Lotus, Gastaldi: "A Suzuka continueremo a lottare per la top ten"

di 26 settembre 2014, 21:57 2 visualizzazioni
Lotus, Gastaldi: "A Suzuka continueremo a lottare per la top ten"

Federico Gastaldi, team principal della Lotus, ha affermato che il suo team, nonostante la stagione tribolata e piena di problemi, si merita un riconoscimento per il lavoro fatto, almeno in Giappone, dove si correrà il prossimo weekend.

"Singapore ha mostrato come la Lotus sia in grado di arrivare almeno a gareggiare per qualche punto - nelle prossime gare speriamo di avere più probabilità di combattere, per capitalizzare questo momento positivo. A Suzuka, speriamo di continuare a lottare per entrare in top ten. Il team si meriterebbe questo risultato e stiamo facendo il possibile per tornare in zona top ten".

Gastaldi ha anche belle parole per i suoi piloti, Romain Grosjean e Pastor Maldonado: "Pastor anche a Singapore ha mostrato nuovamente le sue caratteristiche, ed è molto sicuro alla guida, quando le cose vanno bene. Anche dopo quattro pit-stop aveva dimostrato di poter essere molto competitivo". "Romain è un pilota eccellente e ha fatto il massimo con quello che aveva a disposizione a Singapore. I nostri piloti corrono con motivazione e molto desiderio, riflettendo la filosofia del team".

E per quanto riguarda lo sfogo via radio di Grosjean, sempre a Singapore? "Può succedere che, nel vivo dell'azione, ci si faccia prendere dall'impeto. Succede quando le cose non vanno proprio a tuo favore e questo è quello che è successo. Dopotutto, la gente dice che i piloti sono noiosi, che non mostrano le loro opinioni e il loro lato umano. Succede però di farsi notare in condizioni estreme, come sabato".

"Eravamo tutti molto delusi, ma Romain era quello più colpito dalla delusione e ha reagito. È difficile fermare le emozioni" ha aggiunto. L'italiano ha anche parlato della situazione economica della Lotus: "Commercialmente posso dire che siamo forti, il che è soddisfacente. Abbiamo trovato nuovi partner, di cui molti confermati per il 2015. Per ora il nostro futuro rimane ancora molto luminoso e tutti stanno spingendo per prepararci al 2015".




Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.