Indycar 2015, Long Beach, continua il dominio Penske nelle FP3

di 18 aprile 2015, 20:50 75 visualizzazioni
Indycar 2015, Long Beach, continua il dominio Penske nelle FP3

Non si arresta il dominio del Team Penske nelle prove libere del Gran Premio di Long Beach, terza prova del campionato Indycar; dopo aver piazzato Power, Pagenaud e Castroneves ai primi tre posti nelle prove di ieri pomeriggio, la squadra del Capitano si è ripetuta nel turno di sabato mattina: stavolta il più veloce è stato il francese, che col tempo di 1:07.0304 ha battuto di oltre mezzo secondo il tempo fatto segnare ieri dal suo compagno di squadra e si è portato a meno di due decimi dal record assoluto della pista, che grazie all'utilizzo delle gomme più morbide, con ogni probabilità verrà abbattuto già al pomeriggio.

Secondo tempo per Castroneves con quasi 2 decimi di ritardo e terzo per lo stesso Power, a 3 decimi e mezzo. Più in difficoltà Montoya, la quarta punta del team Penske, che ha compiuto solo 16 giri piazzandosi al 15° posto nella classifica finale, a quasi un secondo da Pagenaud.

Esattamente come ieri, anche nella terza sessione di libere l'unico team che prova a spezzare l'egemonia Penske è quello di Chip Ganassi, che ha piazzato Scott Dixon al quarto posto e, un pò a sorpresa, Sebastian Saavedra al quinto, separati l'uno dall'altro da appena un centesimo di secondo, lo stesso distacco che intercorre tra Power e Dixon.

Sesto tempo per Graham Rahal, che ancora una volta ha mostrato di gradire particolarmente questo tracciato confermandosi come il primo tra i piloti motorizzati Honda; il suo distacco dalla vetta, tuttavia, sfiora il mezzo secondo. Settimo tempo per Newgarden davanti a Ryan Hunter-Reay, che si conferma ancora come il pilota di punta della Andretti Autosport, davanti a Bourdais e Kanaan. Non brillanti le prove di Muñoz e Andretti, gli altri due piloti del team di Michael Andretti, che hanno chiuso rispettivamente al 16° e 17° posto con oltre 4 decimi di ritardo dal compagno di squadra.

In ripresa Luca Filippi, tredicesimo a 4 decimi dal compagno di squadra Newgarden, dopo che nella giornata di ieri era rimasto in entrambi i turni nelle retrovie. Ancora in difficoltà l'altro italiano impegnato in gara, Francesco Dracone, che ha confermato la 23ª e ultima posizione di ieri, anche se c'è da dire che i suoi tempi sono calati di oltre un secondo e mezzo rispetto alle prove del venerdì.

A proposito di Dracone, o meglio, della squadra per cui corre, novità dell'ultima ora in casa Dale Coyne: fuori Rocky Moran jr, sostituto di Carlos Huertas, a causa della frattura del pollice avvenuta in un incidente durante le prove libere di ieri, dentro Conor Daly, pilota statunitense figlio d'arte (suo padre Derek ha un passato in F1 e Formula CART) che aveva già partecipato alla 500 Miglia di Indianapolis nel 2013. Per lui un buon esordio a Long Beach, 22° al termine del turno ma davanti al compagno di squadra e con appena 6 decimi di ritardo da Stefano Coletti, che lo precede nella lista dei tempi.

L'appuntamento con la Indycar è per le 23, ora italiana, quando scatteranno le qualifiche. Questi i tempi di sabato mattina.

Indy03FP3


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.