INDYCAR Penske davanti a tutti con Power e Castroneves

Risalgono le Chevy, Alonso sfonda il muro dei 100 giri di 17 maggio 2017, 00:36
Indycar | Penske davanti a tutti con Power e Castroneves

Il secondo giorno di prove libere in preparazione alla 500 Miglia di Indianapolis si è concluso con due vetture del Team Penske davanti a tutti: Will Power ha ottenuto il miglior tempo in 40.0613 secondi, alla media di 224.656 miglia orarie, precedendo Helio Castroneves di 66 millesimi di secondo. Terzo tempo  a sorpresa per Gabby Chaves, risalito dalle ultime posizioni della classifica a pochi minuti dal termine; dietro al colombiano si sono piazzati Ryan Hunter-Reay, vincitore ad Indianapolis tre anni fa, e Sage Karam, altra piacevole sorpresa di giornata.

Se la giornata di ieri aveva messo in evidenza il valore del pacchetto fornito da Honda, oggi è stata la Chevrolet a fare la parte del leone con 9 monoposto nelle prime 12 posizioni; tra queste bisogna segnalare l'ottavo tempo di Pagenaud e il decimo di Newgarden per il team Penske; in mezzo ai due si è inserito JR Hildebrand con la vettura del team Carpenter, a sua volta motorizzata Chevy.

Dopo una prima giornata di "assestamento", la Indycar ha deciso di riproporre anche la speciale classifica riservata ai tempi percorsi senza l'aiuto delle scie. In queste condizioni il miglior tempo è stato ottenuto da Ed Carpenter, che ha girato in 40.3874 secondi alla media di 222.842 miglia orarie davanti a Charlie Kimball e a JR Hildebrand. Buon quarto tempo per Will Power, veloce anche senza la necessità di sfruttare le scie, che precede Dixon e Montoya; questi ultimi nella classifica assoluta sono rimasti fermi a centro gruppo, rispettivamente in 13ª e 21ª posizione.

Com'era prevedibile data la necessità di fare quanta più esperienza possibile in un contesto a lui finora sconosciuto, il pilota che oggi ha macinato più miglia è stato Fernando Alonso, che ha completato ben 117 giri; il suo risultato finale non è particolarmente entusiasmante, 24° a oltre 6 decimi da Power, ma in questo frangente la cosa più importante è percorrere quanti più giri possibile. Alonso e l'intero team Andretti hanno lavorato molto in ottica gara, viaggiando spesso in gruppo per simulare l'effetto delle scie.

Tra gli altri eventi di giornata bisogna segnalare che Zach Veach e Jack Harvey sono finalmente riusciti a completare il loro Rookie Orientation Program e pertanto saranno autorizzati a prendere parte alla gara di domenica 28 maggio. Harvey ha denotato qualche problema di troppo in termini di assetto, tanto che ad un certo punto del turno la sua vettura era stata presa in mano da Marco Andretti, ma alla fine è riuscito a completare tutte le fasi del ROP e a chiudere il turno in 31ª posizione.

Alcuni problemi elettrici hanno minato la giornata di James Hinchcliffe, che per questo motivo ha perso oltre metà del turno; ciononostante il canadese, poleman della Indy 500 dell'anno scorso, è comunque riuscito a completare 60 giri. Non si è ancora visto Buddy Lazier, che però dovrebbe scendere in pista domani.

Non ci sono stati incidenti significativi durante questa giornata di prove: il turno è stato interrotto in alcune occasioni per verificare lo stato della pista e per rimuovere dei detriti presenti sul manto stradale, ma fortunatamente nessuno è andato ad "assaggiare" le barriere di protezione dell'ovale di Indianapolis.

Le prove riprenderanno domani con il solito orario, dalle 18 alle 24. Seguono i tempi di oggi

Immagine di copertina da https://twitter.com/RACERmag


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE