Alessandro Secchi

SEVEN Monza 2011: un nuovo video per una battaglia epica tra Michael e Lewis

Poesia su quattro ruote: una nuova versione di una lotta da anni antichi di 08 febbraio 2017, 15:30 1308 visualizzazioni
Monza 2011: un nuovo video per una battaglia epica tra Michael e Lewis

Gran Premio d'Italia 2011, Monza.

Per più di metà gara, mentre Vettel viaggia verso la vittoria, una lotta fantastica tiene la gente col fiato sospeso. I protagonisti: Michael Schumacher, Mercedes W02. Lewis Hamilton, Mclaren-Mercedes Mp4/26.

La Mercedes W02 2011 è ancora lontanissima parente di quella che dal 2014 avrebbe dominato la scena. La Mclaren, invece, permette di ottenere risultati e in quell'anno raccoglierà 6 vittorie, tre con Hamilton e tre con Button.

Ma torniamo a noi. Il 2011 è anno di ritorno del KERS dopo la parentesi 2009, oltre che il primo del DRS. A Schumi è già costato probabilmente il podio in Canada. La Mercedes punta tutto sulla velocità massima, sacrificando la percorrenza in curva. Guardi l'ala dietro e ti sembra di esser tornato indietro di 15 anni, quando lo sponsor sul flap superiore non lo leggevi se non guardandolo da sopra, tanto da quant'è orizzonale.

Il quarto d'ora di video che segue è una novità. Ne esiste già da tempo uno che riprende una delle battaglie più belle di questi anni, ma qui si tratta di una nuova realizzazione, pubblicata qualche giorno fa. Si passa dall'onboard di Lewis alla telecamera posteriore della Mercedes. Ospite d'eccezione Jenson Button, che inquadra i due colleghi quando, al primo tentativo riuscito di Lewis, Michael risponde subitissimo riprendendosi la terza (a quel momento) posizione prima della Roggia.

Il resto è semplice meraviglia. Lewis prova in tutte le maniere a passare. Spesso non riesce ad avvicinarsi sul dritto da quanto è scarica la Mercedes. La quale, a sua volta, è costretta a percorrere la Parabolica larghissima da quanto Michael è impiccato. La Mclaren può tentare l'aggangio in trazione, ma lì la pezza ce la mette Michael, che si difende al limite. Lewis ricorrerà alla radio per lamentarsi.

Notare bene: in questi 14 minuti si vedono solo tre sorpassi: il primo di Lewis con ritorno di Michael, e quello di Jenson sul suo compagno di squadra. Il campione del 2009, furbissimo, approfitta della lotta tra i due per scavalcare prima Lewis e poi Michael, lasciandoli alla loro parentesi battagliera. La meraviglia sta nel vedere quanto Lewis tenti di limare il più possibile in curva per avvicinarsi alla Mercedes: si può vedere chiaramente quanto stia cercando di ottenere il massimo possibile, quanto si stia sudando il sorpasso. Al tempo stesso, Michael è costretto a galleggiare in curva per tenere distante la Mclaren, per poi difendersi sul dritto.

La prima tornata di attacchi termina quando Michael rientra ai box: Lewis, però, torna in pista dal suo pit ancora alle spalle della Mercedes, e via di altro giro di giostra. Il DRS, infine, aiuterà la Mclaren nel guadagnare la posizione. Senza l'ala mobile, sarebbe stata molto più dura. Anzi, avremmo assistito sicuramente ad un duello ancora più prolungato.

Tutto questo per dire che non sempre dieci sorpassi facili sono più spettacolari di uno sudato per dieci giri. Questo video lo dimostra ancora una volta e sono felice di esser stato presente in quella giornata, dove alla prima variante ho potuto vedere con i miei occhi il vecchio (e mio) campione difendersi dal futuro, più giovane di due generazioni.

Ed ora ve lo lascio, il video. Godetevi il sound, le manovre, la poesia su quattro ruote.




Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.