Indycar, Barber, FP1: Vautier al comando nonostante un'uscita di pista

di 05 aprile 2013, 23:59
Indycar, Barber, FP1: Vautier al comando nonostante un'uscita di pista

Dopo aver ben impressionato al suo debutto nel campionato Indycar nella prima gara stagionale a St. Petersburg due settimane fa, Tristan Vautier (Schmidt-Peterson) ha chiuso in testa alla lista dei tempi la prima sessione di prove libere del Gran Premio di Alabama. Sulla pista del Barber Motorsports Park, il francese ha fatto segnare il tempo di 1:09.0120s, 5 centesimi più veloce di Scott Dixon (Ganassi). D'altra parte Vautier ha anche causato l'unica bandiera rossa della sessione, dopo essere uscito di pista alla curva 2 quando mancavano 5 minuti al termine della sessione.

"Non ci sono stati danni alla macchina, ma i commissari non mi hanno riportato in pista, hanno sistemato la vettura oltre le barriere di protezione. E' stato un mio errore; nonostante questo, abbiamo visto che la macchina è molto veloce si è comportata molto bene durante queste prove. E' una buona cosa chiudere in prima posizione, ma non avrei certo voluto chiudere la sessione volando fuori pista e causando una bandiera rossa. La cosa di cui mi ricorderò meglio sarà proprio l'errore che ho fatto alla fine e che cercherò di evitare nel futuro" ha detto Vautier al termine delle prove.

In seconda posizione, come detto, si è piazzato Scott Dixon, che ha così permesso ai motoristi della Honda di chiudere ai primi due posti la prima sessione di prove. Il primo tra i piloti motorizzati Chevrolet è Ryan Hunter-Reay (Andretti), campione in carica, che negli ultimi minuti si è piazzato davanti a Charlie Kimball (Ganassi) su Dallara-Honda. Dietro a Kimball si sono piazzati Power, Franchitti, de Silvestro e Pagenaud. Buon ritorno alle ruote scoperte per AJ Allmendinger, piazzatosi al nono posto a meno di 4 decimi da Vautier, davanti al compagno di squadra Castroneves

Complessivamente, 22 piloti sui 26 impegnati in pista hanno terminato la sessione racchiusi in meno di un secondo e la differenza tra le vetture motorizzate Honda e quelle motorizzate Chevrolet è sembrata molto minore in rapporto a quanto si era visto a St. Petersburg. In fondo al gruppo si è piazzata Ana Beatriz; la brasiliana è stata confermata dal team Dale Coyne fino ad Indianapolis; a farne le spese sarà Stefan Wilson, fratello minore di Justin, che non è riuscito a chiudere l'accordo per correre con la squadra di Coyne le gare sui circuiti cittadini e stradali.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.