MOTO2 Il team Sag spiega l'uscita di pista fatale di Salom

di 06 giugno 2016, 16:35
Moto2 | Il team Sag spiega l'uscita di pista fatale di Salom

Il team SAG ha rilasciato un comunicato per spiegare la dinamica dell'incidente costato la vita a Luis Salom, nelle FP2 del GP di Catalunya.

"Venerdì 3 giugno Luis Salom è caduto durante le FP2 del Gran Premio di Catalunya, a causa di un incidente alla curva 12 del Circuit de Catalunya. Avendo ricevuto i dati telemetrici dall'organizzazione nella giornata di domenica 5 giugno, lo staff tecnico del team SAG si è riunito immediatamente per spiegare personalmente quello che è successo nella fatale curva 12. Presenti all'analisi sono stati il proprietario Edu Perales, il team manager Jordi Rubio, il capo meccanico di Luis Salom Bernat Bassa, il campo meccanico di Jesko Raffi, Michael Ferger, lo stesso pilota e Marco Rodrigo, manager di Luis.

Durante le FP2, Luis è uscito una prima volta realizzando il tempo di 1.48.608, prima di rientrare per un cambio di pneumatico posteriore. Alla successiva uscita, Luis ha avuto l'incidente. Nel giro fatale, Luis è arrivato al punto di frenata della curva 12 con 6 km/h in meno rispetto al suo giro più veloce. Luis ha quindi posticipato la frenata di circa 9 metri, per compensare la velocità di percorrenza della curva 12. In quel punto è presente un dosso (noto a tutti i piloti), che Luis ha percorso a freni tirati: questo ha causato una perdita di grip dovuta allo stress subito dal pneumatico anteriore, e la conseguente caduta che abbiamo purtroppo visto.

I dati della telemetria sono a disposizione di qualsiasi tecnico volesse analizzarli"


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.