La Pirelli vorrebbe una sessione di test veri e propri per le gomme da bagnato

di 12 gennaio 2015, 17:25
La Pirelli vorrebbe una sessione di test veri e propri per le gomme da bagnato

I team di F1 sono stati invitati a seguire le raccomandazioni date nel panel riguardante l'incidente a Jules Bianchi, e sono stati invitati a sostenere la Pirelli nel suo desiderio di fare un vero e proprio test per le gomme da bagnato, per poterle migliorare.

Una delle "lezioni" imparate dal terribile incidente, è che la Pirelli avrebbe bisogno di più sostegno per quello che riguarda lo sviluppo delle gomme da bagnato. Una delle proposte fatte sarebbe di fare un test unicamente concentrato sulle gomme da bagnato. Questa proposta, però, non ha avuto ulteriori sviluppi ed è ancora ben lontana dal diventare realtà.

Secondo Paul Hembery, la Pirelli è ben intenzionata a fare questo test specifico ogni anno, ma quello che manca è il sostegno da parte dei team.

"Il problema è anche nei regolamenti, ma non stavamo proprio pensando a un'autobotte che bagna artificialmente il tracciato di Jerez. Pensavamo di più ad andare al Paul Ricard o a Fiorano, gli unici tracciati dove si può fare qualcosa di concreto, ma questo apre ulteriori discussioni". Ha aggiunto: "Reputiamo che una sessione vera e propria sul bagnato, all'inizio di ogni stagione, porti benefici a tutti. In questo modo, i team potranno lavorare su alcuni aspetti sin dall'inizio, i piloti potranno abituarsi ai cambiamenti sulle loro monoposto, come cambia la performance, e, ci permettono di capire, se abbiamo fatto dei cambiamenti, che effetti hanno prodotto".

"Non abbiamo ricevuto ulteriori indicazioni al momento, noi saremmo felici di fare tutto questo, ma va fatto nel modo giusto" ha aggiunto Hembery.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.