MOTO2 GP Olanda: Morbidelli torna a vincere dopo una gara al limite

L’italo-brasiliano batte altri cinque piloti e riallunga in classifica. Penalizzazione per Pasini, è Nakagami terzo di 25 giugno 2017, 16:00
Moto2 | GP Olanda: Morbidelli torna a vincere dopo una gara al limite

La Moto3 e la MotoGP hanno visto due gare decise all’ultimo giro, e la Moto2 non è voluta essere da meno. A trionfare per la seconda volta questa domenica è stato un italiano, ovvero il leader della classifica Franco Morbidelli, davanti al suo primo rivale per il campionato Thomas Luthi in una gara tiratissima. La medaglia di bronzo è andata inizialmente a Mattia Pasini, protagonista negli ultimi due giri però di due tagli alla variante, che l’hanno penalizzato cedendo il terzo posto a Taka Nakagami, anche lui protagonista a pieno in questa gara. Subito dietro sono giunti Oliveira e Marquez, anche loro in lotta fino alla bandiera a scacchi. Il “Paso” è stato comunque retrocesso di una sola posizione, classificandosi .

L’ultima gara di giornata parte benissimo per il nostro poleman Morbidelli, ma anche meglio per Thomas Luthi che si pone primo davanti a Franco da subito. Il Morbido non ci sta e lo ripassa alla conclusione del primo giro. Dietro si forma subito il gruppetto dei migliori, seguiti a ruota anche da Syahrin e Simeon.

Il primo che vuole spodestare Morbidelli davanti è il pilota KTM Oliveira: il portoghese prova a mettersi di davanti, prendendosi però dei rischi assurdi in curva 4, facendo più o meno ciò che Zarco aveva provato a fare su Rossi un’oretta prima: contatto tra anteriore e posteriore, ma per fortuna entrambi rimangono in gara. La gara continua con un susseguirsi di sorpassi al limite, fino a che davanti non s’impone il giapponese Nakagami.

Il pilota del team Honda Asia prova la scrematura sugli altri cinque, ma non fa i conti con un fantastico Pasini (il quale anche lui rischia non poco nel tratto modificato di Assen, rischiando il contatto con la Dunlop posteriore del giapponese). Più staccati invece Syahrin e Simeon, mentre anche in questa gara si segnala possibile pioggia.

Franco passa Pasini e torna a inseguire Nakagami, mentre all’uscita dalla curva 5 Pasini perde una marcia e perde le posizioni su Luthi e Marquez (anche loro in contatto più volte). A pochi giri dal termine la questione per la vittoria sembra riservata al giapponese e all’italiano di casa Mark VDS, ma Luthi non ci sta e fa in modo che tutto il gruppetto si riagganci. A cinque giri dalla fine Luthi affonda l’attacco prima sul Morbido e poi sul giapponese all’ultima variante. In questa situazione difficile per Franco, il capoclassifica risponde egregiamente negli ultimi giri superando di rabbia Taka alla prima curva, permettendo anche a Pasini d’infilarsi.

Luthi rimane in testa fino all’inizio dell’ultima tornata, mentre dietro le scaramucce tra i due italiani proseguono; sembra fatta per lo svizzero, ma alla 11 con una staccata poderosa il #21 ripassa, e prende tanto di quel margine per stare davanti fino alla linea del traguardo. Anche qui, vantaggio risicato tra il primo e il secondo: poco più di un decimo di distacco. Pasini nel post-gara non ha mandato giù il risultato comunicatogli e si è lamentato non poco del sorpasso “garibaldino” di Nakagami alla chicane.

Nella classifica mondiale questo successo è una vera e propria boccata d’ossigeno per il nostro portacolori di Mark VDS, che ora ha su Thomas Luthi 12 punti di vantaggio (148 a 136). Alex Marquez perde non poco con questo posto, e ora ha accumulato 35 punti di distacco. Oliveira rimane stabile al quarto posto nel mondiale, con un bilancio di 94 punti.

Qui i risultati della Moto2 e la classifica completa.

Fonte immagini: Internet (per segnalare il copyright info@passionea300allora.com)


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.