Alessandro Secchi

SEVEN La Manor tappabuchi per placare la crisi F1?

di 06 marzo 2015, 15:00
La Manor tappabuchi per placare la crisi F1?

Ci sarà? Sì. In che condizioni? Non si sa. La sua presenza serve a qualcosa? Sì ma non a quello che ci si aspetta.

Insomma, la questione Manor è un altro piccolo mistero che vaga nel mare di preoccupazioni di questa F1. Dopo il fallimento di Marussia e Caterham, che aveva portato a 18 il numero di F1 in griglia ad Austin, i problemi finanziari di Sauber e Force India, che ha portato in pista la sua vettura 2015 negli ultimi 3 dei 12 giorni di test, come sappiamo la Manor, ex Marussia, vuole tornare abile e arruolata per Melbourne.

I piccoli dettagli che mancano sono che il crash test 2015 è stato appena superato, non si conosce lo stato di avanzamento della nuova vettura, non si sa in quali termini la squadra sarà presente a Melbourne nè, nel caso in cui dovesse scendere in pista, con quale secondo pilota, dato che al momento solo Will Stevens è stato confermato. Sempre con la questione 107%, ovviamente. Che verrebbe comunque bypassate viste le attenuanti dell'ultima arrivata.

Pertanto, la storia è tutto tranne che conclusa a lieto fine. A conti fatti non si sa se tra una settimana questa fantomatica vettura scenderà in pista. Più che un progetto serio sembra l'ennesimo fumo negli occhi, probabilmente appoggiato da qualcuno di più potente, per riempire in qualche modo la griglia e dare in pasto al pubblico due (forse..) macchine in più. Perché effettivamente 18 auto in pista per uno degli sport più costosi del mondo sarebbe un piccolo fallimento a prescindere, e gli organizzatori storcerebbero il naso nel vedere così poco movimento a fronte di milioni di euro o dollari spesi per poter organizzare l'evento.

Attendiamo venerdì prossimo per capire cosa ne sarà della Manor, ma la (mia) sensazione è che l'avventura non durerà a lungo.

Spero di sbagliarmi. O forse no.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.