Kubica: "Tendiamo a dimenticare quanto sia pericoloso il motorsport"

di 17 ottobre 2014, 22:00 12 visualizzazioni
Kubica: "Tendiamo a dimenticare quanto sia pericoloso il motorsport"

Robert Kubica ha dato la sua opinione su quanto successo a Jules Bianchi nel Gran Premio del Giappone e ne ha parlato anche in base agli incidenti che ha subito lui nella sua carriera (GP del Canada e l'incidente durante una gara di rally).

"Quando lo vedi [l'incidente di Bianchi] ti chiedi come sia possibile. Ma sfortunatamente, succede. C'è sempre del rischio nel motorsport". Ha anche accennato a quanto è successo nel 2007 al Nurburgring, come esempio di "F1 al limite", ma dove nessuno ha sollevato alcuna questione.

In quell'occasione, Tonio Liuzzi ha perso il controllo della sua Toro Rosso in curva, facendo un testacoda, e per poco non ha colpito la safety car, e colpendo lievemente il trattore, che stava rimuovendo altre monoposto finite fuori pista. Liuzzi non si ferì.

"Lui stava bene, pertanto, nessuno notò che potesse essere pericoloso" ha osservato Kubica "La FIA ha fatto un lavoro fantastico nel migliorare le cose, ma ci sono alcuni aspetti ancora da migliorare. Tutto questo dimostra anche che c'è sempre il pericolo - fa parte dello sport, anche se pensi che sia sicuro, il pericolo è sempre lì".

Kubica ha avuto un incidente in F1, nel Gran Premio del Canada 2007, riportando una frattura al braccio, ma è riuscito a tornare senza problemi, anzi vincendo proprio sul circuito canadese nell'anno seguente. Il polacco, però, a causa di un terrificante incidente durante un rally, ha perso flessibilità nel movimento del braccio destro, impedendogli di tornare in F1, ma comunque, è in grado di correre nel campionato di rally.

"Tendiamo a dimenticare quanto sia pericoloso il motorsport. Il mio incidente non è proprio uguale, ma sono stato sfortunato e fortunato - potete vederla in entrambi i modi. Auguro a Jules e alla sua famiglia ogni bene e prego per lui... Lo conosco piuttosto bene, è veramente un bravo ragazzo e ha molto talento. Purtroppo, però, non importa quanto talento tu abbia o che sia un tuo amico o meno - il pericolo rimane".




1 commento

Prendi parte alla discussione
  1. Maria Sacher
    #1 Maria Sacher 17 ottobre, 2014, 22:13

    Scusate la precisazione, ma non mi pare che Robert si sia rotto il braccio nel GP del Canada. Fu sostituito da Vettel ma solo per quella gara...

Solo gli utenti registrati possono commentare.