INDYCAR Takuma Sato centra la pole di gara-2 a Detroit

Il giapponese torna al palo dopo tre anni di 04 giugno 2017, 17:51 157 visualizzazioni
Indycar | Takuma Sato centra la pole di gara-2 a Detroit

Takuma Sato ci ha preso gusto. Dopo avere vinto la 500 Miglia di Indianapolis sette giorni fa, il giapponese ha centrato la pole position per la seconda manche del Gran Premio IndyCar di Detroit. Il neo acquisto del team Andretti mancava ad una partenza dal palo da tre anni esatti, quando fece sua proprio la qualifica di gara-2 a Belle Isle, corsa poi vinta da Hélio Castroneves.

Qualifica iniziata sotto una leggera pioggia, preludio a quanto potrebbe accadere in gara considerando che il meteo per i 70 giri in programma nella serata italiana non si preannuncia clemente. Gli undici piloti scesi in pista nel primo gruppo sono quindi rimasti decisamente svantaggiati, stabilendo tempi più alti di oltre un secondo e mezzo rispetto ai colleghi del secondo raggruppamento. Ad aggiudicarsi un posto in prima fila è stato Ryan Hunter-Reay, capace di rifilare due decimi e mezzo al poleman (sul campo) di 24 ore fa, Castroneves. Terzo Mikhail Aleshin, che ha preceduto tre piloti racchiusi in appena sette millesimi: Dixon, il sorprendente Conor Daly e Kimball

Piuttosto male Alexander Rossi, solo settimo dopo la buona giornata di ieri, ma peggio è andata a Carlos Muñoz che ha sbattuto contro il muro della seconda curva, danneggiandolo e provocando in questo modo una bandiera rossa. Da regolamento, Muñoz ha dunque perso l'unico tempo stabilito in precedenza, scivolando ultimo alle spalle di Oriol Servià.

Con la pista in via di miglioramento, come detto, il secondo gruppo si è giocato a tutti gli effetti la pole. Dopo un giro strepitoso con gomme dure, Will Power ha tirato dritto alla curva 3 durante il suo tentativo finale, perdendo tre posizioni a vantaggio di Sato, Graham Rahal e James Hinchcliffe. Il giapponese ha anche stabilito il nuovo record sul giro in qualifica, limando ulteriormente il tempo segnato da Rahal ieri pomeriggio: il riferimento è di 1:13.6732.

Rahal e Hinchcliffe hanno contenuto in un decimo e mezzo il distacco da Sato, mentre per Power è tornato buono l'1:13.9449 stabilito peraltro dopo una leggera toccata contro il muretto della curva 6. Quinto nel raggruppamento Marco Andretti, sicuramente la più grande sorpresa delle qualifiche insieme a Daly, davanti ad un Simon Pagenaud sempre più ombra di sé stesso. Il campione in carica si è comunque lasciato alle spalle Josef Newgarden e Tony Kanaan, oltre a Ed Jones.

Prosegue con fatica l'ambientamento di Esteban Gutiérrez alla nuova categoria. Il messicano, questa volta, si è accodato anche al compagno di squadra nel team Coyne e partirà pertanto 19esimo.

La bandiera verde alla seconda manche da Detroit sarà data alle 21:45 italiane.

Griglia di partenza:

Immagine copertina: indycar.com


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE