INDYCAR Modificato il format di alcuni weekend di gara

Novità anche sul fronte pneumatici e push to pass di 18 febbraio 2017, 09:00 249 visualizzazioni
Indycar | Modificato il format di alcuni weekend di gara

Prima dei test di Phoenix della scorsa settimana, la INDYCAR ha comunicato l'introduzione di una serie di regole che porteranno qualche novità in vista della prossima stagione. Le modifiche si sono concentrare sostanzialmente sul programma dei weekend di gara,  sugli pneumatici e sulla gestione del push to pass.

"La INDYCAR si è consultata con piloti, squadre e promoter con l'obiettivo di rifinire il format dei weekend e produrre lo spettacolo migliore possibile per tutti. Questi cambiamenti sono sottili, ma miglioreranno l'esperienza dei weekend di gara per tutte le persone coinvolte, in particolare per i nostri fan" ha detto Jay Frye, president of competition and operations per la INDYCAR.

Andiamo ora ad elencare le novità introdotte per il 2017:

  • Qualifiche a Phoenix e Gateway. In queste due gare le qualifiche si terranno nello stesso giorno della gara, poche ore prima del via che, in entrambi i casi, verrà dato al sabato sera. In questo modo, i fan potranno godere di una maggiore presenza in pista da parte dei piloti. In entrambi gli appuntamenti, la giornata di venerdì verrà destinata a due sessioni di prove libere, una delle quali da tenersi di sera.
  • Programma del Gran Premio di Indianapolis. Il programma del Gran Premio di Indianapolis (da quest'anno ribattezzato "INDYCAR Grand Prix") sarà concentrato su due sole giornate: il venerdì e il sabato. Al giovedì si vedranno in pista solamente le vetture delle serie Indy Lights, Pro Mazda e Formula 2000.
  • Qualifiche a Detroit. Quest'anno il format delle qualifiche sarà lo stesso per entrambe le gare che compongono l'unico double header stagionale: al termine dell'ultima sessione prima delle qualifiche di gara-1, i piloti verranno divisi in due gruppi sulla base dei tempi fatti segnare durante le prove libere. Per ognuna delle due gare ciascun gruppo avrà a disposizione 12 minuti per qualificarsi, con almeno 5 minuti di bandiera verde garantiti. Se una vettura provoca una bandiera rossa durante le qualifiche, verranno cancellati i suoi due migliori tempi e le sarà impedito di continuare la sessione. In entrambe le qualifiche verrà attribuito un punto al pilota più veloce di ciascun gruppo. Fino all'anno scorso, il format delle qualifiche di gara-1 era uguale a quello adottato nelle altre gare su stradali e cittadini.
  • Orari standard per le prove libere. Nella maggior parte delle gare che si terranno su stradali e cittadini, le prove libere del venerdì seguiranno orari standard: si terranno due sessioni da 45 minuti che inizieranno alle 11 e alle 15
  • Gestione delle gomme "alternate" (banda rossa). In occasione dei weekend su stradali e cittadini ogni pilota avrà a disposizione quattro set di gomme morbide, uno in più rispetto alla passata stagione. Inoltre al termine di ognuna delle due sessioni di prove libere del venerdì, ogni pilota dovrà restituire alla Firestone un set di gomme; le mescole dei set restituiti dovranno essere diverse. Ciò significa che i piloti potranno prendere confidenza con le gomme più morbide già dal primo giorno di prove.
  • Utilizzo del push to pass. Fino all'anno scorso l'utilizzo del push to pass era regolato dal numero di volte che i piloti attivavano il dispositivo. A partire da quest'anno, invece, si terrà conto del tempo del suo effettivo utilizzo. In particolare a St.Petersburg, Detroit e Sonoma il push to pass potrà essere utilizzato per un tempo massimo di 150 secondi; in tutte le altre gare questo limite è di 200 secondi. Durante l'attivazione del push to pass, la pressione di sovralimentazione del turbo passerà da 150 a 165 kPa, il che porterà ad un aumento della potenza effettiva del motore pari a circa 60 cavalli. È stato inoltre deciso che il push to pass non potrà essere utilizzato in occasione di partenze e ripartenze, a meno che il restart non avvenga quando mancano due giri al termine della gara.

 

Immagine di copertina da indycar.com


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE