MOTO2 GP Australia: prima vittoria di Oliveira nella classe di mezzo. Doppietta KTM

Prima vittoria storica del marchio austriaco nella classe di mezzo. Morbidelli terzo riallunga in classifica di 22 ottobre 2017, 06:45
Moto2 | GP Australia: prima vittoria di Oliveira nella classe di mezzo. Doppietta KTM

Miguel Oliveira torna a vincere dopo quasi due anni di digiuno, e tra i saliscendi di Phillip Island ottiene la sua prima vittoria nella classe di mezzo. Successo meritato più che mai quello del portoghese, ottenuto andando in fuga a inizio gara e salutando il resto della compagnia. Per Miguel è la seconda vittoria a Phillip Island dopo quella ottenuta nel 2015 in Moto3, ed è sempre la seconda qui con il marchio KTM. Giornata storica per la Casa di Mattighofen, che ha ottenuto la prima vittoria e la prima doppietta in Moto2. In seconda posizione Brad Binder, in splendida forma e pronto a fare scintille nel 2018 insieme al suo compagno di squadra, mentre sul gradino più basso del podio è giunto Franco Morbidelli. Grazie ai 16 punti ottenuti qui, contro i 6 di Luthi solo 10°, il mondiale potrebbe già chiudersi a Sepang ora che lo spazio tra i due contendenti è tornato a 29 lunghezze.

Condizioni difficili, quelle in cui ha corso la Moto2: brevi ma preoccupanti spruzzi di pioggia hanno minato lo svolgimento della gara, ma per fortuna non c’è stata la necessità di fermare il GP e si è potuta coprire tutta la distanza di venticinque giri.

Al via le due KTM scattano benissimo, Oliveira brucia Pasini involandosi subito in prima posizione. Da qui in poi, il portoghese non mollerà più la testa della gara. A seguirlo subito Binder, partito benissimo dalla seconda fila, e Morbidelli, mentre Pasini scivola addirittura in ottava. Luthi invece risale leggermente la china in sesta, scivolando però già alla fine del primo giro più indietro.

All’inizio del secondo purtroppo Pasini viene coinvolto nell’high-side di Schrotter alla Southern Loop, terminando con uno “zero” anche questa gara; un vero peccato per il romagnolo, che in Australia nella classe di mezzo non ha mai ottenuto un punto. Non è l’unico però ad avere difficoltà: Alex Marquez finisce largo alla 11 e va per prati, rallentando e scivolando in 12a posizione, mentre cadono Locatelli, Navarro e Quartararo (forse, quest’ultimo, tradito dalle prime goccioline di pioggia sul cupolino).

Mentre Binder e Morbidelli proseguono la loro scaramuccia, Oliveira va sul velluto e nel giro di pochi passaggi ha già 2.6 di margine sul compagno di squadra garibaldino. Il terzetto davanti sembra avere un ritmo nettamente superiore agli inseguitori, tra cui Vierge, Raffin e lo stesso Luthi (dietro persino al suo compagno di squadra). Gli unici in risalita sono Marquez e Nakagami (il più veloce nel warm-up), con il giapponese che nella seconda metà di gara si dimostra il più veloce in pista.

Negli ultimi giri la lotta per il secondo posto è davvero entusiasmante: Nakagami completa il riaggancio sul duo Morbidelli-Binder, ancora nel bel mezzo della propria battaglia, ed è il giapponese ad approfittarne passando alla Doohan il sudafricano e alla 10 l’italo-brasiliano. Completano il riaggancio anche Vierge e Raffin, i quali però non riusciranno a impensierire i tre davanti a loro. Luthi nel frattempo scivola nel secondo gruppetto, e con molta fatica si difende da Alex Marquez.

Le prime posizioni sembrano ormai consolidate, ma a due giri dal termine Nakagami vola fuori alla Lukey Heights, consegnando alla KTM la gioia della prima doppietta in Moto2. Anche Morbidelli ne approfitta e guadagna, col terzo posto, tre preziosi punti in più. In quarta posizione giunge Raffin in volata su Vierge, mentre Luthi non ha saputo far fronte alle difficoltà ed è giunto solo 10° sul traguardo, passato anche da Corsi, Aegerter e Cortese.

In classifica il punteggio ora dice 272 punti per il Morbido contro i 243 dello svizzero, il quale ha però di fronte a sé una gara, quella di Sepang, sulla carta favorevole a lui soprattutto in caso di pioggia. In terza posizione Oliveira si riprende momentaneamente la “medaglia di bronzo” su Marquez per appena un punto (191 a 190). Bagnaia occupa ancora la quinta posizione, nonostante il magro 12° posto di oggi.

I risultati della Moto2 e la classifica aggiornata.

Fonte immagine: motogp.com


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.