GP2 Ungheria: si sblocca Sirotkin, italiani in ombra

di 24 luglio 2016, 11:54
GP2 | Ungheria: si sblocca Sirotkin, italiani in ombra

Primo successo stagionale in GP2 per Sergey Sirotkin, che ha conquistato la sprint race dell'Hungaroring grazie ad un'ottima partenza dalla sesta casella della griglia. Il russo è quindi riuscito ad evitare la carambola della seconda curva, che ha purtroppo escluso dalla gara Luca Ghiotto oltre a Lynn, Matsushita e Arthur Pic, da cui ha avuto origine l'incidente stesso. Non è andata meglio ad Antonio Giovinazzi, che si è toccato proprio con Matsushita alla prima curva danneggiando l'ala anteriore e venendo pure penalizzato di dieci secondi per il diciassettesimo posto finale. Si è salvato solo Raffaele Marciello, che tuttavia non è andato oltre l'ottava posizione dopo essere riuscito a sfiorare l'incidente iniziale.

Alle spalle dell'ottimo Sirotkin si è piazzato Jordan King, partito bene dalla pole position ma scavalcato dal russo del team ART subito dopo la bandiera verde, all'inizio del quinto giro. Per il britannico è il terzo podio consecutivo nelle gare corte, dopo i successi in Austria e Gran Bretagna.

Podio anche per la seconda Racing Engineering, quella di Norman Nato, che partiva anch'egli in prima fila. Quarto Artem Markelov, liberatosi di Mitch Evans al nono giro e capace poi di arrivare nella scia di Nato, senza però riuscire ad averne ragione.

A distanza ravvicinata Evans, Oliver Rowland e Pierre Gasly hanno chiuso al quinto, sesto e settimo posto. Il britannico del team MP ha approfittato dell'incidente multiplo per recuperare qualche posizione, mentre Gasly non è stato incisivo come ieri e ha badato a portare a casa punti, stabilendo anche il giro veloce.

Giovinazzi e Marciello, del resto, non sono riusciti a concretizzare una buona occasione per recuperare in classifica. Il pilota del team Prema è arrivato lungo alla prima frenata colpendo l'incolpevole Matsushita, rimasto poi coinvolto nell'incidente tra Pic e Lynn alla curva successiva: i giudici di gara hanno penalizzato la manovra con dieci secondi da aggiungere al tempo finale, vanificando così il sorpasso compiuto dal pugliese ai danni di Nabil Jeffri nelle ultime tornate. Marciello, come detto, ha evitato di un soffio il trambusto del via ma non ha mostrato il passo necessario per stare con Gasly, ottenendo uno scarno punticino a fine gara.

Top ten completata da Sergio Canamasas e Sean Gelael dopo il ritiro di Jimmy Eriksson, anche oggi abbandonato dalla sua vettura dopo l'incredibile stop di ieri a due curve dalla bandiera a scacchi.

L'incidente odierno ha segnato, tra l'altro, un nuovo zero in casella per Alexander Lynn, autore sinora di una stagione davvero al di sotto delle aspettative, con appena dieci punti ottenuti negli ultimi quattro weekend.

107 punti per Gasly nella classifica di campionato, Giovinazzi e Marciello sono i primi inseguitori con un distacco di 11 e 22 lunghezze rispettivamente. Alle spalle di Marciello, chiusi in cinque punti appena, ci sono Rowland, Nato e King, mentre Sirotkin risale all'ottavo posto con 70 punti.

Il prossimo fine settimana si torna già in pista, con il Gran Premio di Germania ad Hockenheim.

Classifica di gara-2:

gp2hung2

Classifica generale:

gp2hungen


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.