Il 46° di Schumi, tra silenzio e speranze

di 03 gennaio 2015, 10:00
Il 46° di Schumi, tra silenzio e speranze

La vicinanza delle date tra quella dell'incidente e quella del compleanno rendono la vicenda di Michael, se possibile, ancora più triste di quanto già non sia.

Il 3 gennaio è data nota tra i suoi tifosi. Un anno fa, il 45° compleanno di Schumi ricorreva nel pieno dell'emergenza, dello sgomento, e delle preghiere per una vita ancora in pericolo. Un anno dopo è cambiato tutto e niente. Le cure a Grenoble, Losanna e infine a casa, senza notizie certe sulle sue condizioni ma con tante illazioni e speculazioni sul suo conto.

Casa, appunto. L'unica cosa certa. Al riparo da occhi indiscreti, accudito dallo staff medico che ne sta curando la riabilitazione ogni giorno e dalla famiglia che gli è sempre stata vicina. Queste sono le uniche sicurezze che abbiamo riguardo il presente di Michael. Attendiamo, come sempre, notizie ufficiali da parte della famiglia, nella speranza di un piccolo segnale positivo.

Dopo un anno terribile, sarebbe bellissimo iniziare il 2015 con un appiglio, un qualcosa su cui poter sorridere un po'. Tanti auguri Michael, di cuore.

#ForzaMichael

 

 


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.