Jacques Villeneuve perplesso dalla dinamica dell'incidente di Alonso

di 27 febbraio 2015, 12:25
Jacques Villeneuve perplesso dalla dinamica dell'incidente di Alonso

Jacques Villeneuve non è per nulla convinto della versione ufficiale dei fatti, fornita circa il misterioso incidente occorso a Fernando Alonso.

"Può capitare di perdere il controllo della monoposto" ha dichiarato "per motivi tecnici, anche solo per una semplice perdita di concentrazione. Ma anche per il vento, se sei al limite, puoi sbagliare. Ho letto così tante cose circa l'incidente, tra cui una che diceva che la velocità non era così alta. Quindi, quando si pensa a quanto successo ad Alonso, suona decisamente tutto molto strano".

Ha continuato: "Ora, non sono un dottore, non gli ho parlato, ma per come l'ho capita io, l'incidente non è stato molto forte. Probabilmente, l'angolo d'impatto è stato molto brutto, non lo so, è una storia che mi lascia molto confuso. Mi lascia perplesso questo alone di mistero: la McLaren ci ha detto un po' di tutto, chissà dove sarà la verità".

"Non ho informazioni al riguardo, però questa Power Unit non mi piace - non mi piace l'idea che i piloti debbano aspettare una luce che si accenda prima di uscire dalla monoposto, per via dello shock elettrico e che i commissari debbano indossare dei guanti apposta. Non ho niente contro il prograsso, ma quando c'è qualcosa che non aggiunge niente allo spettacolo, diventa un pericolo ridicolo e non necessario".

"La testa non è una gamba o un braccio. Io scommetto che sarà a Melbourne, perché siamo piloti e vogliamo stare in macchina. Ma nel 1999, ho preso una botta fortissima alla testa a Spa, e dopo 20 minuti ero di nuovo in macchina. Mi sono fermato dopo un giro, perché vedevo le stelle. Quando si tratta del cervello, un secondo colpo può essere fatale. Fernando ha il sangue e il coraggio di un pilota, ma deve anche ascoltare i dottori".


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.