone - Ducati - 2015
Vittorie pilota 500cc/MotoGP: 7 - Valentino Rossi
Vittorie costruttore 500cc/MotoGP: 18 - Yamaha
Pole pilota 500cc/MotoGP: 7 - Mike Hailwood, Giacomo Agostini
Pole costruttore 500cc/MotoGP: 21 - Honda
Podi pilota 500cc/MotoGP: 10 - Valentino Rossi
Podi costruttore 500cc/MotoGP: 49 - Honda

Giro gara Moto2: 1:52.530 - Esteve Rabat - Kalex - 2015
Giro prova Moto2: 1:51.514 - Sam Lowes - SpeedUp - 2015
Vittorie pilota 250cc/Moto2: 4 - Riccardo Brusi, Carlo Ubbiali, Phil Read, Anton Mang
Vittorie costruttore 250cc/Moto2: 17 - Moto Guzzi
Pole pilota 250cc/Moto2: 4 - Max Biaggi
Pole costruttore 250cc/Moto2: 17 - Aprilia
Podi pilota 250cc/Moto2: 5 - Carlo Ubbiali, Anton Mang
Podi costruttore 250cc/Moto2: 37 - Honda

Giro gara Moto3: 1:57.318 - Brad Binder - KTM - 2015
Giro prova Moto3: 1:56.615 - Danny Kent - Honda - 2015
Vittorie pilota 125cc/Moto3: 7 - Ángel Nieto
Vittorie costruttore 125cc/Moto3: 11 - Honda, Aprilia
Pole pilota 125cc/Moto3: 6 - Carlo Ubbiali, Pier Paolo Bianchi
Pole costruttore 125cc/Moto3: 11 - Aprilia, Honda
Podi pilota 125cc/Moto3: 10 - Carlo Ubbiali, Ángel Nieto
Podi costruttore 125cc/Moto3: 37 - Honda

ALBO D'ORO

ita1

ita2

PROGRAMMA

Venerdì 20 maggio
9:00-9:40 Prove Libere 1 Moto3 - SkySport MotoGP
9:55-10:40 Prove Libere 1 MotoGP - SkySport MotoGP
10:55-11:40 Prove Libere 1 Moto2 - SkySport MotoGP
13:10-13:50 Prove Libere 2 Moto3 - SkySport MotoGP
14:05-14:50 Prove Libere 2 MotoGP - SkySport MotoGP
15:05-15:50 Prove Libere 2 Moto2 - SkySport MotoGP

Sabato 21 maggio
9:00-9:40 Prove Libere 3 Moto3 - SkySport MotoGP
9:55-10:40 Prove Libere 3 MotoGP - SkySport MotoGP
10:55-11:40 Prove Libere 3 Moto2 - SkySport MotoGP
12:35-13:15 Qualifiche Moto3 - SkySport MotoGP, TV8
13:30-14:00 Prove Libere 4 MotoGP - SkySport MotoGP
14:10-14:50 Qualifiche MotoGP - SkySport MotoGP, TV8
15:05-15:50 Qualifiche Moto2 - SkySport MotoGP, TV8

Domenica 22 maggio
8:40-9:00 Warm-up Moto3 - SkySport MotoGP
9:10-9:30 Warm-up Moto2 - SkySport MotoGP
9:40-10:00 Warm-up MotoGP - SkySport MotoGP
11:00 Gara Moto3 - SkySport MotoGP, TV8
12:20 Gara Moto2 - SkySport MotoGP, TV8
14:00 Gara MotoGP - SkySport MotoGP, TV8

Immagine copertina: motogp.com


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.