GP2 Ungheria: terza doppietta Prema, vince ancora Gasly

di 23 luglio 2016, 19:16 138 visualizzazioni
GP2 | Ungheria: terza doppietta Prema, vince ancora Gasly

Il team Prema continua ad essere padrone assoluto della GP2 Series. Pierre Gasly e Antonio Giovinazzi hanno firmato la terza doppietta stagionale per la scuderia italo-canadese nella feature race dell'Hungaroring, al termine di una gara lineare e senza troppi colpi di scena.

Gasly ha confermato le ottime impressioni destate nella giornata di ieri: dopo avere dominato prove libere e qualifiche, il francese sembrava in grado di poter gestire tranquillamente anche la gara e così è stato. Partito bene dalla prima casella, nessuno è stato più in grado di contrastarlo e l'unico spauracchio è arrivato negli ultimi giri con Giovinazzi e Sirotkin che si sono decisamente riavvicinati, forse a causa di un eccessivo degrado delle gomme sulla Prema #21.

Gara positiva anche per Giovinazzi, che ha approfittato del cattivo start di Sirotkin per prendersi subito la seconda posizione. Il compagno di squadra oggi si è rivelato essere irraggiungibile, ma va dato atto al pugliese di avere ben resistito al ritorno del russo della ART Grand Prix dopo la sosta per il cambio gomme obbligatorio. Sirotkin può recriminare per la partenza sbagliata, ma dopo diverse uscite a vuoto è arrivata finalmente una buona prestazione, che tuttavia lo allontana dal duo Prema in classifica generale.

Quarta posizione per Raffaele Marciello, che a differenza dei primi tre al traguardo ha optato per una partenza con gomme dure e, dunque, per un primo stint lungo. Strategia che gli ha permesso di recuperare tre posizioni ai danni di Nato, Pic e Matsushita, ma nel finale le gomme morbide non hanno retto a sufficienza per permettergli di attaccare il podio.

Quinto un ritrovato Arthur Pic, sulla vettura del team Rapax, davanti a Nobuharu Matsushita e Norman Nato. Quest'ultimo ha pagato molto il consumo degli pneumatici a mescola dura, scivolando in settima posizione davanti al compagno di squadra Jordan King. A completare la zona punti sono stati Artem Markelov e Mitch Evans, in bagarre nelle ultime tornate con il russo ad avere ragione del neozelandese, ancora troppo altalenante in questa stagione.

Decisamente sfortunato Jimmy Eriksson. Lo svedese del team Arden, partito ventesimo, ha completato un primo stint eccezionale su gomme dure segnando tempi record poco prima della sosta, ma a due curve dalla fine la Dallara #25 si è fermata senza carburante privandolo di un ottavo posto che avrebbe significato la pole position per la sprint race di domani. A partire dal palo in gara-2 sarà quindi, per la terza volta consecutiva, Jordan King, che sia a Spielberg che a Silverstone ha conquistato anche la vittoria.

Solo un undicesimo posto per Oliver Rowland, anch'egli partito con gomme dure ma mai davvero in partita. Il britannico ha perso la leadership del campionato, mancando di pochi secondi un decimo posto che avrebbe convalidato anche il suo giro più veloce ottenuto in gara.

Diciassettesimo Luca Ghiotto, a cui ne sono successe di tutti i colori: partito male, il vicentino ha provato a recuperare ma è rimasto bloccato nella bagarre a centro gruppo, subendo poi anche una penalità di dieci secondi per essere andato oltre i limiti della pista e avere tratto un vantaggio.

Con questo meritato successo, Pierre Gasly torna in testa alla classifica con 103 punti, sette in più rispetto a Giovinazzi. Perde terreno Marciello, ora terzo ma a -19 da Gasly, davanti a Rowland.

Domani, alle 10:25, semaforo verde per gara-2.

Classifica:

Immagine

Immagine copertina: gp2series.com


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.