Jerez, test day 2: Lotus ok, allarme Mercedes

di 06 febbraio 2013, 22:36
Jerez, test day 2: Lotus ok, allarme Mercedes

Anche la seconda giornata di test si è conclusa a Jerez, in Spagna.
Tempo bello ma fresco e squadre impegnate nel proseguire rilevazioni e test sulle nuove monoposto.

Nella generalità di quella che può essere una giornata di test, che fondamentalmente non ha molto da raccontare se non le novità apparse sulle diverse monoposto rispetto al primo giorno (ma soprattutto rispetto alle presentazioni), quello che spicca è un mini (per ora) campanello di allarme suonato nei garage della Mercedes, tra ieri e oggi.

Dopo il problema all'alternatore di ieri che ha messo fuori gioco Nico Rosberg, oggi è toccata a Lewis Hamilton, all'esordio con la sua nuova monoposto, l'ebbrezza del primo incidente.

In ingresso della curva Dry Sack (quella famosa per lo scontro tra Schumi e Villeneuve nel 1997) la Mercedes ha accusato un problema ai freni posteriori ed ha tirato dritto verso le barriere di gomma. Ala e sospensione anteriore danneggiata, e fine anticipata della giornata di test per Hamilton.

In totale, quindi, la squadra di Ross Brawn ha messo insieme in due giorni solamente 26 giri di pista. Poco più di 100 Km.
Di Resta, con la nuova Force India, di giri ne ha percorsi (sempre in due giorni) la bellezza di 184. Dieci in meno per Mark Webber con la nuova Red Bull.

Ovvio è che, se problemi ci devono essere, è meglio che si verifichino in fase di test. Il tempo perso, però, è purtroppo altrettanto prezioso, in quanto i test non sono illimitati e non ci si può permettere di perdere giornate intere per problemi tecnici. Alla fine è come se in Mercedes avessero buttato la metà della prima sessione di test.

Domani in Mercedes toccherà nuovamente a Nico Rosberg, nella speranza che i problemi siano stati risolti è che la W04 possa girare con più continuità per iniziare ad immagazzinare dati utili.

Per quanto riguarda i tempi, è stato Romain Grosjean il più veloce con il crono di 1.18.218. A otto decimi Di Resta e via via tutti gli altri. L'impressione che le monoposto 2013 siano più veloci delle precedenti è confermata anche oggi.

In Ferrari sono state provate nuove configurazioni di scarichi e sono stati installati diversi sensori davanti alle ruote posteriori per analizzare le temperature. Come previsto, le nuove macchine cambieranno volto da qui a Melbourne, come capita tutti gli anni e com'è giusto che sia.

I test servono proprio a questo. E, se ce ne fossero un po' di più, sarebbe anche meglio.

I tempi di oggi:

Pos
Pilota Team Tempo Gap  Giri 
 1
R. Grosjean Lotus
1:18.218
-
95
 2
P. Di Resta Force India
1:19.003
+0.785
95
 3
D. Ricciardo Toro Rosso
1:19.134
+0.916
83
 4
M. Webber Red Bull
1:19.338
+1.120
101
 5
N. Hulkenberg Sauber
1:19.502
+1.284
99
 6
L. Hamilton Mercedes
1:19.519
+1.301
15
 7
S. Perez McLaren
1:19.572
+1.354
81
 8
F. Massa Ferrari
1:19.914
+1.696
78
 9
P. Maldonado Williams
1:20.693
+2.475
71
 10
J. Rossiter Force India
1:21.273
+3.055
19
 11
G. van der Garde Caterham
1:21.311
+3.093
88
 12
L. Razia Marussia
1:23.537
+5.319
31

Primo giorno oggi per Luis Razia, appena confermato secondo pilota Marussia.

Domani al volante torneranno Button e Rosberg. Sarà invece il primo giorno per il Campione Vettel, Raikkonen, Vergne, Gutierrez, Bottas e Pic.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

1 commento

Prendi parte alla discussione
  1. AleMans
    #1 AleMans 7 febbraio, 2013, 00:33

    Mi sembra che, tranne la Mercedes, tutti abbiano avuto una giornata tranquilla.

    La pressione sulla Mercedes aumenta sempre piú...

Solo gli utenti registrati possono commentare.