MOTOMONDIALE GP Comunità Valenciana - Anteprima

Come da tradizione, il campionato si chiude sul circuito alle porte di Valencia, con i titoli già assegnati di 09 novembre 2016, 11:53
Motomondiale | GP Comunità Valenciana - Anteprima

Dopo 18 gare in poco meno di 8 mesi, anche il Motomondiale 2016 giunge alla sua conclusione sul tracciato di Valencia. Il gran finale in terra spagnola è ormai consuetudine dal 2002, su questo tortuoso tracciato che tanti titoli ha deciso ma che quest'anno vedrà solo gare senza calcoli: nell'ultimo appuntamento di Sepang, anche la corona della Moto2 è stata assegnata, con la conferma sul trono della middle-class da parte di Johann Zarco.

Valencia è spesso luogo di addii e anche quest'anno non farà eccezione. La separazione più sentita sarà sicuramente quella tra Jorge Lorenzo e la Yamaha: la Casa di Iwata ha portato il maiorchino in MotoGP nel lontano 2008 e, in nove stagioni, questo matrimonio ha fruttato tre titoli e 43 vittorie. Dopo una stagione difficile, con tre successi nelle prime sei gare e appena quattro podi nelle successive undici, per Lorenzo si prepara la sfida Ducati, accordo già firmato prima del weekend di Jerez e ora pronto a scendere in pista.

Il cinque volte iridato prenderà il posto di Andrea Iannone. L'abruzzese ha il merito di avere riportato al successo la Ducati in gara dopo quasi sei anni di digiuno, in occasione del trionfale Gran Premio d'Austria che ha visto anche Dovizioso piazzarsi secondo. Il numero 29 passerà sull'azzurra carena della Suzuki, moto che nel corso del 2016 ha mostrato un'enorme crescita tornando anche alla vittoria a Silverstone. Tornando in casa Ducati, a Sepang è stato proprio Dovizioso a conquistare un importante successo: il forlivese si era imposto in MotoGP solo a Donington nel 2009, peraltro sempre su pista bagnata.

La catena di cambi di casacca ha coinvolto anche Maverick Viñales, che cercherà di compiere il definitivo step della sua carriera in sella alla Yamaha ufficiale. Il giovane catalano, come detto, ha sbancato il Gran Premio di Gran Bretagna e in più occasioni quest'anno ha presentato il suo biglietto da visita a tutti gli appassionati delle due ruote. Dopo un 2015 di alti e bassi, Viñales ha portato sul podio la Suzuki per quattro volte nel corso di questa stagione e ha tuttora la possibilità di concludere il campionato al terzo posto, distando solo 17 punti da Lorenzo.

Ma oltre ai cambiamenti di lusso ci sono anche le grandi conferme. Su tutti, ovviamente, campione e vice-campione: dopo un 2016 che lo ha consacrato una volta di più nell'olimpo dei migliori piloti di sempre, Marc Márquez partirà di nuovo come pilota da battere sulla Honda ufficiale. La RC213V ha compiuto incredibili progressi durante l'anno, dopo un inizio davvero difficile nel quale comunque Márquez ha finalmente saputo gestire bene i momenti rischiosi. Le scivolate di Phillip Island e Sepang non sono certo da annoverare come momenti di debolezza, in quanto certamente Márquez si è preso qualche rischio in più ma ben conscio del fatto che i giochi fossero già abbondantemente chiusi.

Dall'altra parte c'è, appunto, Valentino Rossi. 37 anni e una nuova stagione sulla cresta dell'onda. Mai come quest'anno, però, si può parlare di occasione persa per il pesarese, che ha mostrato ancora più competitività in pista rispetto alla stagione scorsa, comandata dall'inizio alla fine prima della beffa di Valencia. Un Rossi mai così falloso, tuttavia, con ben tre cadute in gara che si sono aggiunte al motore rotto al Mugello, oltre alla perenne incapacità di adattarsi alla regola del "flag to flag" che gli è costata almeno un podio in Germania. Proprio tra Olanda e Germania, Rossi ha perso 37 punti da Márquez: dopo il Gran Premio d'Aragona, quello precedente l'incoronazione del catalano, i punti di differenza erano 52...

Confermato per il 2017 anche Daniel Pedrosa, che proprio a Valencia tornerà in pista dopo l'infortunio nelle prove libere di Motegi. Con sei centri, il pilota di Sabadell è il più vincente in assoluto sul catino di Cheste e, se avrà ritrovato una buona forma, potrà essere protagonista anche in questo weekend.

Altro grande motivo d'interesse per il round di Valencia è il debutto assoluto in MotoGP (come costruttore) di KTM. Dopo avere coperto migliaia di chilometri di test, la RC16 scenderà finalmente in pista anche in gara con Mika Kallio alla guida. Spettatori interessati saranno sicuramente Pol Espargaró e Bradley Smith, che già dalla prossima settimana scenderanno dalla Yamaha Tech 3 per salire sulla nuovissima moto austriaca. Come detto sopra, va ricordato che per il nome KTM non è, in assoluto, la prima apparizione nella classe regina, poiché nel 2005 la Casa di Mattighofen fornì i propulsori alla Proton di "King" Kenny Roberts, con scarsissimo successo.

Ultimo giorno di scuola in Moto2 per ben quattro piloti: il due volte iridato Zarco debutterà in MotoGP sulla Yamaha Tech 3 al fianco di Jonas Folger, Álex Rins affiancherà Iannone sulla Suzuki e Sam Lowes verrà promosso da Gresini sull'Aprilia ufficiale. Alle spalle del francese, in classifica generale, vi sono tre piloti in lotta per la seconda posizione: Thomas Lüthi ha undici punti di vantaggio su Rins e diciassette su Franco Morbidelli, quest'ultimo ancora alla ricerca della prima vittoria dopo sette podi (quattro consecutivi) e già conscio che nel 2017 sarà uno dei riferimenti della categoria.

Finale di campionato anche per una Moto3 nella quale il dominio di Brad Binder non è mai stato messo in discussione. Con sette piloti nei primi undici della generale, però, la componente italiana è stata decisamente forte, con cinque vittorie di tappa ma nessuno in grado di contrastare seriamente e con costanza il nuovo campione proveniente dal Sudafrica. Tra questi sette, solo Francesco Bagnaia affronterà nel 2017 il salto di categoria, con il team Sky che si accinge a debuttare in Moto2.

Gran Premio Motul de la Comunitat Valenciana 2016 - Circuit Ricardo Tormo
Round 18/18
11-12-13 novembre 2016

valencia

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 4,005 km
Giri da percorrere: 30 (MotoGP), 27 (Moto2), 24 (Moto3)
Distanza totale: 120,2 km (MotoGP), 108,1 km (Moto2), 96,1 km (Moto3)
Numero di curve: 14
Senso di marcia: antiorario

RECORD

Giro gara MotoGP: 1:31.367 - Jorge Lorenzo - Yamaha - 2015
Giro prova MotoGP: 1:30.011 - Jorge Lorenzo - Yamaha - 2015
Vittorie pilota 500cc/MotoGP: 3 - Daniel Pedrosa, Jorge Lorenzo
Vittorie costruttore 500cc/MotoGP: 8 - Honda
Pole pilota 500cc/MotoGP: 4 - Casey Stoner
Pole costruttore 500cc/MotoGP: 7 - Honda
Podi pilota 500cc/MotoGP: 7 - Valentino Rossi, Daniel Pedrosa
Podi costruttore 500cc/MotoGP: 22 - Honda

Giro gara Moto2: 1:35.312 - Thomas Lüthi - Kalex - 2014
Giro prova Moto2: 1:34.957 - Pol Espargaró - Kalex - 2013
Vittorie pilota 250cc/Moto2: 2 - Daniel Pedrosa
Vittorie costruttore 250cc/Moto2: 4 - Honda, Aprilia
Pole pilota 250cc/Moto2: 2 - Daniel Pedrosa, Pol Espargaró
Pole costruttore 250cc/Moto2: 4 - Aprilia, Kalex
Podi pilota 250cc/Moto2: 2 - Toni Elías, Randy de Puniet, Daniel Pedrosa, Alex de Angelis, Héctor Barberá, Álvaro Bautista, Mika Kallio, Julián Simón, Nicolás Terol, Johann Zarco, Esteve Rabat, Thomas Lüthi
Podi costruttore 250cc/Moto2: 18 - Aprilia

Giro gara Moto3: 1:39.400 - Efrén Vázquez - Honda - 2014
Giro prova Moto3: 1:39.183 - Niccolò Antonelli - KTM - 2014 (NB: record 1:39.068, Jack Miller, KTM, 2014, FP3)
Vittorie pilota 125cc/Moto3: 2 - Héctor Faubel, Maverick Viñales
Vittorie costruttore 125cc/Moto3: 10 - Aprilia
Pole pilota 125cc/Moto3: 2 - Gábor Talmácsi
Pole costruttore 125cc/Moto3: 8 - Aprilia
Podi pilota 125cc/Moto3: 3 - Nicolás Terol
Podi costruttore 125cc/Moto3: 24 - Aprilia

ALBO D'ORO

valenciaalbo

PROGRAMMA

Venerdì 11 novembre
9:00-9:40 Prove Libere 1 Moto3 - SkySport MotoGP
9:55-10:40 Prove Libere 1 MotoGP - SkySport MotoGP
10:55-11:40 Prove Libere 1 Moto2 - SkySport MotoGP
13:10-13:50 Prove Libere 2 Moto3 - SkySport MotoGP
14:05-14:50 Prove Libere 2 MotoGP - SkySport MotoGP
15:05-15:50 Prove Libere 2 Moto2 - SkySport MotoGP

Sabato 12 novembre
9:00-9:40 Prove Libere 3 Moto3 - SkySport MotoGP
9:55-10:40 Prove Libere 3 MotoGP - SkySport MotoGP
10:55-11:40 Prove Libere 3 Moto2 - SkySport MotoGP
12:35-13:15 Qualifiche Moto3 - SkySport MotoGP, TV8
13:30-14:00 Prove Libere 4 MotoGP - SkySport MotoGP
14:10-14:50 Qualifiche MotoGP - SkySport MotoGP, TV8
15:05-15:50 Qualifiche Moto2 - SkySport MotoGP, TV8

Domenica 13 novembre
8:40-9:00 Warm-up Moto3 - SkySport MotoGP
9:10-9:30 Warm-up Moto2 - SkySport MotoGP
9:40-10:00 Warm-up MotoGP - SkySport MotoGP
11:00 Gara Moto3 - SkySport MotoGP, TV8
12:20 Gara Moto2 - SkySport MotoGP, TV8
14:00 Gara MotoGP - SkySport MotoGP, TV8

Immagine copertina: motogp.com


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.