Il fascino dei numeri di gara in F1

di 10 gennaio 2013, 13:55
Il fascino dei numeri di gara in F1

Da qualche settimana, sul nostro Forum, stiamo contando i giorni che mancano all'inizio dei primi test stagionali, a Jerez. In un modo del tutto particolare. Utilizzando, cioè, i numeri di gara delle varie vetture di F1 viste negli anni per menzionare il numero dei giorni mancanti.  E' un modo che trovo fantastico per far passare l'attesa, cercando immagini e informazioni varie sui piloti del passato e del presente.

I numeri di gara, un tempo, si assegnavano gara per gara. Non erano regolamentati. Con il passare degli anni, però, si cominciò a definire una numerazione per dare un segno di continuità alla storia del mondiale di F1.

Fu così che alcuni numeri divennero, in un certo senso, simbolo del pilota o della squadra che li deteneva. Il ricordo più antico che ho dal vivo, per evidenti limiti di età, è il 5 di Nigel Mansell

Più che un numero lo vedevo come un simbolo, un identificativo del pilota vista la differenza con il 6 bianco di Patrese.

Ma questo non è il solo caso. Cosa dire del 27 della Ferrari?

La 27 del mitico Gilles

La 27 del mitico Gilles

'Ereditato', assieme al 28, dalla Williams campione del mondo nel 1981, il 27 è rimasto sulle vetture di Maranello fino al 1995, con l'unica parentesi del 1990 in cui Alain Prost, Campione in carica, e Nigel Mansell, gareggiarono con l'1 e il 2 lasciando la coppia 27/28 alle Mclaren di Senna e Berger.

Il numero 27 è nel cuore dei Ferraristi soprattutto per le gesta di Gilles Villeneuve. E' un po' il suo numero, possiamo dire. Questo nonostante in Ferrari, in tutte quelle stagioni, siano passati altri piloti apprezzati e stimati dal pubblico rosso. Alboreto, Prost appunto, e infine Jean Alesi, ultimo ferrarista a portare in pista il 27 prima dell'arrivo di Michael Schumacher.

Sebbene sia legato ad un periodo buio e senza vittorie Mondiali, il 27 è pur sempre un numero che riporta ad anni combattuti e a piloti coraggiosi e dal cuore grande, come appunto Gilles e Jean.

Altro numero che ha contraddistinto, secondo me, un Grande, è stato il 12 per Ayrton Senna

La Lotus n°12 di Ayrton

La Lotus n°12 di Ayrton

E' il numero della sua prima pole, della prima vittoria, degli anni dell'esplosione, e del suo primo Mondiale in Mclaren nel 1988. Purtroppo non posso ricordarlo in azione in quegli anni, sarebbe stato sicuramente qualcosa di speciale.

Poi c'è un numero curioso, senza dubbio: lo zero.

Nel 1993 e nel 1994 fu Damon Hill a portarlo in pista. La spiegazione è semplice. Sia nel 1993 che nel 1994, il Campione del mondo in carica si era ritirato dalla F1 (Mansell nel 1992 e Prost nel 1993).  L'anno successivo, pertanto, non era possibile assegnare il numero 1 del Campione in carica. Toccò ad Hill, pertanto, portare questo singolare numero sulla sua Williams, fino al 1995 nel quale tornò ad avere un numero 'normale', il 5, sulla sua vettura. Lo zero fu usato, in precedenza, in pochissime occasioni, mi pare di aver letto dei primi anni settanta, quando ancora le numerazioni non erano regolamentate.

Rimane un numero simbolo, ed è facile da indovinare.

E' il numero 1, quello del Campione del Mondo in carica. Ho preso come esempio l'ultimo che abbiamo visto, quello sulla Red Bull RB8 di Sebastian Vettel. Lo stesso numero che sarà sulla futura monoposto del Campione tedesco. Lo stesso che ha accompagnato le stagioni da Top dei più grandi. Tra gli ultimi Button, Hamilton, Raikkonen, Alonso, Schumacher rimanendo negli anni dal 2000 in poi. Ma ci sarebbero ancora tanti altri da ricordare.

E voi? Avete un vostro numero preferito o siete particolarmente legati ad uno di questi? E quali sono i vostri ricordi?


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

3 commenti

Prendi parte alla discussione
  1. Sambo
    #1 Sambo 10 aprile, 2014, 15:09

    E adesso questi numeri leggendari sono stati distribuiti come se fossero buoni sconto al supermercato...

  2. AleMans
    #2 AleMans 11 gennaio, 2013, 00:44

    Il 27... é un numero reso fantastico dalla straordinarietá del pilota che lo aveva.

  3. MPE57
    #3 MPE57 10 gennaio, 2013, 23:25

    Un numero che mi ispira è il 5, non solo per Alonso, ma mi è sempre piaciuto come numero in generale.
    Anche se il mio numero è il 57 e non lo cambierei mai, per quello non mi faranno correre in F1.

Solo gli utenti registrati possono commentare.