La Red Bull non è intenzionata a costruire un motore in proprio

di 24 giugno 2014, 09:30 10 visualizzazioni
La Red Bull non è intenzionata a costruire un motore in proprio

Nonostante negli ultimi tempi le voci si fossero fatte sempre più insistenti, sembrerebbe che la Red Bull non sia intenzionata a costruirsi un motore proprio per il prossimo futuro. Ad alimentare queste voci erano state le forti dichiarazioni di Helmut Marko, ribadite anche durante il GP d'Austria, oltre a un diffuso risentimento in tutto l'ambiente Red Bull -dal team principal Horner ai piloti- nei confronti della Renault, incapace di fornire al team austriaco una Power Unit adeguata. Proprio l'Austria era stata indicata come il luogo propizio per la costruzione del nuovo motore, in particolare l'area di Innsbruck.

È Chris Horner in persona a smentire queste voci: "Non abbiamo interesse a diventare costruttori di motori, ma vogliamo lavorare con un partner forte". Interesse primario è, ovviamente, chiudere il gap con la Mercedes, e Horner si aspetta che la Renault trovi il modo per farlo al più presto. Gli fa eco il grande capo della Red Bull, Dietrich Mateschitz: "Abbiamo vinto quattro titoli mondiali con la Renault e dobbiamo essere fedeli, però la situazione è grave e la Renault deve dare la massima priorità allo sviluppo della PU".

Ancora Chris Horner sottolinea che, nonostante il congelamento dei motori impedisca sostanziali cambiamenti, la Renault dovrebbe iniziare a lavorare quanto meno sull'affidabilità, visti i numerosissimi problemi che stanno affliggendo in particolare Sebastian Vettel.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.